Mozilla ne licenzia 70: misura per sostenere gli investimenti nell'innovazione

Mozilla ne licenzia 70: misura per sostenere gli investimenti nell'innovazione

I prodotti remunerativi che Mozilla ha in programma stanno ritardando l'arrivo sul mercato. La società costretta a licenziare 70 persone per mettere in ordine le finanze

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Web
Mozilla
 

Mozilla ha licenziato 70 impiegati. Con una comunicazione interna la CEO ad interim Mitchell Baker ha indicato il lento arrivo sul mercato dei nuovi prodotti capaci di generare entrate come motivazione che ha portato la società a intraprendere questa strada. Il numero complessivo potrebbe essere anche superiore, dato che Mozilla sta ancora valutando le conseguenze di questa decisione sui dipendenti attualmente impiegati nelle sedi del Regno Unito e della Francia.

"Potreste ricordare che ci aspettavamo di generare entrate nel 2019 e nel 2020 da nuovi prodotti ad abbonamento e maggiori entrate da fonti esterne alla search. Questo non è accaduto. Il piano per il 2019 ha sottostimato quanto ci avremmo impiegato per costruire e distribuire nuovi prodotti remunerativi. A fronte di ciò e assieme a tutto quello che abbiamo imparato nel 2019 sul passo dell'innovazione, abbiamo deciso di adottare un approccio più conservativo nel proiettare il nostro fatturato per il 2020. Abbiamo inoltre scelto di seguire il principio di vivere con i nostri mezzi, di non spendere più di quel che mettiamo in tasca per il prossimo futuro" ha dichiarato Baker.

Nel corso degli ultimi mesi Mozilla ha avviato il testing di una serie di nuovi prodotti, molti dei quali saranno ad abbonamento una volta lanciati. La principale strategia prefigurata da Mozilla riguarda la proposta di Firefox Private Network e un servizio VPN a livello device che deve essere ancora lanciato, ad un costo di 4,99 dollari al mese. Si tratta di una strategia volta a ridurre la dipendenza dalle entrate generate dalle partnership search e differenziare quindi i flussi di fatturato: nel 2018, l'ultimo anno in cui Mozilla ha reso di pubblico dominio i suoi conti, il 91% circa delle royalty derivava da contratti search.

Mitchell Baker ha poi sottolineato nuovamente sul blog di Mozilla che la società si trova obbligata a fare questa scelta per poter sostenere il finanziamento dell'innovazione: "Mozilla ha una grande visione sulla futura capacità di generare fatturato dal nostro core business. In qualche modo questo rende l'agire più difficile e siamo profondamente dispiaciuti per le ripercussioni sui nostri colleghi. Tuttavia per poter condurre nuovi investimenti nell'innovazione in modo responsabile con lo scopo di migliorare internet, possiamo e dobbiamo lavorare all'interno dei limiti delle nostre finanze". Mozilla sta investendo un totale di 43 milioni di dollari nella realizzazione di nuovi prodotti.

Baker ha dichiarato che gli impiegati licenziati riceveranno "generose buoneuscite" e supporto per la riqualificazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco18 Gennaio 2020, 10:21 #1
Mi spiace sinceramente per i dipendenti licenziati, ma e' una conseguenza inevitabile delle scelte folli di Mozilla, tipo cercar di competere nel mercato mobile con FirefoxOS, dove persino Microsoft ha gettato la spugna.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^