TorSearch, il nuovo Google per ricerche realmente anonime nella rete dell'ignoto

TorSearch, il nuovo Google per ricerche realmente anonime nella rete dell'ignoto

TorSearch è un nuovo motore di ricerca che permette di effettuare ricerche sulla rete Tor in perfetto anonimato

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Web
Google
 

Lo scandalo PRISM che vedeva coinvolta la NSA in primis ha probabilmente cambiato radicalmente i connotati della stessa internet per sempre. Dall'America si sente forte come non mai il desiderio di avere la certezza che i propri dati rimangano personali ed anonimi e TorSearch è il nuovo motore di ricerca che permette di effettuare ricerche su Tor in perfetto anonimato, proprio in un campo in cui falliscono Google, Bing e gli altri motori di ricerca della rete tradizionale.

"Tor è una rete che rende anonimi: per tutto il traffico che passa da essa non puoi stabilire un punto di inizio e di fine e i siti web non possono sapere chi sei in alcun modo", ha rivelato a VentureBeat il fondatore di TorSearch Chris MacNaughton. "Voglio che questo sia il Google di Tor."

Nello specifico, Tor è un software gratuito ed una rete aperta che funziona collegando qualsiasi sistema a servizi online mediante un terzo punto di interfacciamento rappresentato da un servizio di inoltro casuale. Il computer dell'utente e la pagina web visitata non dialogano direttamente tra di loro rendendo difficile, se non impossibile, l'accesso ai dati privati e confidenziali a forze dell'ordine e agenzie di sorveglianza.

TorSearch

Proprio per questo aspetto sinora è stato difficile realizzare un motore di ricerca specifico per Tor che funzionasse adeguatamente, problema che sembra essere risolto con efficacia da MacNaughton: "Nessun servizio nascosto di Tor viene indicizzato da Google, ma ho progettato TorSearch in modo che questo possa funzionare allo stesso modo in cui agisce Google per le reti tradizionali", ha dichiarato il fondatore del nuovo motore di ricerca.

Al momento attuale TorSearch indicizza quasi 130.000 risorse della rete Tor, e vede il traffico raddoppiarsi ogni settimana, una volta che il nuovo motore di ricerca si diffonde e viene man mano conosciuto dalla community. TorSearch basa le sue ricerche sulla piattaforma open-source Apace Solr.

TorSearch e Tor nascono prima di tutto per garantire l'anonimato all'utente che ne chiede giustamente il diritto durante le proprie sessioni di navigazione su Facebook, Twitter o utilizzare i vari servizi che offre internet ad oggi senza preoccuparsi della potenziale sorveglianza da parte di terzi. Tuttavia, è logico pensare che la gente utilizzi "la rete dell'ignoto" anche per altre ragioni.

Logicamente è il porno la categoria che genera il maggior quantitativo di traffico su Tor, secondo MacNaughton, seguito da servizi musicali, film e consultazione di file PDF. La rete anonima viene utilizzata ampiamente anche per attività criminali, come ad esempio comunicazioni per i terroristi. Tuttavia lo stesso MacNaughton avvisa che Tor fallisce miseramente su quest'ultimo punto di vista: "Se usi Tor l'NSA inizierà ad avere sospetti su di te. Ma sarà più difficile per loro scoprire l'uso che ne fai."

È possibile accedere a TorSearch attraverso questa pagina web.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
argent8814 Ottobre 2013, 09:24 #1
Ci sono sistemi più completi anche se più difficili.
Con firmware come Gargoyle (ma immagino anche DD-WRT) i router possono passare tutto per tor e farmi quindi usare i soliti motori di ricerca e tutto.

Sinceramente io sto mettendo su Drive i miei documenti e non sono passato totalmente a Gmail perché non riuscivo a inoltrare tutto da hotmail che ho usato per anni.

Anche sapessero quel che faccio finché non sono attività criminali, cosa possono farmi? Quelli che più mi rompono le scatole sono gli operatori delle compagnie telefoniche.. Per due ads a parte le paranoie che mi posso fare (ma ci si può imparanoiare su tutto) non mi cambia nulla.
Bivvoz14 Ottobre 2013, 09:31 #2
Originariamente inviato da: argent88
Ci sono sistemi più completi anche se più difficili.
Con firmware come Gargoyle (ma immagino anche DD-WRT) i router possono passare tutto per tor e farmi quindi usare i soliti motori di ricerca e tutto.

Sinceramente io sto mettendo su Drive i miei documenti e non sono passato totalmente a Gmail perché non riuscivo a inoltrare tutto da hotmail che ho usato per anni.

Anche sapessero quel che faccio finché non sono attività criminali, cosa possono farmi? Quelli che più mi rompono le scatole sono gli operatori delle compagnie telefoniche.. Per due ads a parte le paranoie che mi posso fare (ma ci si può imparanoiare su tutto) non mi cambia nulla.


Più o meno la penso anche io così, se non si ha nulla da nascondere non c'è motivo di nascondersi.
Libero non vuole dire nascosto o segreto.
Anche se resta il pericolo dovuto al potere che si da ad alcune compagnie permettendogli di sapere tutto di tutti.
É un potere notevole che permetterebbe di influenzare in molti modi la società.

P.S: molli Hotmail/Outlook proprio adesso che la pompano?
inited14 Ottobre 2013, 10:34 #3
Originariamente inviato da: argent88
Anche sapessero quel che faccio finché non sono attività criminali, cosa possono farmi?
Farle diventare tali retroattivamente.
Slamdunk14 Ottobre 2013, 10:58 #4
Originariamente inviato da: inited
Farle diventare tali retroattivamente.

Esatto.
Il caso più famoso nella storia è quella del nazismo che utilizzò i censimenti nazionali dei decenni precedenti per meglio identificare le loro vittime.

E l'esempio è molto più vicino di quanto si possa credere: e se un governo decidesse che la consultazione di materiale pornografico online diventi illegale, valutando il reato retroattivamente?
fegiz8814 Ottobre 2013, 11:22 #5
non ho ancora capito perche' tor non funziona in cina
Obelix-it14 Ottobre 2013, 12:34 #6
Originariamente inviato da: Slamdunk
E l'esempio è molto più vicino di quanto si possa credere: e se un governo decidesse che la consultazione di materiale pornografico online diventi illegale, valutando il reato retroattivamente?

Eri distratto: il governo inglese *ha gia' deciso* che la consultaizone di materiale pornografico va bloccata a prescindere (ilche, btw, ha incluso anche Shakespeare...). Non l'hanno ancora resa Retroattiva, ma ci vuole poco abnche per quello.

Per Bivvoz : il rpoblema none' quello che tu pensi di non voler nascondere, e' che qualcuno puo' decidere che *leggere una pagina cmabiando l'URL sul browser* e' hackeraggio punibile con la reclusione, oppure che tutti quelli che ricercano da casa "zaino' e 'pentole a pressione' sono potenziali terroristi
ArteTetra14 Ottobre 2013, 14:13 #7
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Lo scandalo PRISM che vedeva coinvolta la NSA in primis ha probabilmente cambiato radicalmente i connotati della stessa internet per sempre


Ma anche no.

Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
TorSearch basa le sue ricerche sulla piattaforma open-source Apace Solr


Apace e Abene.
IlCarletto14 Ottobre 2013, 14:14 #8
Originariamente inviato da: Slamdunk
E l'esempio è molto più vicino di quanto si possa credere: e se un governo decidesse che la consultazione di materiale pornografico online diventi illegale, valutando il reato retroattivamente?


allora tutto il mondo sarebbe spacciato ...
Bivvoz14 Ottobre 2013, 14:25 #9
Originariamente inviato da: Slamdunk
Esatto.
Il caso più famoso nella storia è quella del nazismo che utilizzò i censimenti nazionali dei decenni precedenti per meglio identificare le loro vittime.

E l'esempio è molto più vicino di quanto si possa credere: e se un governo decidesse che la consultazione di materiale pornografico online diventi illegale, valutando il reato retroattivamente?


Originariamente inviato da: Obelix-it
Eri distratto: il governo inglese *ha gia' deciso* che la consultaizone di materiale pornografico va bloccata a prescindere (ilche, btw, ha incluso anche Shakespeare...). Non l'hanno ancora resa Retroattiva, ma ci vuole poco abnche per quello.

Per Bivvoz : il rpoblema none' quello che tu pensi di non voler nascondere, e' che qualcuno puo' decidere che *leggere una pagina cmabiando l'URL sul browser* e' hackeraggio punibile con la reclusione, oppure che tutti quelli che ricercano da casa "zaino' e 'pentole a pressione' sono potenziali terroristi


Voi parlate di fantapolitica.
Se oggi il governo decidesse che visionare materiale pornografico è illegale retroattivamente secondo voi il problema è internet o la privacy?
Il vostro problema sarebbe il voler guardare ***** online?

Il problema sarebbe avere un regime al governo e bisognerebbe combatterlo per ben altri motivi.

Il problema del governo nazista secondo voi erano i censimenti?
Certo poi hanno usato le informazioni raccolte per arrestare e ammazzare la gente, ma questo non vuole dire che bisogna vivere in incognito perché prima o poi potrebbe andare al governo un regime che vuole ammazzare tutti quelli che "inserire una caratteristica a piacimento"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^