Rubavano energia elettrica per minare bitcoin, quattro arresti in Venezuela

Rubavano energia elettrica per minare bitcoin, quattro arresti in Venezuela

Quattro persone sono state arrestate in Venezuela per aver usato illegalmente corrente elettrica allo scopo di minare bitcoin e ricavarne profitto. La crisi economica del Paese ha favorito le attività dei miner

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Web
 

Nel corso della giornata di giovedì le autorità del Venezuela hanno notificato l'arresto di quattro miner di Bitcoin, avvenuto a Charallave, una città a sud di Caracas, con l'accusa di frode informatica e furto di energia elettrica. Gli arrestati sono tre uomini ed una donna, compresi tra 23 e 57 anni.

Il gruppo gestiva una rete di oltre 300 Antiminer, vendendo tramite il web i bitcoin ricavati dal mining, anche se per fare ciò hanno messo a rischio la stabilità dei servizi elettrici della zona in cui hanno operato. L'attività di mining di bitcoin non è considerata illegale in Venezuela, ma già all'inizio del 2016 un'altro individuo, Joel Padrón, è stato arrestato e incarcerato per oltre tre mesi con l'accusa di furto di energia elettrica.

I bitcoin, ed in particolare le attività di mining, sono divenute molto popolari in Venezuela dal momento che l'economia del paese sta attraversando un periodo molto difficile. Attualmente un bolivar venezuelano vale circa 10 centesimi di dollaro. Parallelamente un bitcoin ha un valore che si aggira attorno ai 900 dollari. Molti abitanti del Paese si sono rivolti al bitcoin per trovare alternative alla valuta locale, acquistando gift card di Amazon o Walmart con i loro bitcoin e usando queste carte per importare beni.

In Venezuela, inoltre, l'energia elettrica è pesantemente sovvenzionata dal governo e ha un costo di appena 0,02 dollari per kWh, rendendo quindi l'attività di mining molto più redditizia che in altri Paesi. Nel corso del 2016 il Paese ha dovuto però fare i conti con vari episodi di blackout, dal momento che la rete elettrica è supportata principalmente da centrali idroelettriche, la cui produzione è per natura poco stabile. I miner di Bitcoin hanno cercato di aggirare questo genere di problemi, spostandosi nelle zone industriali dove generalmente i servizi elettrici sono garantiti per evitare interruzioni alle attività delle fabbriche.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Doppiadi28 Gennaio 2017, 10:17 #1

Minare??

Dai ragazzi, "to mine" non si può tradurre minare in questo caso, sarò (lo sono) puntiglioso ma non si può sentire in italiano. Estrarre Bitcoin è la traduzione più letterale ma se preferite: produrre, forgiare, coniare andrebbero bene. Ma in italiano si minano le.. miniere, oppure la mia sensibilità quando vedo traduzioni così
aqua8428 Gennaio 2017, 10:31 #2
Originariamente inviato da: Doppiadi
Dai ragazzi, "to mine" non si può tradurre minare in questo caso, sarò (lo sono) puntiglioso ma non si può sentire in italiano. Estrarre Bitcoin è la traduzione più letterale ma se preferite: produrre, forgiare, coniare andrebbero bene. Ma in italiano si minano le.. miniere, oppure la mia sensibilità quando vedo traduzioni così
invece in questo caso sei forse un po' troppo puntiglioso, perchè nel caso dei BitCoin si dice proprio Minare BitCoin.
zavy28 Gennaio 2017, 10:36 #3
Sono molti anni ormai che in Italia la traduzione è minare e utilizzare "forgiare" risulterebbe quantomeno strano. Inoltre i bitcoin concettualmente si minano come in miniera, impiegando risorse per estrarre la chiave crittografica necessaria al blocco successivo
Rubberick28 Gennaio 2017, 10:40 #4
La butto la

e se i miner che hanno tirato su bitcoin avessero contro investito nella società elettrica o nell'acquisto/miglioria delle turbine al fine di migliorare prima la rete elettrica, renderla più stabile ricevendo ulteriori sovvenzioni da parte dello stato e creando un circolo vizioso ?
Dumah Brazorf28 Gennaio 2017, 10:51 #5
Questi rubavano corrente. Punto. Succede in tutti i paesi.
La notizia è arrivata fin qui solo perchè con la corrente minavano bitcoin.
LASCO28 Gennaio 2017, 10:57 #6
In questo articolo mi aspettavo di leggere (o trovare un link) di come si minano bitcoin attraverso la gestione della corrente elettrica. Quantomeno il principio.
Rubberick28 Gennaio 2017, 11:13 #7
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Questi rubavano corrente. Punto. Succede in tutti i paesi.
La notizia è arrivata fin qui solo perchè con la corrente minavano bitcoin.


L'articolo non è molto chiaro, da quello che ho capito pare che non rubassero corrente ma la usassero in modo eccessivo oltre un fair use, però invece di multarli sono stati processati per furto di corrente.
marcofrax28 Gennaio 2017, 11:31 #8
Originariamente inviato da: Rubberick
La butto la

e se i miner che hanno tirato su bitcoin avessero contro investito nella società elettrica o nell'acquisto/miglioria delle turbine al fine di migliorare prima la rete elettrica, renderla più stabile ricevendo ulteriori sovvenzioni da parte dello stato e creando un circolo vizioso ?


in tal caso allora si parlerebbe di circolo virtuoso
Deuced28 Gennaio 2017, 12:14 #9
Non rubavano la corrente,ma la utilizzavano per scopi non previsti dalle leggi statali,come scritto nell'articolo sono arrivati a razionare pure quella.

Il sudamerica è così purtroppo
rug2228 Gennaio 2017, 13:50 #10
qualcuno mi sa dire quanto tempo ci vuole per minare un bitcoin?

Perchè teoricamente con il fotovoltaico uno può avere elettricità gratis,quindi se il gioco vale la candela potrei pensarci.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^