Richard Stallman si dimette dal MIT e dalla Free Software Foundation dopo gli strascichi del caso Epstein

Richard Stallman si dimette dal MIT e dalla Free Software Foundation dopo gli strascichi del caso Epstein

Il padre del software libero costretto a lasciare dopo alcune discutibili dichiarazioni legate al caso Epstein e ai suoi legami non chiari con il MIT

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Web
 

Si dimette dalla posizione di Visiting Scientist presso il Computer Science and Artificial Intelligence LAB (CSAIL) del MIT e dalla presidenza della Free Software Foundation che egli stesso ha fondato nel 1985: Richard Stallman è stato costretto ad abbandonare le sue cariche dopo le recenti pressioni seguite ai commenti che lo stesso Stallman ha diffuso in merito alle vicende legate al trafficante sessuale Jeffrey Epstein, morto suicida nella sua cella al Metropolitan Correctional Center di Manhattan lo scorso 10 agosto, dove attendeva l'avvio del processo federale a suo carico.

Nel messaggio inviato al CSAIL e sul suo blog personale, Stallman scrive: "Alla community del MIT, mi dimetto con effetto immediato dalla mia posizione al CSAIL. Faccio questo per via delle pressioni esercitate sul MIT e su di me per una serie di fraintendimenti".

La scorsa settimana l'ingegnere meccanico Selam Jie Gano, ed ex-alunna del MIT, aveva reso pubbliche alcune email inviate da Stallman a due mailing list interne dell'istituto. In una di queste mail il padre del software libero aveva definito come "interamente consenziente" Virginia Giuffre, una delle vittime dei traffici di Epstein, mentre in un'altra mail Stallman ha espresso alcune considerazioni sulla definizione del termine "stupro" quando dipende da "dettagli minori" come la giurisdizione in cui si è consumato l'atto o se la vittima avesse 17 o 18 anni.

Il MIT è al centro del mirino per i legami avuti in passato con Epstein, dopo che un'inchiesta del New Yorker ha fatto luce su una donazione di 7,5 milioni di dollari devoluta dallo stesso Epstein al Media Lab dell'istituto. Una rivelazione che ha portato alle dimissioni del direttore del Media Lab, Joi Ito, e che ha spinto il MIT a richiedere un'indagine per approfondire i legami con Epstein.

Il presidente del MIT, Rafael Reif, ha ammesso che lo studio legale incaricato dell'indagine ha scoperto una lettera che egli ha scritto per ringraziare Epstein per una donazione avvenuta nel 2012, quattro anni dopo la condanna per aver procurato una minorenne per prostituzione. "A quanto pare ho firmato questa lettera il 16 agosto del 2012, sei settimane dopo l'avvio della mia presidenza. Non ne ho ricordo, ma porta la mia firma" ha dichiarato Reif.

La Free Software Foundation ha emesso un comunicato condividendo le dimissioni e annunciando che il consiglio avvierà immediatamente la ricerca di un nuovo presidente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto17 Settembre 2019, 16:59 #1

ah no eh!

Stallman sicuramente è un genio,strano,molto strano ma un genio,di cavolate ne ha dette tante ma stavolta gli è scappata la parola di troppo.
turcone17 Settembre 2019, 17:04 #2
ormai esprimere dei pensieri personali è sempre più difficile si rischia sempre di cadere nel politicaly scorrect
inited17 Settembre 2019, 17:19 #3
Questi non sono pensieri personali, queste sono le sole volte in cui devi accendere davvero il cervello prima di parlare.
s-y17 Settembre 2019, 17:29 #4
pisciata fuori di tazza, decisamente
tuttavia non è nemmeno troppo strano, data la sua stessa storia di prese di posizione 'scomode', e atteggiamenti sopra le righe.
ma è cambiata la sensibilità al riguardo, e i mezzi per moltiplicarla, e chi è in posizioni di responsabilità, deve tenerne conto.
d'altra parte penso che casi come questo non siano così d'aiuto rispetto al problema (in questo caso direi che è più in discussione maschilismo vs femminismo, sotto sotto) e anzi, più probabile che i pesci che vengono pescati e il clamore relativo serva più a quelli che restano sott'acqua, indisturbati
marcram17 Settembre 2019, 17:51 #5
Originariamente inviato da: turcone
ormai esprimere dei pensieri personali è sempre più difficile si rischia sempre di cadere nel politicaly scorrect


Concordo. Al giorno d'oggi non puoi più intavolare una discussione, porre dei dubbi, avanzare un'idea diversa senza che tu venga messo al rogo per non essere uniformato al pensiero comune. E spesso quelli che ti mettono al rogo non hanno capito una parola di quello che hai detto, ma pretendono comunque il tuo scalpo.
Conosciamo le sparate di Stallman, tanto quanto le sfuriate volgari di Torvalds.
E allora? Il mondo è bello perché è vario, e non tutto in giacca e cravatta...
Questo mondo delle dimissioni per una parola di troppo, proprio non lo capisco.
Tasslehoff17 Settembre 2019, 17:53 #6
Mah, io è da un po' che seguo questo caso e mi pare che qui si stia ingigantendo una questione prettamente lessicale.
RMS come suo solito si è messo a fare le pulci ed è stato travolto dall'indignazione generale per qualcosa che non ha mai detto.

[LIST]
[*]Prima di tutto occorre notare che tutta la discussione verte sull'articolo di theverge.com, non sulle testimonianze o gli atti processuali.
[*]RMS è stato accusato di aver negato lo stupro portando a testimonianza il fatto che lo stesso Epstein avrebbe confessato di averla violentata.
Ma leggendo accuratamente si può notare che RMS si riferisce a Minsky, non a Epstein, il quale avrebbe avuto un rapporto con la ragazza, ma come riportato dall'articolo non si parla affatto di stupro in questo caso, ma del fatto che la ragazza sia stata incentivata ad avere un rapporto con lui, non forzata. (ricordo che tutta la discussione si basa sull'articolo, non su quello che è successo veramente o che si crede sia successo).
[*]chi ha accusato RMS di aver negato lo stupro lo definisce esclusivamente in termini di rapporto con minorenne, mentre invece come ha giustamente rimarcato RMS l'età del consenso è variabile (in Italia ad es è stabilita a 14 anni, negli USA varia da stato a stato e si va da 16 a 18 anni).
Ovviamente questo è assurdo, dato che la definizione di stupro è indipendente dall'età del consenso, ma è in questi termini che è stato definito dall'interlocutore di RMS e gli ha fatto notare l'ovvio (ovvero la variabilità dell'età del consenso).
[/LIST]

Mah, mi rendo conto che la questione è delicata, ma si è trattato di uno scambio su dettagli su un articolo e per questo RMS è stato letteralmente messo in croce e costretto alle dimissioni per salvare la faccia al MIT (che avrebbe ben altri motivi per sprofondare sempre legati allo scandalo Epstein).
matrix8317 Settembre 2019, 18:39 #7
Originariamente inviato da: turcone
ormai esprimere dei pensieri personali è sempre più difficile si rischia sempre di cadere nel politicaly scorrect

Per la cronaca si dice incorrect, scorrect è un orrendo italenglish.
Hiei360017 Settembre 2019, 20:21 #8
Società bigotta.

Le considerazioni personali di questo individuo non tolgono il fatto che potrebbe essere stato un genio sul suo campo(non ne so molto a riguardo quindi non saprei nello specifico),e tu butti fuori un elemento così valido per delle considerazioni controverse su qualcosa che comunque non aveva niente a che fare con il suo lavoro?

Facciamo un esempio banale banale.

Mettiamo che sei una software house e che hai nel team un genio con 200 IQ che vale 10 dei tuoi dipendenti ma che prende lo stipendio come ogni altro dipendente, mettiamo il caso che questo individuo abbia idee controverse (tipo che so, che le donne dovrebbero stare a casa a badare ai figli e non a fare carriera,ho preso un esempio a caso),ma comunque idee che non ha mai cercato di imporre a nessuno: Cosa facciamo? buttiamo via un elemento valido quanto altri 10 perché non ci piacciono le sue idee?(che ripeto, non hanno niente a che vedere con il suo lavoro).

Che cosa è successo al buon vecchio "Non mi importa di quello che pensi basta che sai fare bene il tuo lavoro" ?
s-y17 Settembre 2019, 20:42 #9
però se hai un ruolo di rappresentanza (magari non formale, al mit, mentre alla fsf ovviamente si) devi cmq tenere conto che il mondo della comunicazione si è trasformato in un luogo dove anche un peto a monte può generare tonnellate di cacca a valle. se non ne tieni conto, significa che non sei (più adatto al ruolo. questo a prescindere dalle motivazioni per 'opportunità e rappresentanza' delle istituzioni in cui operava

che poi l'eccesso opposto sia altrettanto crtiticabile (alcune posizioni sanno di animalismo asociale ormai) non è certamente negabile, nonchè probabilmente anche più dannoso rispetto agli obbiettivi teorici...

inoltre non credo che perderà capacità di influenza, nel mondo specifico del software. anche perchè di critiche non tanto diverse nei lustri ne ha collezionate parecchie, senza troppi problemi
marcram18 Settembre 2019, 10:03 #10
Originariamente inviato da: s-y
però se hai un ruolo di rappresentanza (magari non formale, al mit, mentre alla fsf ovviamente si) devi cmq tenere conto che il mondo della comunicazione si è trasformato in un luogo dove anche un peto a monte può generare tonnellate di cacca a valle. se non ne tieni conto, significa che non sei (più adatto al ruolo. questo a prescindere dalle motivazioni per 'opportunità e rappresentanza' delle istituzioni in cui operava


Infatti, ed è questo che fa schifo. Devi mentire ad ogni costo, dire quello che la gente vuole sentire anche se sbagliato, farti vedere per quello che non sei. Soprattutto nella "terra di libertà" statunitense...

Ma, alla fine, è davvero così bello e auspicabile avere tutte persone false, nei ruoli di rappresentanza? Perché sembra che sia questo che vuole la gente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^