Tra pandemia e Internet cresce la vendita di libri nel 2021. Come cambiano i canali di vendita?

Tra pandemia e Internet cresce la vendita di libri nel 2021. Come cambiano i canali di vendita?

Continua il trend positivo nel business di libri anche nel 2021, che chiude il primo trimestre con un +26,6% rispetto a quello dell'anno precedente. Continuano ad evolversi i canali di vendita, sempre più persone scelgono le librerie online.

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Web
 

Si conferma anche per i primi tre mesi del 2021 la crescita dell'editoria libraia italiana, chiudendo il trimestre con un aumento del +26,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I dati sono stati riportati dall'Associazione Italiana Editori (AIE) che ha successivamente elaborato i numeri.

Sempre più significante l'apporto di Internet, che rappresenta il 45% delle vendite totali. Nel 2019 le librerie online erano ferme al 27%, poi il grande balzo nel 2020 con il 43% e ora continua la crescita (seppur più moderata) con appunto il 45%. Di conseguenza, i canali fisici come le librerie e i grandi negozi di distribuzione sono passati dal 73% nel 2019, al 57% nel 2020 fino al 55% in questo primo trimestre 2021.

Zune

"Siamo di fronte a un incremento importante che si accompagna alla crescita della lettura, come è documentato nel libro bianco del Centro per il libro e la lettura - Cepell (nel 2020 sono lettori il 61% degli italiani nella fascia d’età 15-74 anni, contro il 58% dell'anno precedente). Questi dati confermano la bontà delle politiche di sostegno al settore proposte da tutta la filiera del libro unita, l’Associazione Italiana Bibliotecari (AIB), AIE, Associazione Librai Italiani (ALI), e messe in atto nel 2020 da governo e parlamento", ha commentato il presidente di AIE Ricardo Franco Levi.

Cresce la vendita online di libri, anche grazie a 18App

L'aumento della vendita di libri è determinato anche dai sostegni governativi come ad esempio 18App, un bonus cultura per diciottenni dal valore di 500 euro da spendere prettamente in libri, e-book, CD o vinili. Secondo i sondaggi, nei primi due mesi del 2021 l'80% dei fruenti ha usato lo strumento per acquistare libri in forma cartacea, di cui il 91% lo ha fatto tramite librerie online.

Le librerie dipendenti tipiche dei piccoli centri e nelle periferie sono passate da una quota pari al 22% nel 2019, fino ad arrivare al 18% nel 2020 e al 16% nel primo trimestre 2021.

Più altalenante l'andamento delle librerie di catena presenti solitamente nei centri cittadini, nelle stazioni, negli aeroporti e nei centri commerciali, che dopo aver rappresentato il 44% nel 2019 sono passate al 33% nel 2020 e in piccola risalita con il 34% in questo inizio dell'anno. Infine, la grande distribuzione è passata dal 7% del 2019 al 6% del 2020 fino al 5% del primo trimestre 2021.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^