Tor promette: "Nessuna backdoor nei nostri servizi"

Tor promette: "Nessuna backdoor nei nostri servizi"

Gli sviluppatori del browser che permette di mantenere l'anonimato sulla rete pubblicano un manifesto di cinque promesse che si impegnano a mantenere con gli utenti

di pubblicata il , alle 12:36 nel canale Web
 

Tor ha pubblicato il suo "Social Contract", una lista di cinque promesse che il gruppo di sviluppatori si impegna a mantenere sulla base dei principi e della filosofia in cui credono. Tor, il browser che garantisce l'anonimato per navigare nei meandri più oscuri della rete, è un servizio attivo già da diversi anni e sembra piuttosto curioso che solamente adesso gli sviluppatori decidano di pubblicare una sorta di manifesto.

La mossa potrebbe rappresentare un modo per dimostrare agli utenti che il team di sviluppatori non ha smarrito i principi ispiratori del progetto anche dopo che Jacob Appelbaum, uno dei più rilevanti contributor di Tor, ha deciso di fare un passo indietro a seguito delle accuse di molestie sessuali sollevate qualche settimana fa a suo carico. I cinque i punti del Social Contract si rifanno a ideali di libertà ed in particolare nell'ultimo punto del manifesto gli sviluppatori promettono: "Non implementeremo mai front-door o back-door nei nostri progetti".

Il mantenimento dell'anonimato ha reso Tor lo strumento d'elezione per coloro i quali cercano su internet servizi o beni illegali, anche se negli ultimi tempi lo strumento viene usato sempre di più anche da organizzazioni criminali e terroristiche internazionali. E' proprio per questo motivo che Tor è uno dei software per cui le forze dell'ordine più desidererebbero poter disporre di una backdoor anche se, tuttavia, l'FBI ha già dimostrato in passato la capacità di infiltrarsi nel dark web, riuscendo a de-anonimizzare un numero imprecisato di utenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Eress11 Agosto 2016, 12:55 #1
Sinceramente non mi fido più di Tor come una volta. Meglio andare di vpn e/o socks proxy.
s12a11 Agosto 2016, 13:02 #2
Originariamente inviato da: Eress
Sinceramente non mi fido più di Tor come una volta. Meglio andare di vpn e/o socks proxy.


Più che altro: ultimamente la navigazione su una moltitudine di siti (ad esempio quelli che usano CloudFlare) è diventata piuttosto difficoltosa a causa di blocchi IP mirati verso utenti Tor:

https://blog.torproject.org/blog/trouble-cloudflare
Nui_Mg11 Agosto 2016, 13:32 #3
Sì però...

- Il maggior finanziatore di Tor è il governo americano.
- L'FBI si rifiuta di svelare (agli sviluppatori di tor) uno o due hack che hanno usato per beccare recentemente l'ennesimo pedofilo (ne sono stati beccati molti su Tor, anche qualcuno non sprovveduto che sapeva come impostarlo bene).
- Agli inizi di luglio quelli dell'FBI hanno arrestato un ragazzo americano perché, sempre quando era sotto Tor, aveva acquistato una Glock.
Ginopilot11 Agosto 2016, 13:40 #4
Originariamente inviato da: Nui_Mg
Sì però...

- Il maggior finanziatore di Tor è il governo americano.
- L'FBI si rifiuta di svelare (agli sviluppatori di tor) uno o due hack che hanno usato per beccare recentemente l'ennesimo pedofilo (ne sono stati beccati molti su Tor, anche qualcuno non sprovveduto che sapeva come impostarlo bene).
- Agli inizi di luglio quelli dell'FBI hanno arrestato un ragazzo americano perché, sempre quando era sotto Tor, aveva acquistato una Glock.


Allora che prendano tutti quei criminali che si appoggiano a tor. Del resto a parte i paranoici, non serve a nulla, solo a coprire crimini di ogni tipo.
Nui_Mg11 Agosto 2016, 13:57 #5
Originariamente inviato da: Ginopilot
Allora che prendano tutti quei criminali che si appoggiano a tor. Del resto a parte i paranoici, non serve a nulla, solo a coprire crimini di ogni tipo.

Un sistema anonimizzatore SERVE eccome, presente per esempio tutti i giornalisti che lavorano in paesi totalitari (io in Germania ne conosco alcuni, turchi inclusi e faccio loro consulenza proprio su questo versante)?

Io non sono un criminale (oddio, per la legge italiana sarei qualcuno che commette un reato ) ma sulla dark net ho acquistato 4 anni fa un taser elettrico a gittata per bisonti , perché? Perché per esempio i crimini nella zona dell'abitazione di mia madre sono aumentati tantissimo e le inferiate (sempre a spese nostre) non sono state abbastanza.
Certo, avrei voluto acquistare pure io una Glock (anche se per mia madre sarebbe stata meglio una Uzi 9mm ) o un'AK-47

A parte questo, anonimizzatori, crittografia, steganografia, ecc. per me sono un diritto irrinunciabile (che uso da tantissimi anni) e questo non vuol dire affatto essere criminali incalliti.
matteop311 Agosto 2016, 14:18 #6
Originariamente inviato da: Ginopilot
Allora che prendano tutti quei criminali che si appoggiano a tor. Del resto a parte i paranoici, non serve a nulla, solo a coprire crimini di ogni tipo.

Non poteva mancare il commento qualunquista.

Originariamente inviato da: Nui_Mg
A parte questo, anonimizzatori, crittografia, steganografia, ecc. per me sono un diritto irrinunciabile (che uso da tantissimi anni) e questo non vuol dire affatto essere criminali incalliti.

E' sempre il solito discorso trito e ritrito. Pensare che il volere privacy sia strano o sospetto o paranoico è, a mio parere, nel 2016, segno di arretratezza culturale digitale.
Eress11 Agosto 2016, 14:51 #7
Originariamente inviato da: matteop3
Non poteva mancare il commento qualunquista.

Interessante in ambito di ingegneria sociale. Quando si arrivano a definire i propri diritti come qualcosa di inutile o paranoico, significa che lo scopo dei padroni è stato raggiunto.
Il Picchio11 Agosto 2016, 15:27 #8
Ma piuttosto che accettare tutto lo schifo che c'è su tor e soprattutto accettare tutti quei criminali che non vengono mai beccati pur di riempirsi la bocca con "si garantisce il diritto inalienabile alla privacy" preferisco un agente federale a casa col taccuino fiero che mi sorveglia.

Poi datemi pure del fascista comunista venduto amico di kim jong un se vi va

La domanda: "ne vale davvero la pena?" nessuno se l'è mai posta finché le cose non lo toccano direttamente

P.s.: appoggiare la filosofia di tor è un conto, rendersi conto che all'atto pratico è irrealizzabile e si rischia di creare soltanto un cancro è un altro (e appunto)
Ginopilot11 Agosto 2016, 16:20 #9
Ok, ci sono paesi in cui potrebbe essere utile l'anonimato. Ma tor è altro. Se un'arma puoi comprarla solo li, evidentemente è un'arma che non dovresti avere. Poche storie, è una cloaca. Mi auguro davvero che ci sia chi può metterci dentro il naso.
matteop311 Agosto 2016, 18:42 #10
Originariamente inviato da: Il Picchio
Ma piuttosto che accettare tutto lo schifo che c'è su tor e soprattutto accettare tutti quei criminali che non vengono mai beccati pur di riempirsi la bocca con "si garantisce il diritto inalienabile alla privacy" preferisco un agente federale a casa col taccuino fiero che mi sorveglia.

Poi datemi pure del fascista comunista venduto amico di kim jong un se vi va

La domanda: "ne vale davvero la pena?" nessuno se l'è mai posta finché le cose non lo toccano direttamente

P.s.: appoggiare la filosofia di tor è un conto, rendersi conto che all'atto pratico è irrealizzabile e si rischia di creare soltanto un cancro è un altro (e appunto)

La questione è relativamente semplice. Si tratta di valutare se sarebbe migliore:
- un mondo in cui l'anonimato è possibile e in cui non tutto delle persone sia accedibile ad autorità;
- un mondo in cui l'anonimato è impossibile e tutti gli aspetti della vita di tutte le persone siano accedibili e sorvegliabili.

Personalmente il secondo mi fa orrore; il primo, nonostante gli usi malevoli che vengono fatti della libertà personale, è di gran lunga preferibile al secondo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^