Stangata per Google e YouTube: hanno violato la privacy dei bambini

Stangata per Google e YouTube: hanno violato la privacy dei bambini

Non è noto l'esatto importo della multa (multi-milionaria) che YouTube dovrà pagare per aver violato la privacy dei bambini.

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Web
GoogleYouTube
 

La FTC ha rilevato una violazione delle leggi americane da parte di Google e YouTube, nello specifico relativamente al COPPA (Children's Online Privacy Protection Act), che vieta ai siti web di raccogliere i dati degli utenti che hanno meno di 13 anni di età senza il consenso dei genitori. L'indagine è stata avviata in risposta ad alcune lamentele datate 2015, ed è stata divulgata pubblicamente lo scorso mese di giugno dal Washington Post.

La Commissione ha adesso raggiunto un accordo con Google, sotto forma di una multa di svariati milioni di dollari. L'importo esatto non è ancora noto, ma sappiamo che la commissione si è trovata divisa sull'accordo: tre esponenti repubblicani si sono manifestati a favore, due democratici contrari.

Sebbene la cifra milionaria rappresenti uno scoglio più che semplice da superare per Google sul piano economico, visti i suoi fatturati miliardari, si tratta di un risultato che non deve passare inosservato. L'accordo infatti potrebbe creare un precedente a tutela di bambini e famiglie, conducendo l'azienda a potenziali nuove multe. Non solo, altre realtà tecnologiche già nel mirino della FTC potrebbero subire processi per via delle stesse motivazioni.

Nel corso del tempo, e per via delle stesse lamentele, Google ha attivato una serie di modifiche sulle politiche relative all'uso dei servizi da parte dei bambini. Ad esempio ha iniziato a disabilitare i commenti sui video con bambini e sta considerando di spostare tutti i video rivolti ai bambini sull'app Kids, progettata per essere utilizzata solo da utenti di tenera età.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
domthewizard22 Luglio 2019, 12:44 #1
vieta ai siti web di raccogliere i dati degli utenti che hanno meno di 13 anni di età senza il consenso dei genitori

io me lo immagino il bambino, lasciato libero a pascolare sul web perchè la madre sta facendo le storie su instagram e il padre vede culi (sempre su instagram), interromperli chiedendogli "venite a dare il consenso"

fa tanto "questo è un sito porno, hai più di 18 anni? SI-NO"
pipperon22 Luglio 2019, 12:50 #2
continuo a pensare che "silicon valley" sia uno dei migliori prodotti mai fatti.
Axios200622 Luglio 2019, 17:45 #3
Se i genitori lasciano i figli con smartphone/tablet/pc con accesso illimitato a internet ed anche alla carta di credito e sperano che siano le aziende e i patetici "se non hai 18 anni non entrare" ad evitare i problemi, siamo messi bene...

Ben vengano leggi e regolamenti, ma da che mondo e' mondo, i genitori devono fare i genitori.

Avere un figlio e' un impegno. Una responsabilita'.

Ma per alcuni e' un errore, un inconveniente, un qualcosa che una volta scodellato va affidato alla societa'...

Poi si meravigliano se si droga, finisce in giri di pedofili o spende 4000 euro in micro transazioni...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^