Netflix e la trimestrale di chiusura d'anno: 19 milioni di nuovi utenti nel 2016

Netflix e la trimestrale di chiusura d'anno: 19 milioni di nuovi utenti nel 2016

Superate le aspettative di crescita per il servizio di video streaming, con un quarto trimestre che traina l'intero anno. L'internazionalità è la chiave di volta per il futuro prossimo

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:24 nel canale Web
Netflix
 

Netflix ha presentato nel corso della serata di ieri i risultati del quarto trimestre e dell'intero anno fiscale 2016: il popolare servizio di video streaming regstra un fatturato di 2,4 miliardi di dollari ed un utile netto di 67 milioni di dollari nell'ultimo trimestre dell'anno, mentre per l'intero 2016 si parla di 8,3 miliardi di dollari di fatturato grazie ad una base utenti di 93,8 milioni e 19 milioni di attivazioni nette.

Per il quarto trimestre la crescita del fatturato è del 41% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, mentre per l'intero anno si tratta di una crescita del 35% nel confronto con i risultati del 2015. Il quarto trimestre è stato un periodo chiave per la società, che ha registrato ben 7,05 milioni di nuovi utenti rispetto alla previsione di 5,2 milioni. La crescita è dovuta in particolare ai mercati al di fuori degli USA, dove gli utenti sono cresciuti di 5,12 milioni. Della base utenti totale di Netflix, il 47% è al di fuori degli Stati Uniti. Per quanto riguarda il prossimo trimestre la società si attende 5,2 milioni di nuovi utenti (1,5 milioni negli USA e 3,7 milioni a livello internazionale).

La grande importanza del mercato extra-USA è riconosciuto anche dalla società: "Stiamo imparando rapidamente il modo migliore per abbinare i contenuti con i gusti del pubblico di tutto il mondo. È chiaro che i contenuti di alta qualità viaggiano bene attraverso i confini. Per esempio, i nostri originali globali come Marvel’s Luke Cage, The Crown e la stagione 3 di Black Mirror continuano a generare emozioni e ottime visualizzazioni in tutto il mondo. Allo stesso modo, Una mamma per amica: Un anno nella vita ha debuttato nella top 10 in ogni territorio. Trollhunters di Guillermo del Toro, lanciato nel mese di dicembre, è sulla buona strada per essere il contenuto originale kids più visto di sempre e sta performando particolarmente bene nei nostri territori più recenti. Abbiamo chiuso il trimestre con l'uscita di The OA, un dramma soprannaturale a più livelli che è un grande esempio dello storytelling coraggioso e creativo che sosteniamo. Il nostro primo contenuto originale brasiliano, la serie 3%, un thriller sci-fi post-apocalittico, è uno degli original più seguiti in Brasile ed è andato molto bene in tutta l'America Latina".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
biagicus19 Gennaio 2017, 14:45 #1
quando sai lavorare sbaragli con facilità la concorrenza
Domenik7319 Gennaio 2017, 14:51 #2
Direi meritati, visto che è una spanna sopra la concorrenza
Tasmanian Devil19 Gennaio 2017, 15:18 #3
Sono assolutamente avanti.....abbonato da più di un anno , servizio e qualità fantastici
Dumper19 Gennaio 2017, 15:21 #4
Ottimo per la qualità dello streaming, anche con la mia linea da terzo mondo
Ottimo per i telefilm
Ottimo per i documentari
Pessimo per i film, catalogo vecchio, statico, e privo di prime uscite.
Tasmanian Devil19 Gennaio 2017, 15:27 #5
la chiave di volta sono le serie autoprodotte.... bellissime
AlexXxin31 Gennaio 2017, 10:31 #6
Be, con tutto quel fatturato potrebbero abbassare le tariffe. Sono carissimi, tenuto conto che la linea per fruire del loro prodotto e´a carico nostro e che non devono produrre i beni che vendono (tipo un´ automobile od un cellulare).
8,3 Miliardi di dollari di fatturato, aziende cosi´ dovrebbero essere di Stato.
Zappz31 Gennaio 2017, 10:48 #7
Ma infatti sono terribilmente cari, questo mese ero indeciso se farmi una bevuta al bar o un mese di abbonamento a netflix e devo dire che è stata molto dura rinunciare a quel singolo drink...
Dumper31 Gennaio 2017, 10:57 #8
Originariamente inviato da: AlexXxin
Be, con tutto quel fatturato potrebbero abbassare le tariffe. Sono carissimi, tenuto conto che la linea per fruire del loro prodotto e´a carico nostro e che non devono produrre i beni che vendono (tipo un´ automobile od un cellulare).
8,3 Miliardi di dollari di fatturato, aziende cosi´ dovrebbero essere di Stato.


Netflix è una società a scopo di LUCRO che offre un bene superfluo, se lo vuoi paghi quanto richiesto.
AlexXxin31 Gennaio 2017, 11:00 #9
Originariamente inviato da: Dumper
Netflix è una società a scopo di LUCRO che offre un bene superfluo, se lo vuoi paghi quanto richiesto.


Hai perfettamente ragione, le tariffe le stabiliscono i clienti, un esempio su tutti e´l´iPhone.

Dovresti ringraziarmi, perche´ io sono uno di quelli che contribuiscono a tenere bassi i prezzi di tantissimi beni superflui.

Ma ricordati di Netflix e compagnia, la prossima volta che leggerai le trattenute sulla busta paga.
Dumper31 Gennaio 2017, 11:05 #10
Originariamente inviato da: AlexXxin
Hai perfettamente ragione, le tariffe le stabiliscono i clienti, un esempio su tutti e´l´iPhone.

Dovresti ringraziarmi, perche´ io sono uno di quelli che contribuiscono a tenere bassi i prezzi di tantissimi beni superflui.

Ma ricordati di Netflix e compagnia, la prossima volta che leggerai le trattenute sulla busta paga.


cosa c'entrano le tasse che pago allo stato con beni offerti da società terze private che sono io a scegliere se prendere o no?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^