Robot: il 40% degli intervistati di un sondaggio farebbe sesso con un robot-umanoide

Robot: il 40% degli intervistati di un sondaggio farebbe sesso con un robot-umanoide

L'intelligenza artificiale prenderà il sopravvento sull'uomo? Sostituirà gli esseri viventi in alcune azioni quotidiane? Un sondaggio di Tidio prende in esame tutti gli scenari possibili e chiede agli utenti se questi hanno o meno paura dei robot se in un futuro non troppo lontano prendessero parte alla vita quotidiana. Alcune risposte sono sorprendenti come quella della relazione sessuale con un robot-umanoide.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Web
 

Recentemente, Boston Dynamics ha pubblicato un video con i suoi robot capaci di danzare a perfezione proprio come un essere vivente. Alcune persone non potevano credere a ciò che stavano vedendo. Sembrava più un'animazione Pixar che un vero filmato. Questa è allo stesso tempo la cosa più carina e più orribile che abbia mai visto, hanno detto alcuni. Dovremmo aver paura dell'Intelligenza Artificiale e dei robot sempre più avanzati? L'intelligenza artificiale conquisterà il mondo? E, cosa più importante, potrà sostituire gli essere viventi nel proprio lavoro? O magari anche ''rubare'' il proprio fidanzato/a? Tidio ha deciso di chiederlo a oltre 1.200 persone per capire effettivamente cosa ne pensano su tutto questo.

I robot conquisteranno la Terra?

Le interviste agli oltre 1200 utenti si sono basate su tre temi principali che sono stati:

  • Quale forma dovrebbe assumere l'IA per ispirare la nostra fiducia?
  • Quali responsabilità siamo disposti a delegare all'intelligenza artificiale?
  • Quali professioni saranno automatizzate da macchine e software di intelligenza artificiale?

Il sondaggio ha rivelato che sempre più persone sono aperte all'idea di introdurre l'IA nella propria vita quotidiana. A loro non importa che l'intelligenza artificiale si occupi delle attività quotidiane o sia coinvolta nei processi decisionali. D'altra parte, l'adozione dell'IA è piena di dubbi e preoccupazioni sui rischi che l'introduzione di essa possa portare. Ecco alcune delle tendenze più interessanti che hanno attirato l'attenzione nelle risposte degli utenti.

  • Le persone con una laurea sono quelle che hanno più paura di perdere il lavoro a causa dello sviluppo dell'intelligenza artificiale. Circa il 68,5% di loro teme di essere sostituito dall'IA, rispetto a solo il 55% degli altri intervistati. Cassieri (63% degli intervistati), autisti (51%) e traduttori (42%) sono stati indicati come le professioni con maggiori probabilità di essere rilevate dalla tecnologia AI. Circa il 25% degli intervistati ritiene inoltre che i prossimi potrebbero essere i rappresentanti del servizio clienti e gli addetti al magazzino. Di fatto gli utenti ripongono molta fiducia nell'intelligenza artificiale quando si tratta di trasporti e logistica. A più della metà degli intervistati non dispiacerebbe prendere un taxi a guida autonoma (60%) o affidare l'AI alla gestione del traffico aereo (57%).

  • Alcuni sostengono che l'IA potrebbe prevenire la corruzione e migliorare l'economia. Circa il 45% degli intervistati desidera che l'intelligenza artificiale aggiusti la politica fiscale e il bilancio del proprio paese. Tuttavia, le opinioni sono altamente polarizzate. Quasi il 29% pensa che sia una pessima idea.
  • Secondo il 32% dei nostri intervistati, i diritti dei robot, simili ai diritti umani o ai diritti degli animali, sono un argomento di cui non dovremmo preoccuparci. Credono che sia una delle questioni meno importanti legate allo sviluppo dell'intelligenza artificiale.
  • A parte il timore che l'intelligenza artificiale tolga posti di lavoro (42% degli intervistati) o venga utilizzata da criminali (51%), gli intervistati sono preoccupati per l'uso improprio della tecnologia dell'intelligenza artificiale per diffondere disinformazione. Circa il 78% crede fermamente che questa sarà la principale minaccia dell'IA. In confronto, solo il 3% crede che l'IA si vendicherà dell'umanità.

  • Gli uomini ripongono molta più fiducia nella tecnologia AI rispetto alle donne. Hanno circa il doppio delle probabilità che un robot IA operi su di loro o insegni ai loro figli. Sono anche meno preoccupati per le potenziali minacce poste dalla tecnologia. I robot esistenti e le rappresentazioni dell'intelligenza artificiale tratte dalla finzione e dalla vita reale sono più attraenti per gli uomini che per le donne. È stato chiesto agli intervistati se erano disposti a interagire con i robot. In media, il 65% degli intervistati di sesso maschile ha risposto di sì, ma solo il 45% delle donne lo ha fatto.
  • Circa il 42% degli intervistati del nostro sondaggio avrebbe rapporti sessuali con un robot. Eppure, solo il 39% crede di poter avere una relazione romantica con un'IA. C'è anche una grande discrepanza tra uomini e donne. Gli uomini sono più aperti sia all'idea di dormire con un robot (48%) che di innamorarsi di un'intelligenza artificiale (43% degli intervistati maschi).

Viviamo in un'epoca di grandi cambiamenti tecnologici. La paura di rapportarci con l'intelligenza artificiale è assolutamente legittima. I timori per l'IA sono più pronunciati tra le persone istruite e le donne. La tecnologia potrebbe rivelarsi ancora una volta un fattore che approfondisce le divisioni sociali. Elon Musk ha presentato qualche settimana fa il suo umanoide che sembra essere stato più una trovata pubblicitaria che realtà. Anche se con Elon Musk non si scherza troppo. Quasi nessuno teme la vendetta, i robot AI in stile Terminator che invadono le case non ci saranno (almeno secondo gli intervistati).

Per una parte sostanziale della società, la rivoluzione dell'IA potrebbe significare cambiare lavoro o stile di vita. E di fatto quello che realmente sembra preoccupare riguardano il mercato del lavoro, l'istruzione o i trasporti che potrebbero davvero essere sostituite dai robot e potrebbero divenire pericolose se non controllate a dovere.

55 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxVIXI20 Settembre 2021, 12:02 #1
Presente!
Sp3cialFx20 Settembre 2021, 12:10 #2
Sarebbe però da capire per quanti di questi rappresenta l'unica possibilità di fare sesso, il dato così non mi sembra significativo
maxnaldo20 Settembre 2021, 12:25 #3
non è una novità, films e libri di fantascienza hanno raccontato più volte, in varie forme, la sostituzione della prostituzione degli esseri umani con quella dei robots. Non è tanto il sesso con umani o con i robots, quanto la facilità con cui si possa aumentare "l'offerta" se puoi prendere delle macchine e far fare a loro il lavoro "sporco".

un giorno i robots saranno indistinguibili dagli essere umani e sicuramente la prostituzione sarà uno dei loro primi impieghi.
Notturnia20 Settembre 2021, 12:28 #4
hm.. ma questi 1.200 intervistati chi sono ?

le cifre poi sono strane.. il 62% interagirebbe con un robot e il 40% farebbe sesso.. quindi il grosso di quelli che ci vogliono interagire è per fare sesso ?..

come detto da Sp3cialFx ... forse è l'unica cosa a cui possono aspirare :-D

p.s. @maxnaldo.. e perchè uno dovrebbe pagare un androide per fare sesso al posto di andare a donne ?.. la versione originale è così scadente ? :-D
paolo cavallo20 Settembre 2021, 12:43 #5
voglio fare sesso con una bella robot
Giuss20 Settembre 2021, 12:51 #6
Una volta si diceva "basta che respira...." ma mi sa che stanno cambiando le cose
alexbilly20 Settembre 2021, 12:55 #7
Io l'ho fatto ieri! In Fallout NV
StylezZz`20 Settembre 2021, 13:10 #8
Detroit Become Human...attenzione che poi si ribellano.

Originariamente inviato da: alexbilly
Io l'ho fatto ieri! In Fallout NV


Fisto...l'hai testato prima di consegnarlo?
Therinai20 Settembre 2021, 13:35 #9
Che sorpresa
Quel 40% probabilmente farebbe sesso anche con cadaveri, rettili, alberi e qualsiasi creatura aliena con un buco
Svelgen20 Settembre 2021, 13:48 #10
Originariamente inviato da: Giuss
Una volta si diceva "basta che respira...." ma mi sa che stanno cambiando le cose


Adesso è: "basta che si accende"...
Comunque che caxxo di tristezza....se proprio uno è alla frutta, penso che spenda meno e abbia più gratificazione con una escort piuttosto che con un affare di plastica, silicone (per quanto concerne la topa) e chip elettronici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^