Nel giro di 6 anni quintuplicherà la richiesta di banda

Nel giro di 6 anni quintuplicherà la richiesta di banda

La richiesta media di banda in download sarà di 165Mbit al secondo nel 2020, le abitazioni scaricheranno in media 8GB al giorno dalla rete

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Web
 

NL Kabal e Cable Europe hanno condotto uno studio sulla connettività a banda larga secondo il quale nel giro di 6 anni la velocità di connessione richiesta in media da parte del pubblico andrà a quintuplicare rispetto a quanto mediamente disponibile oggi.

Più nel dettaglio: per il 2020 si delinea uno scenario dove il pubblico richiederà mediamente connessioni in download a circa 165Mbit di banda, mentre quelle in upload a circa 20Mbps. La domanda per l'anno 2013 è stata di 15,3Mbit in download e 1,6Mbit in upload: la domanda di banda per i prossimi anni è quindi destinata a crescere sensibilmente, con un CAGR (Compound Annual Growth Rate) del 40,3% per il downstram e del 43,9% per l'upstream.

Lo studio prevede che per il 2020 l'abitazione media si troverà a scaricare circa 8GB di dati al giorno e ad inviarne sulla rete circa 3GB. Giusto per confrontare la situazione con lo status quo odierno è bene osservare che la maggior parte dei provider di connettività mobile offrono un tetto massimo di 1GB o 2GB di traffico complessivo al mese.

E' interessante osservare, parallelamente, che l'Agenda Digitale europea indichi un obiettivo del 95% di connessioni ad almeno 30Mbps per il 2020, con il 50% degli utenti abbonati ad un servizio ad almeno 100Mbps.

A titolo di riferimento segnaliamo che la velocità di connessione media in Italia, rilevata da Akamai nel corso dell'ultimo trimestre, si assesta sui 5,2Mbit al secondo, con solamente il 4,3% delle connessioni che viaggiano oltre i 10 Mbit al secondo e, nel complesso, il 58% delle connessioni con velocità oltre i 4Mbit al secondo. Abbiamo parlato delle rilevazioni di Akamai, comprensive del quadro mondiale, in questa notizia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

63 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
echos2030 Giugno 2014, 15:49 #1
Mi viene da piangere pensando alla situazione disastrosa di internet in Italia. Se tutto va bene, nel 2020 forse noi avremo i 20 Mb in tutto il paese, FORSE. Cominciamo a pregare va la, almeno per quelli...
roccia123430 Giugno 2014, 15:59 #2
Non capisco perchè l'upload deve essere sempre limitato anche quando è possibile fare connessioni simmetriche...
Axios200630 Giugno 2014, 16:10 #3
Originariamente inviato da: roccia1234
Non capisco perchè l'upload deve essere sempre limitato anche quando è possibile fare connessioni simmetriche...


Nella testa dei provider, sono convinti che uploadano solo i pirati.....

Come se uno legalmente non potesse voler usare un servizio cloud per i propri backup o altro....
ziozetti30 Giugno 2014, 17:00 #4
Se quintuplicassero la banda della mia connessione raggiungerei i 25/2.5 Mbps.

PS: simmetrico magari no, ma almeno un paio di mega in up renderebbero meno eterno inviare una email pesante o spostare files su Dropbox...
roccia123430 Giugno 2014, 17:32 #5
Originariamente inviato da: Axios2006
Nella testa dei provider, sono convinti che uploadano solo i pirati.....

Come se uno legalmente non potesse voler usare un servizio cloud per i propri backup o altro....


Infatti .

Belli i cloud da 10-20 gb gratuiti... ma prova a inviare quella quantità di files .

Originariamente inviato da: ziozetti
Se quintuplicassero la banda della mia connessione raggiungerei i 25/2.5 Mbps.

PS: simmetrico magari no, ma almeno un paio di mega in up renderebbero meno eterno inviare una email pesante o spostare files su Dropbox...


Un paio di mega in up non migliorerebbero molto la situazione dal mega in up delle adsl italiane più veloci.
Micene.130 Giugno 2014, 17:46 #6
mah...l'obiettivo è un 20mbit reali in down e un 4-5 in up
Therinai30 Giugno 2014, 18:26 #7
Più nel dettaglio: per il 2020 si delinea uno scenario dove il pubblico richiederà mediamente connessioni in download a circa 165Mbit di banda, mentre quelle in upload a circa 20Mbps. La domanda per l'anno 2013 è stata di 15,3Mbit in download e 1,6Mbit in upload: la domanda di banda per i prossimi anni è quindi destinata a crescere sensibilmente, con un CAGR (Compound Annual Growth Rate) del 40,3% per il downstram e del 43,9% per l'upstream.

Lo studio prevede che per il 2020 l'abitazione media si troverà a scaricare circa 8GB di dati al giorno e ad inviarne sulla rete circa 3GB.

Insomma lo studio stesso non è molto coerente, come non lo è la situazione attuale per quanto riguarda il servizio offerto a privati e piccole aziende.
Downstream sufficiente nelle zone servite meglio e upstream in ogni caso insufficiente, questo grazie a investimenti ridicoli sulla fibra.
Infatti le grandi aziende se la fanno "tirare" spendendo un bel po' di quattrini.
the_poet30 Giugno 2014, 19:46 #8
Originariamente inviato da: Axios2006
Nella testa dei provider, sono convinti che uploadano solo i pirati.....

Come se uno legalmente non potesse voler usare un servizio cloud per i propri backup o altro....


E, considerando che i servizi cloud sono considerati dai più il futuro, capisci a che livello ci troviamo in Itaglia.
ziozetti30 Giugno 2014, 19:58 #9
Originariamente inviato da: roccia1234
Un paio di mega in up non migliorerebbero molto la situazione dal mega in up delle adsl italiane più veloci.

Per quanto mi riguarda, e per molti altri, significherebbe quattro volte la banda odierna. E per tutti gli altri senza fibra il doppio.
Axios200630 Giugno 2014, 20:40 #10
Originariamente inviato da: the_poet
E, considerando che i servizi cloud sono considerati dai più il futuro, capisci a che livello ci troviamo in Itaglia.


Non aggiungo altro per non cadere nei soliti discorsi sui dinosauri....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^