Pirateria dilagante su Google: record di richieste di eliminazione link giornaliero

Pirateria dilagante su Google: record di richieste di eliminazione link giornaliero

Per la prima volta nella storia Google è chiamata a fronteggiare la gestione di una media di un milione di richieste di eliminazione link pirata ogni giorno

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Web
Google
 

Gli sforzi di Google per fronteggiare la diffusione dilagante di pirateria e porno sono sotto gli occhi di tutti, tuttavia non sembrano sufficienti. Volenti o nolenti, chi cerca materiale illegale spesso passa per Google anche per via dell'algoritmo di ricerca, fra i migliori sulla piazza. Il record fatto registrare oggi - indirettamente - dal colosso di Mountain View era pertanto decisamente atteso.

Google gestisce ogni giorno una media di un milione di richieste per rimozioni di link legati a materiale pirata. Nel tentativo di veicolare gli utenti fuori dai siti pirata, i detentori di diritti d'autore sovraccaricano la società con richieste di "DMCA takedown", aumentate notevolmente dal momento in cui Google ha iniziato a rendere pubblici i dati dei trend di ricerca.

Se alcuni anni fa la società gestiva poche decine di richieste simili in un anno intero, la cifra è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni, continuando a crescere vertiginosamente negli ultimi mesi. La scorsa settimana, il colosso di Mountain View ha dovuto rimuovere oltre 7,8 milioni di risultati delle ricerche, con un sensibile aumento del 10% rispetto al record, fatto registrare solamente la settimana precedente.

Google, record di richieste DMCA takedown
Fonte: TorrentFreak

Detentori di diritti d'autore troppo esigenti, Google troppo permissiva o pirateria dilagante e incontrollabile? Le cause del fenomeno possono essere molte, ma per capirne l'entità basta dire che, nella scorsa settimana, Google ha dovuto rimuovere una media di un risultato ogni 8 millisecondi, per un trend destinato ad aumentare nel prossimo futuro. In paragone, nel 2006 la società di Mountain View era chiamata a fronteggiare una singola richiesta ogni sei giorni.

Google non può naturalmente gestire un numero così elevato di richieste manualmente, ed è per questo che spesso si affida a strumenti automatizzati. Un modus operandi che ha generato non pochi dissensi, permettendo abusi della funzionalità di segnalazione e rimuovendo erroneamente alcuni link del tutto legittimi nel corso del tempo. Google adotta inoltre una serie di misure automatizzate per contrastare la pirateria che, considerando il numero in aumento per le richieste di takedown, non risultano efficaci secondo la RIAA.

Brad Buckles, vice presidente esecutivo dell'associazione americana, sostiene che Google debba utilizzare sistemi più netti contro i siti pirata, come il ban dell'intero dominio: "Ogni giorno vengono prodotti sempre più risultati pirata, e non riusciamo a vedere una fine. Utilizziamo un secchio per affrontare un oceano di download illegali", sono state le parole del dirigente della RIAA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

70 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bivvoz21 Agosto 2014, 15:49 #1
Ehm... perchè dovrebbero rimuovere i porno
gaxel21 Agosto 2014, 15:59 #2
Originariamente inviato da: Bivvoz
Ehm... perchè dovrebbero rimuovere i porno


Eh, appunto... perché? Che ce ne facciamo poi di Internet?
alexdal21 Agosto 2014, 15:59 #3
anche quelli sono pirata.

penso che le videocassette riviste e dvd non si vendano piu' quello che e' in rete per il 99,999999% e' rubato.

Bivvoz21 Agosto 2014, 16:01 #4
Originariamente inviato da: alexdal
anche quelli sono pirata.

penso che le videocassette riviste e dvd non si vendano piu' quello che e' in rete per il 99,999999% e' rubato.


Quello rientra nella pirateria.
Che senso ha dire "pirateria e porno"?
Allora potevano dire "pirateria e vecchi film di Lino Banfi" visto che in videoteca non li vendono più e li trovi solo pirata
madnesshank21 Agosto 2014, 16:03 #5
Non bisogna combattere la pirateria, bisogna abolire il copyright e ogni forma di proprietà intellettuale. Ciò che va rispettato non è lo sporco interesse economico di una multinazionale, ma il naturale e umano desiderio di condividere qualunque cosa, desiderio che si realizza attraverso Internet. Internet è il luogo sacro della comunicazione, non un mercato. Internet è il luogo dove qualunque contenuto, senza eccezioni, può e deve circolare liberamente ed essere accessibile a tutti.
gaxel21 Agosto 2014, 16:04 #6
Originariamente inviato da: madnesshank
Non bisogna combattere la pirateria, bisogna abolire il copyright e ogni forma di proprietà intellettuale. Ciò che va rispettato non è lo sporco interesse economico di una multinazionale, ma il naturale e umano desiderio di condividere qualunque cosa, desiderio che si realizza attraverso Internet. Internet è il luogo sacro della comunicazione, non un mercato. Internet è il luogo dove qualunque contenuto, senza eccezioni, può e deve circolare liberamente ed essere accessibile a tutti.


Guarda che siamo nel 2014. non nel '68...
DKDIB21 Agosto 2014, 16:04 #7
Ma infatti: che c'hanno contro il porno?
Internet l'hanno inventato per questo!
gaxel21 Agosto 2014, 16:05 #8
Originariamente inviato da: DKDIB
Ma infatti: che c'hanno contro il porno?
Internet l'hanno inventato per questo!


Internet, VHS, BluRay, ecc...
DKDIB21 Agosto 2014, 16:12 #9
[color=red]Gaxel wrote:[/color]
> Internet, VHS, BluRay, ecc...

In realtà l'industria cinematografica del porno avrebbe preferito gli HD-DVD ai Blu-ray, per una questione di costi: il settore era già in forte contrazione, a causa di Internet.
Su Internet i soldi si fanno con le cam e gli accessi premium a siti di video ed incontri: la vendita diretta dei video è pressoché scomparsa.


P.S.
Per ora, su 9 commenti, 7 riguardano il passaggio sul porno.
In pratica, siamo rimasti quasi tutti gelati prima ancora d'aver finito la prima riga dell'articolo. XD
sidewinder21 Agosto 2014, 16:24 #10
A vedere i commenti, e' la ennesima dimostrazione della regola 34 di internet...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^