Nasce l'alleanza contro la pirateria (ACE): Netflix e Amazon fra i membri

Nasce l'alleanza contro la pirateria (ACE): Netflix e Amazon fra i membri

Con la diffusione delle connessioni a banda larga c'è stata una vera e propria esplosione della pirateria online, adesso aperta a tutte le tipologie di utenti. Una nuova alleanza fra trenta compagnie che operano in tutto il mondo cercherà di contrastarla

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
NetflixAmazonSony
 

Trenta giganti della fruizione di opere multimediali si sono riuniti per cercare di risolvere il problema della pirateria online. Come? Creando la Alliance for Creativity and Entertainment (ACE), un'alleanza che si pone l'obiettivo di "proteggere il dinamico mercato legale dei contenuti creativi e ridurre la pirateria online". Fra i membri della nuova coalizione troviamo nomi di un certo peso: BBC, Amazon, Sky, Sony, Twentieth Century Fox, Netflix, Disney, per un totale di trenta società che in un modo o nell'altro sono coinvolte nella diffusione di opere creative.

Nella fattispecie il gruppo punta a condurre lavori di ricerca e collaborazione con le forze dell'ordine per limitare il raggio d'azione delle imprese illegali di pirateria e "imbastire accordi volontari con le parti responsabili in tutto l'ecosistema internet". È inutile sottolineare che fra queste terze parti ci sono motori di ricerca, in primis Google, e i provider di servizi internet a banda larga, ISP, che già sono stati presi di mira da diversi paesi europei e da una recente sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea. Trovate un approfondimento in questa pagina.

ACE (c'è già il portale web) è un'iniziativa significativa in congiunzione agli altri enti che puntano a tutelare i detentori di diritti d'autore e ostacolare la diffusione della pirateria. Potrebbe rappresentare infatti un metodo nuovo e più efficace per monitorare la pirateria online e accorpare gli sforzi delle aziende individuali attraverso un'unica organizzazione che può operare in maniera coordinata con i vari membri partecipanti. L'alleanza potrebbe inoltre favorire una riduzione nelle spese legate alla protezione dei contenuti fra le compagnie che ne fanno parte.

La pirateria è un problema da parecchi anni, ma con la diffusione delle connessioni a banda larga e la disponibilità di siti di facile accesso per chiunque il problema di sta diffondendo a macchia d'olio anche fra le masse, e non solo fra gli utenti più esperti. Non ci sono, inoltre, segni di declino ed è questa la caratteristica più importante al momento. Solo nel 2016 i siti di condivisione file torrent hanno registrato circa 34,2 miliardi di visite in tutto il mondo, e questo dà fastidio ad un'industria che, solo negli Stati Uniti, contribuisce per oltre mille miliardi all'economia del paese.

Il tutto in contrapposizione ai 480 servizi online che, stando ai dati rilasciati da ACE, consentono la fruizione legale dei contenuti protetti da diritti d'autore: "Netflix si concentra sul fornire una grande esperienza d'uso all'utente che dovrebbe scoraggiare la pirateria", ha commentato David Hyman sulla nascita di ACE. "Ma ci sono ancora criminali in tutto il mondo che cercano di ottenere profitti sul lavoro degli altri. Unendoci ad ACE collaboreremo e condivideremo le nostre competenze, sfruttando risorse combinate per affrontare il problema della pirateria su scala globale".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rockroll17 Giugno 2017, 01:30 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/web/na...mbri_69399.html

Con la diffusione delle connessioni a banda larga c'è stata una vera e propria esplosione della pirateria online, adesso aperta a tutte le tipologie di utenti. Una nuova alleanza fra trenta compagnie che operano in tutto il mondo cercherà di contrastarla

Click sul link per visualizzare la notizia.


"Ma ci sono ancora criminali in tutto il mondo che cercano di ottenere profitti sul lavoro degli altri..."

Confermo, sono gli intermediari tra autori e i fruitori.
plunderstorm08 Settembre 2017, 21:33 #2
ci vorrebbe una bella piattaforma "Mosaic" che ci permetterebbe tramite un solo sito/app di accedere a tutti i contenuti dei vari servizi, più ne hai più sconti hai sui vari pacchetti :P.

Ormai sono troppi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^