Netflix non paga il riscatto: online la 5a stagione pirata di Orange is The New Black

Netflix non paga il riscatto: online la 5a stagione pirata di Orange is The New Black

Un gruppo di hacker ha pubblicato le prime dieci puntate della nuova stagione di Orange Is the New Black che sarà disponibile ufficialmente non prima del 9 giugno

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Web
Netflix
 

Durante il week-end il gruppo hacker "TheDarkOverlord" (TDO) ha rilasciato il primo episodio della Stagione 5 della serie Orange Is the New Black, chiedendo un "modesto riscatto" (secondo NBC News) a Netflix in modo da evitare che venissero rilasciate anche le puntate successive. Il gruppo ha in seguito dichiarato che "Netflix ha continuato a non rispondere", costringendoli ad agire adeguatamente.

"Non è divertente lasciare la gente sulle spine, così abbiamo deciso di rilasciare anche gli episodi dal 2 al 10 della stagione 5 di Orange Is the New Black dopo parecchie lunghe discussioni in ufficio in presenza di alcool". Netflix non ha ancora rilasciato dichiarazioni esaustive sull'avvenimento, a parte un piccolo comunicato in cui parla di violazione della propria sicurezza e del coinvolgimento delle autorità di legge per far luce su quanto successo negli scorsi giorni.

TorrentFreak, sempre molto attento su argomenti legati alla pirateria, scrive che il gruppo ha ottenuto l'accesso ai Larson Studios di Hollywood verso la fine dell'anno scorso, cioè i locali in cui vengono registrati i dialoghi della serie televisiva. Secondo quanto riporta il sito, gli Studios hanno accettato di pagare il riscatto di 50 Bitcoin (circa 65 mila euro) senza però portare a termine il pagamento nei tempi stabiliti. TDO non è inoltre un gruppo recente che cerca semplicemente di ottenere un po' di visibilità, dato che negli ultimi anni aveva già fatto parlare di sé.

Si tratta infatti del team che ha hackerato sistemi medici contenenti i dati di atleti professionisti, ha rilasciato i dati di Gorilla Glue e ha pubblicato contratti e un video di un incidente mortale appartenenti alla compagnia di costruzione Pre-Con Products. TDO ha infine dichiarato che National Geographic, Fox e IFC sono anch'esse "sul menu della festa" e potrebbero ricevere presto delle richieste di riscatto per non subire la stessa situazione che sta vivendo Netflix in questi giorni.

Il resto della stagione 5 di Orange Is the New Black è apparentemente in salvo, dal momento che al momento dell'hacking sui server di Netflix non erano presenti le puntate successive alla decima (a dirlo è stato lo stesso team che ha eseguito l'attacco). La stagione sarà pubblicata ufficialmente nella sua interezza il prossimo 9 giugno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
chichino8402 Maggio 2017, 15:58 #1
Ma non hanno mai visto un blockbuster questi hacker? Lo sanno tutti che gli americani non trattano con i terroristi!
Ironia a parte, credo che a netflix si siano fatti bene i conti e giunti alla logica conclusione che con questo leak non ci avrebbero rimesso nemmeno i 65k dollari del riscatto. E per me ha pienamente senso, tanto si parla di una serie tv con un audience talmente vasta che farla uscire oggi o tra un mese non scalfirebbe di una virgola gli introiti dell'azienda
Phoenix Fire02 Maggio 2017, 16:07 #2
Originariamente inviato da: chichino84
Ma non hanno mai visto un blockbuster questi hacker? Lo sanno tutti che gli americani non trattano con i terroristi!
Ironia a parte, credo che a netflix si siano fatti bene i conti e giunti alla logica conclusione che con questo leak non ci avrebbero rimesso nemmeno i 65k dollari del riscatto. E per me ha pienamente senso, tanto si parla di una serie tv con un audience talmente vasta che farla uscire oggi o tra un mese non scalfirebbe di una virgola gli introiti dell'azienda


quoto, aggiungo che comunque la stagione non è neanche intera (sarà la metà immagino) quindi...
Aryan02 Maggio 2017, 16:34 #3
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
quoto, aggiungo che comunque la stagione non è neanche intera (sarà la metà immagino) quindi...


Dovrebbero essere 9 puntate su 13

Cmq da altro sito sembra che la quasi totalità del materiale rubato sia in bassa definizione. Per dire Netflix OITNB la trasmette in 4K...
UnderWorldie02 Maggio 2017, 19:24 #4

[napalm51 mode on]

forse lo scopo di questa azione non è tanto l'aver rubato degli episodi di una serie tv ed aver chiesto un riscatto quanto una critica feroce contro le multinazionali come netflix che hanno decretato il fallimento di Blockbuster :-D
Bestio02 Maggio 2017, 20:35 #5
Ovvio che Netflix non avrebbe mai pagato un riscatto, anche perchè avrebbe creato un precedente che avrebbe portato un sacco di criminali a fare altrettanto.
globi02 Maggio 2017, 20:43 #6

@Nino Grasso

10 gg.





Scherzo.
slayerthc03 Maggio 2017, 08:26 #7
Beh, un pensierino su GOT? Sarebbe bello non dover aspettare il 16 luglio
cignox103 Maggio 2017, 08:42 #8
--Beh, un pensierino su GOT? Sarebbe bello non dover aspettare il 16 luglio

*aLe03 Maggio 2017, 09:19 #9
Originariamente inviato da: Bestio
Ovvio che Netflix non avrebbe mai pagato un riscatto, anche perchè [s]avrebbe creato un precedente che avrebbe portato un sacco di criminali a fare altrettanto[/s] ora ci sono migliaia di persone che hanno visto le prime 9 puntate e dovranno per forza abbonarsi a Netflix per vedere come finisce.
Fix'd. Secondo me Netflix da 'sta cosa non solo non ci perde, ma ci guadagna anche.
Surrucagnolo03 Maggio 2017, 09:41 #10
Hackerate GOT please.. non sta serie inutile xd

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^