Modificare la propria e-bike in Francia può costare una multa fino 30.000 €

Modificare la propria e-bike in Francia può costare una multa fino 30.000 €

La Francia porta avanti una campagna contro il fenomeno della modifica delle prestazioni delle e-bike e lo fa pubblicando un nuovo articolo del Code de la Route, l'equivalente del nostro Codice Stradale, precisamente parliamo della legge L317-1 che prevede pene molte severe sia per gli utenti sia per i rivenditori che "sbloccano" le prestazioni delle proprie bici elettriche

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Web
 

La Francia porta avanti una campagna contro il fenomeno della modifica delle prestazioni delle e-bike e lo fa pubblicando un nuovo articolo del Code de la Route, l'equivalente del nostro Codice Stradale: precisamente parliamo della legge L317-1 che prevede pene molte severe sia per gli utenti sia per i rivenditori che "sbloccano" le prestazioni delle biciclette a pedalata assistita.

Se da una parte il settore delle e-bike è in rapida espansione, molti utenti ritengono che la regola che vige praticamente in tutta Europa, ovvero quella del limite di assistenza alla pedalata pari a 25 km/h, sia troppo restrittiva per le proprie esigenze e spesso si sente parlare di "poter togliere", anche in maniera molto facilitata, i limitatori imposti dai costruttori al fine di aumentare le performance generali della bici e raggiungere velocità superiori.

In Francia sono state introdotte sanzioni dedicate a questa pratica che prevedono multe fino a 30.000 €, un anno di reclusione ed anche un massimo di 3 anni di sospensione della patente; tale legge, oltre che per gli utenti finali, vale anche per importatori, distributori e rivenditori al fine di contrastare anche il fenomeno di modelli di importazione, leciti sulla carta, con motori che in effetti risultano certificati per il valore limite di 250 W ma di fatto mettono a disposizione ben altre potenze.

Come in Italia anche oltralpe le e-bike non vantano di alcuna forma di assicurazione o tutela per eventuali danni provocati a cose e persone, ovviamente l'aumento della velocità massima alla quale possono circolare non rappresenta sicuramente un fattore positivo per contrastare questi possibili incidenti.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zurlo13 Marzo 2020, 16:13 #1
Come li misurano i 250w effettivi, se ti fermano?
coschizza13 Marzo 2020, 16:19 #2
Originariamente inviato da: Zurlo
Come li misurano i 250w effettivi, se ti fermano?


lo vedi dal motore attaccato e anche perche con 250w hai solo la pedalata assistita quindi non puoi usare la bici come un motorino che è la cosa illegale da fare
thedoctor196813 Marzo 2020, 16:31 #3
praticamente la stessa pena di un omicidio in italia! La francia per tasse e tassettine e uno schifo peggio dell'italia, stanno sempre addosso agli automobilisti, non per niente è successo il casino dei gilet gialli, mi sono ritrovato per un viaggio ad affittare un'auto in francia, mai l'avessi fatto, una trappola ad ogni metro, più autovelox che persone quasi quasi e non mi risulta che ci siano meno incidenti che in italia, se viaggiate in francia prendete i mezzi, non avventuratevi a guidare, nemmeno con il navigatore!
Ragerino13 Marzo 2020, 17:37 #4
Originariamente inviato da: Zurlo
Come li misurano i 250w effettivi, se ti fermano?


Non lo vedi.
Io le vendo le bici, molto spesso i clienti chiedono di montare il prodotto. Quelle con la modifica più diffusa sono quelle a motore centrale: Bosch, Yamaha, Shimano, Polini, Brose, Bafang.

La modifica consiste nell'installare uno 'speed up', che non è altro che un chip con morsetto, che va ad ingannare la centralina ed in genere raddoppia la velocità massima a cui la bici fornisce assistenza.
La bici NON diventa un motorino. Semplicemente, pedalando, si raggiungono velocità più alte dei 25km/h.
Come si vede? Ci sali sopra, e dai due pedalate. Se sai come funzionano, basta spingere un'po i pulsanti di comando, che, essendo riprogrammati, attivano la modifica.

Le bici che si possono talvolta trasformare in 'motorino' sono quelli con motore a mozzo, classico cinese, Bafang e compagnia bella. Oppure i kit, che vengono talvolta forniti con un acceleratore.

[U]Vorrei far notare che tali modifiche sono perfettamente legali[/U]. Cosi come sono legali le modifiche alle auto e alle moto. [U]A patto ovviamente di usare questi veicoli modificati fuori dalle strade pubbliche[/U]. E' altamente improbabile che i vigili vi fermino a meno che non vi mettiate a superare le auto nel traffico. Ma nel caso di un incidente, non verrete risarciti anche se la colpa non è vostra, e potete finire nel penale.

Alla fine è un'po come quando si modificavano i motorini 50cc.
zappy13 Marzo 2020, 18:34 #5
Originariamente inviato da: Ragerino
...[U]Vorrei far notare che tali modifiche sono perfettamente legali[/U]. Cosi come sono legali le modifiche alle auto e alle moto. [U]A patto ovviamente di usare questi veicoli modificati fuori dalle strade pubbliche[/U]. ...


confondi "pubblico" con "aperto al pubblico". Anche il sentiero di montagna che attraversa terreni privati è "aperto al pubblico".
ne consegue che le modifiche sono illegali
(anche perchè di certo se sblocchi la velocità lo fai per andare su strada: mai visto nessuno salire a 50km/h sui sentieri...)
AlPaBo13 Marzo 2020, 20:31 #6
Originariamente inviato da: zappy
confondi "pubblico" con "aperto al pubblico". Anche il sentiero di montagna che attraversa terreni privati è "aperto al pubblico".
ne consegue che le modifiche sono illegali
(anche perchè di certo se sblocchi la velocità lo fai per andare su strada: mai visto nessuno salire a 50km/h sui sentieri...)


È illegale l'uso, non la modifica. Se prenoti un'ora al Mugello puoi tranquillamente usare una bici modificata…
zappy13 Marzo 2020, 21:02 #7
Originariamente inviato da: AlPaBo
È illegale l'uso, non la modifica. Se prenoti un'ora al Mugello puoi tranquillamente usare una bici modificata…

visto quel che costano, dubito che qualcuno la modifichi per guardarla...
Ragerino14 Marzo 2020, 08:50 #8
Originariamente inviato da: zappy
confondi "pubblico" con "aperto al pubblico". Anche il sentiero di montagna che attraversa terreni privati è "aperto al pubblico".
ne consegue che le modifiche sono illegali
(anche perchè di certo se sblocchi la velocità lo fai per andare su strada: mai visto nessuno salire a 50km/h sui sentieri...)


Secondo il tuo ragionamento le macchine e moto da corsa sono illegali.
Come ti è stato fatto notare, è illegale l'uso su strada.
Cosi come non è illegale montare modifiche su una moto in officina. Se il cliente poi ci va per strada, allora è un pirla lui.
nx-9914 Marzo 2020, 09:03 #9
Semplice casco targa e assicurazione a tutti le cose che hanno un motore e più di una ruota.
Ragerino14 Marzo 2020, 09:09 #10
Originariamente inviato da: nx-99
Semplice casco targa e assicurazione a tutti le cose che hanno un motore e più di una ruota.



Le 'pedelec' , sono la categoria di bici a pedalata assistita che raggiungono i 45km/h, da normativa europea hanno l'obbligo del caschetto, targhino speciale ed assicurazione. All'estero funziona. Da noi, con la burocrazia che c'è, tanto vale comprare uno scooter.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^