SOPA Spagnola, sono 79 le richieste per oscurare siti web

SOPA Spagnola, sono 79 le richieste per oscurare siti web

La Ley Sinde - legge Sinde, normativa antipirateria spagnola, ha fatto registrare un alto numero di denunce nel suo primo mese di attività. Quando i risultati di tali procedimenti?

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 12:33 nel canale Web
 

La legge Sinde (Ley Sinde) è una normativa anti-pirateria di recente approvata in Spagna, applicata a partire dal mese di marzo. Questa particolare legge, che ha portato a importanti contestazioni, consente alla Commissione per la proprietà intellettuale, di chiudere siti considerati "pirata" o che favoreggiano le attività di pirateria.

Le polemiche attorno alla legge, sono state e sono tutt'ora molteplici. La legge infatti non fa alcuna distinzione: un sito che propone un contenuto protetto dal diritto d'autore deve eliminare tale riferimento entro 10 giorni dalla denuncia, pena l'oscuramento del sito stesso. Senza bisogno di alcuna dimostrazione che vi sia un danno economico. Un eventuale scopo di lucro, quindi, non rappresenta una discriminante.

La legge è diventata ufficiale e ha visto la sua attuazione a partire dal primo di marzo, e i numeri che ha fatto registrare nel suo primo mese di attività, sono piuttosto allarmanti. Circa 300 sono state le denunce, 213 avvisi per la violazione di diritti d'autore e 79 richieste di chiusura di determinati domini, accusati di pirateria informatica.

La Commissione preposta investigherà sulle denunce e sulle richieste, con in mano il pieno potere per, qualora se ne presentasse il caso, oscurare i domini. Nonostante il processo di oscuramento dei domini dovrebbe essere completato entro un mese, al momento il ministro della Cultura spagnola sottolinea come non sia stata ancora intrapresa alcuna azione.

Al momento, quindi, la legge Sinde non ha ancora trovato la sua applicazione. Qualora accadesse qualcosa, alcuni attivisti avrebbero già pronto un piano di sabotaggio e di protesta per la legge. Il gruppo, che risponde al nome Hackivistas, sarebbe infatti pronto a presentare centinaia di siti che offrano un link diretto a del materiale protetto dal diritto d'autore (dell'artista Eme Navarro, un portavoce che si schiera contro la legge Sinde). Questi centinaia di siti verrranno successivamente segnalati, nel tentativo di andare ad intasare la Commissione.

Considerato il mese necessario per l'oscuramento di siti, i primi casi di chiusura potrebbero arrivare a giorni: seguiremo la questione da vicino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gabro_8205 Aprile 2012, 13:16 #1
Che paese la spagna, droga palesemente tollerata, ma censura a palla..

Che pensassero a problemi più seri.
BLACK-SHEEP7705 Aprile 2012, 13:46 #2
Originariamente inviato da: Gabro_82
Che paese la spagna, droga palesemente tollerata, ma censura a palla..

Che pensassero a problemi più seri.


hai ragione, la spagna ha il piu alto tasso di disoccupazione d'europa e questi si preoccupano dei diritti d'autore , come si vede che il mondo e nelle mani delle banche e delle major d'intrattenimento
zammino05 Aprile 2012, 16:04 #3

elenco

Scusate ma esiste un elenco di questi siti denunciati visibile al pubblico (noi)?
AleK05 Aprile 2012, 18:03 #4
Originariamente inviato da: Gabro_82
Che paese la spagna, droga palesemente tollerata, ma censura a palla..

Che pensassero a problemi più seri.


Si tratta di due mercati ben diversi.
Comunque è pressochè impensabile credere che SOPA sia esclusivamente farina del sacco di qualche politico. Le pressioni dal mondo dell'intrattenimento devono essere fortissime. Ad ogni modo il fatto puro e semplice che molti paesi non vi abbiano aderito, farà solo si che chi campa di queste cose trasferisca i propri server verso altri lidi. E tanti saluti alla lotta contro la pirateria. Ma alla fine i politici son soddisfatti. Hanno legiferato ed intascato. Sotto a chi tocca.

PS
Divertente il tuo avatar
Gabro_8205 Aprile 2012, 20:32 #5
Originariamente inviato da: AleK
Si tratta di due mercati ben diversi.
Comunque è pressochè impensabile credere che SOPA sia esclusivamente farina del sacco di qualche politico. Le pressioni dal mondo dell'intrattenimento devono essere fortissime. Ad ogni modo il fatto puro e semplice che molti paesi non vi abbiano aderito, farà solo si che chi campa di queste cose trasferisca i propri server verso altri lidi. E tanti saluti alla lotta contro la pirateria. Ma alla fine i politici son soddisfatti. Hanno legiferato ed intascato. Sotto a chi tocca.

PS
Divertente il tuo avatar


Totalmente d'accordo.

P.S.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^