Quasi 20 mila impiegati Amazon hanno contratto il coronavirus

Quasi 20 mila impiegati Amazon hanno contratto il coronavirus

L'azienda scrive un resoconto dettagliato sul blog ufficiale in merito alle infezioni di COVID-19 avvenute fra i propri dipendenti. I numeri sono migliori rispetto alle stime

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Web
Amazon
 

Sono 19.816 i lavoratori Amazon risultati positivi o "presunti positivi" al COVID-19, circa l'1,44% degli impiegati in prima linea. A dirlo la stessa Amazon sul blog ufficiale, dove scrive che la sua flotta dispone di 1,4 milioni di dipendenti in prima linea su Amazon e su Whole Foods.

L'ultimo post segna la prima volta che vengono rilasciati numeri completi sui dipendenti Amazon risultati positivi al nuovo coronavirus, e arriva dopo mesi di richieste di maggiore trasparenza da parte di lavoratori, governi e investitori. Secondo quanto dichiarato gli stessi dipendenti hanno collaborato nei magazzini dell'azienda per determinare quanti dei loro colleghi fossero rimasti infetti.

La divulgazione da parte di Amazon è senza dubbio molto interessante, perché in contrapposizione rispetto a quanto dichiarava Dave Clark, il vicepresidente senior delle operazioni mondiali di Amazon, a maggio. Durante un'intervista rilasciata alla CBS, infatti, affermava che "non è particolarmente utile conoscere il numero totale di casi".

Secondo Amazon i casi rilevati e accertati sono inferiori rispetto alle stime (33.952), misurate sulla base del numero totale di dipendenti confrontato con il tasso di casi della popolazione generale riportato dalla Johns Hopkins University. Non sappiamo, però, quanti siano i dipendenti Amazon deceduti per via dell'infezione da COVID-19, almeno non da fonti ufficiali.

Di recente la NBC ha dichiarato che almeno 10 dipendenti Amazon sono morti a causa della malattia, argomento non discusso sul post. Il colosso dell'e-commerce globale, però, afferma di condurre di migliaia di test al giorno, con l'obiettivo di eseguire 50 mila test al giorno su 650 siti entro novembre. L'azienda afferma inoltre di aver distribuito oltre 100 milioni di maschere per il viso, istituito controlli della temperatura e introdotto "procedure di pulizia avanzate" nei propri siti.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Jack.Mauro03 Ottobre 2020, 10:22 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Sono 19.816 i lavoratori Amazon risultati positivi o "presunti positivi" al COVID-19, circa l'1,44% degli impiegati in prima linea.


Guardando questo grafico, al momento aggiornato al 2 ottobre:
https://ourworldindata.org/coronavi...;pickerSort=asc

direi che la percentuale è piuttosto alta, ma comunque non sconvolgente.
Le medie nazionali di positivi sono:
- Stati uniti: 2,20%
- Spagna: 1,67%
- Lussemburgo: 1,37%
...
- Italia: 0,53%

Prendendo a campione solo gli "impiegati in prima linea", mi sarei anche aspettato una percentuale superiore.......
-
randy8803 Ottobre 2020, 13:10 #2
"Not great not terrible"

Minchiate a parte, sincerament pensavo MOLTI di più. Cinsiderando le tipologie di lavoro che fanno, e il fatto che non si siano mai fermati, è un dato sostanzialmente basso.
10 morti su 1.4 milioni di dipendenti è un dato che si commenta da se.

Piuttosto il dato che mi ha sconvolto sono gli 1.4 milioni di dipendenti.... praticamente Amazon considerando quanto cresce, sta diventando una nazione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^