Obama: 'L'Europa attacca le nostre compagnie tecnologiche perché non può competere'

Obama: 'L'Europa attacca le nostre compagnie tecnologiche perché non può competere'

Decisamente infelici le riflessioni di Obama durante un'intervista con Re/code, che ritiene la Commissione Europea colpevole di privilegiare le aziende europee all'interno delle proprie normative

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Web
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

98 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot18 Febbraio 2015, 10:25 #11
Sul fatto che i paesi europei non possano competere con gli usa ha ragione, soprattutto per via della tassazione molto piu' bassa e della ridottissima burocrazia. Che si prenda esempio da loro, soprattutto nel nostro paese ormai in bancarotta.
oasis66618 Febbraio 2015, 10:29 #12
Qualcuno gli ricordi che l'America è solo una colonia dell'Europa e che tutti i suoi abitanti discendono da migranti europei...
koni18 Febbraio 2015, 10:31 #13
di cosa vi stupite ????
lui è americano e mette prima di tutto le aziende americane , basta ricordare apple contro Samsung che ha messo il veto su una sentenza sfavorevole ad apple

solo un gruppo politico italiano pensava che Obama fosse il salvatore del mondo e difatti si sono sbagliati ....
Mparlav18 Febbraio 2015, 10:33 #14
A dire il vero le compagnie USA vengono "attaccate" in molti Paesi nel mondo, non solo in Europa.
E quello che il loro Presidente chiama "attacco" altro non è che l'adeguamento alle normative locali.

Il problema maggiore è che gli USA sono abituati da decenni a sentirsi dire "sì" in Europa ad ogni loro richiesta o semplicemente a metterli di fronte al fatto compiuto.

Ma il mondo sta' cambiando.
flapane18 Febbraio 2015, 10:39 #15
...ritiene la Commissione Europea colpevole di privilegiare le aziende europee all'interno delle proprie normative


Fanno bene, una volta tanto si difendono i propri interessi, e l'UE dimostra di avere un pur debole senso.
Gli USA sono forse terreno di conquista per multinazionali straniere?
Wonder18 Febbraio 2015, 10:47 #16
Europa non può competere? Per forza, non ci sono alternative valide europee, pertanto non sussite neanche che vogliamo avvantaggiare le nostre ditte.
Ha sparato solo delle cazzate.
E poi l'Europa ha molti più utilizzatori degli USA, pertanto se avessimo un'alternativa nostra, loro avrebbero meno soldi. Quindi zitto e mosca
battilei18 Febbraio 2015, 10:49 #17
AMERICANI Pagate le tasse ! non vi fate un po' schifo da soli ?


http://www.primaonline.it/wp-conten...acco_report.pdf
[I]
FRANCESCO BOCCIA – PRESIDENTE COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA
Quella che loro han chiamato web tax, ma altro non è che il pagamento dell’iva quindi
dell’imposta indiretta per tutte le multinazionali del web che non hanno mai pagato iva
in Italia e continuano a non pagarla
...
GIOVANNA BOURSIER
Chi l’ha chiamata per dirle quel che stai facendo non va bene?

FRANCESCO BOCCIA – PRESIDENTE COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA
Non è un mistero che non solo l’ambasciata americana, ma anche la Camera di Commercio italo americana auspicava che il Parlamento non se ne occupasse. Io deputato della Repubblica Italiana, ritrovarmi la Camera di commercio italo americana che mi dice che non devo permettermi di fare una legge, capisce in che condizione siamo.[/I]



ragazzi non so se avete capito bene.
e mi raccomando continuate a comprare su amazon
benderchetioffender18 Febbraio 2015, 11:03 #18
Originariamente inviato da: Mparlav
A dire il vero le compagnie USA vengono "attaccate" in molti Paesi nel mondo, non solo in Europa.
E quello che il loro Presidente chiama "attacco" altro non è che l'adeguamento alle normative locali.

Il problema maggiore è che gli USA sono abituati da decenni a sentirsi dire "sì" in Europa ad ogni loro richiesta o semplicemente a metterli di fronte al fatto compiuto.

Ma il mondo sta' cambiando.

hai perfettamente ragione, il problema è che sta cambiando per tutti, anche per gli europei che invece, viste le regole stringenti e la burocrazia che uccide, vogliono mantenere lo status quo. E innegabile che l'europa è la zona con maggior concentrazione di vecchiaia sul pianeta, un po per cultura un po per mentalità "invecchiata", ci eccitiamo meno alle novità e preferiamo un modello tutto sommato conservatore. (IMHO)

detto questo, Obama puo anche ficcarselo dove non batte il sole, tranne qualche castroneria (caso IE) finora l'europa ha solo cercato di proteggere i cittadini da una serie di squali senza umanità. Il rovescio della medaglia purtroppo è che tra tener lontani gli squali e la cultura conservatrice, abbiamo lasciato inaridire quasi completamente il sottobosco dell'IT in europa, ed è evidente:

caso spagnolo, chiude google news... c'è un alternativa europea? no
se chiudesse facebbok...c'è un alternativa europea? no
e l'elenco sarebbe molto lungo
ogni giorno usiamo tecnologia E investimenti USA, ma non creiamo nulla di competitivo perché manca una struttura che tra silicon valley, Berkeley e grosse aziende è stata affinata in 70 anni...
per fare un paragone, è come se loro avessero Roma antica e noi fossimo i barbari... entrambi abbiamo e usiamo tecnologie similari o identiche, ma l'organizzazione fà la differenza.
El Tazar18 Febbraio 2015, 11:04 #19
Originariamente inviato da: Bivvoz
Qualsiasi provider offre anche servizio di mail mi pare, in effetti forse cloud è più difficile.


Perchè io personalmente se trovassi un servizio [U]italiano[/U] che mi dia email-contatti-calendario da poter gestire su smartphone e pc lo sottoscriverei all'istante. Anche a pagamento

Qualche idea?
BulletHe@d18 Febbraio 2015, 11:08 #20
Per il post sopra:
premesso che forse quelli che non paghiamo le tasse siamo Noi in primis visto l'alto tasso di evasione fiscale che abbiamo in casa, quello stralcio di intervista che è stato riportato non è nulla di strano è lecito chiedere come è lecito rispondere di no, voglio dire in confronto ad altre richieste che vengono fatte fra i nostri politici quella era la meno peggio, poi la battuta su amazon: premesso che se usi lo store italiano paghi tutto col sistema fiscale italiano, ma a parte ciò, il problema è che non ci si può permettere di fare i conti in tasca alle persone, sappiamo tutti che certi siti sono molto più convenienti e con la crisi che c'è nessuno si sogna di regalare soldi e nessuno comprerebbe un oggetto da un negozio se poi da altri lidi lo paghi la metà, non cadiamo dalle nuvole.

Tornando OT
uscita infelice di Obama, però come qualcuno più sopra aveva fatto notare l'europa è rimasta troppo indietro e prima di criticare gli altri dovrebbe farlo con se stessa per non essersi neanche lontanamente preoccupata di mantenere competitivo il nostro mercato europeo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^