Rete televisiva francese attaccata dagli hacker perché avrebbe rivelato le proprie password

Rete televisiva francese attaccata dagli hacker perché avrebbe rivelato le proprie password

Hacker informatici che agiscono per conto dell'Isis hanno oscurato l'emittente francese TV5Monde. Ma le password degli account di TV5Monde erano apparse in TV.

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Web
 

Le autorità francesi stanno indagando sull'attacco hacker alla rete televisiva francese Tv5Monde, oscurata per diverse ore nella giornata di ieri in seguito a un attacco la cui responsabilità pare ricadere sullo Stato Islamico. Oltre all'impossibilità di raggiungere i canali televisi dell'emittente, il sito di Tv5Monde è rimasto down per diverse ore, mentre sui profili social dell'emittente sono comparsi messaggi di dubbia origine. Pare che gli hacker abbiano utilizzato un metodo molto più semplice rispetto a quelli inizialmente supposti dagli inquirenti.

Tv5Monde

Durante un'intervista al telegiornale francese 13 Heures, infatti, il giornalista di Tv5Monde David Delos avrebbe involontariamente rivelato almeno una password per i profili di social media dell'emittente. Questo perché è stato filmato con alle sue spalle un muro pieno di post-it, alcuni con le password per gli account poi violati.

Il filmato rivela le password per gli account Twitter, Instagram e YouTube di Tv5Monde. Una di queste sarebbe addirittura "lemotdepassedeyoutube", ovvero "lapassworddiyoutube".

Gli hacker hanno utilizzato i canali social di TV5Monde per divulgare messaggi e slogan jihadisti. Un incidente che rivela come la sicurezza sia un problema che non riguarda solamente la protezione delle reti informatiche, ma anche il livello di attenzione riposto dai singoli utenti nell'individuare password realmente consistenti, oltre che nel proteggerle.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7710 Aprile 2015, 11:46 #1

Figuraccia notevole!!
annunziatoco10 Aprile 2015, 12:13 #2
Ora chi fa un login è un hacker?
Mory10 Aprile 2015, 12:39 #3
1- non è stato rivelato nulla, semmai le pwd sono state reperite per stupidità di chi le ha messe li in bella vista. Chiunque entrando in quell'ufficio poteva vederle
2- a far l'hacker cosi sono capace anche io, nella ditte in cui vado le pwd sono "nascoste" sotto le tastiere (almeno non sono li in bella vista)
bobafetthotmail10 Aprile 2015, 12:54 #4
bah, è raro trovare aziende che non abbiano le password scritte su bigliettini in giro.

Chi inventa un modo per risolvere il problema e mantenere i sistemi sicuri nonostante la stupidità disarmante degli utenti, fa tanti di quei soldi...
Londo8310 Aprile 2015, 15:20 #5
Se lo meritano!
LMCH10 Aprile 2015, 22:40 #6
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
bah, è raro trovare aziende che non abbiano le password scritte su bigliettini in giro.

Chi inventa un modo per risolvere il problema e mantenere i sistemi sicuri nonostante la stupidità disarmante degli utenti, fa tanti di quei soldi...


Oppure si mette su un azienda di pulizie con tariffe bassissime e ...
si arrotonda in altro modo.
giacomo_uncino11 Aprile 2015, 10:08 #7
le password in bacheca, in foglio A4 e caratteri in grassetto ............ facile la vita dell'hacker
SpyroTSK11 Aprile 2015, 16:50 #8
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
bah, è raro trovare aziende che non abbiano le password scritte su bigliettini in giro.

Chi inventa un modo per risolvere il problema e mantenere i sistemi sicuri nonostante la stupidità disarmante degli utenti, fa tanti di quei soldi...


Bhe, sinceramente chiunque è in grado di memorizzare una password, basta associare delle parole a delle immagini/persone nella propria testa.

Ad esempio, se vi siete sposati nel 1990 a Roma con vostra moglie "Angela":
Wed90Colosseo
Flavium90
Spqr90
Mat90Angela
ForumWed9@

Le password sono una cosa semplice da ricordare, se ci si impegna (e non si soffre di alzheimer).
Poi, avere password in comune con un'altra persona, è sbagliato, vedasi "lapassworddiyoutube"
bobafetthotmail11 Aprile 2015, 18:34 #9
Originariamente inviato da: SpyroTSK
Bhe, sinceramente chiunque è in grado di memorizzare una password,
Bah, tutti gli admin semi seri che conosco (dove la ditta glie lo lascia fare) fanno regolarmente giri di ispezione per far sparire iscrizioni runiche e bigliettini vari.

Poi fioccano le richieste di password reset.
Pier220411 Aprile 2015, 18:52 #10
Originariamente inviato da: SpyroTSK
Bhe, sinceramente chiunque è in grado di memorizzare una password, basta associare delle parole a delle immagini/persone nella propria testa.

Ad esempio, se vi siete sposati nel 1990 a Roma con vostra moglie "Angela":
Wed90Colosseo
Flavium90
Spqr90
Mat90Angela
ForumWed9@

Le password sono una cosa semplice da ricordare, se ci si impegna (e non si soffre di alzheimer).
Poi, avere password in comune con un'altra persona, è sbagliato, vedasi "lapassworddiyoutube"


Facile da ricordare se uno usa un'unica password per tutto, anche se è altamente sconsigliato.

La stessa password per:

Accuon utente del pc
amministratore PC
web banking
servizi live come posta, cloud, calendario, office, e altro
abbonamenti vari, forum, account utente di luce, acqua gas..
Skype, facebook, ecc..
internet locale..

poi aggiungiamo che molti account critical come servizi bancari o servizi aziendali a rischio hanno una password a scadenza, solitamente dai 30 giorni ai 90 giorni e ogni volta la devi cambiare.

Ricordare tutte queste password diventa complesso, ed un'unica password per tutto è pericolosissima...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^