Migrare da Microsoft Exchange a Google Apps è più facile

Migrare da Microsoft Exchange a Google Apps è più facile

Google mette a disposizione un tool dedicato alla migrazione da Microsoft Exchange a Google Apps

di pubblicata il , alle 15:19 nel canale Web
GoogleMicrosoft
 
Un interessante fronte sul quale Google sfida diversi concorrenti è quello delle applicazioni web based, infatti il progetto Google Apps sta evolvendo e sta maturando mettendo a disposizione degli utenti un modo nuovo di utilizzare il PC. Queste soluzioni sono disponibili anche per la clientela aziendale con caratteristiche più adatte all'utilizzo professionale.

Un'importante sfida di Google consiste nel convincere gli utenti professionali che utilizzano i servizi dei concorrenti, tra cui Microsoft (cloud o meno), a migrare verso le proprie soluzioni. Alcune campagne pubblicitarie mostrano in modo esplicito il confronto relativo ai costi di licenza ma questo potrebbe non bastare, infatti le problematiche in gioco nella migrazione di un servizio aziendale sono molto complesse.

Come ulteriore elemento utile a reclutare nuovi clienti a Mountain View hanno sviluppato Google Apps Migration for Microsoft Exchange, un componente che agisce lato server e dovrebbe aiutare i nuovi utenti nella delicata operazione. Come indicato nelle pagine ufficiali, Google Apps Migration for Microsoft Exchange permette la migrazione contemporanea di centinaia di utenti definendo anche su quali elementi tra mail, calendar e contatti agire. Inoltre, particolare non di poco conto, durante il processo di migrazione non è prevista alcuna interruzione del servizio erogato.

Google Apps Migration for Microsoft Exchange supporta Microsoft Exchange 2003 e 2007, è disponibile gratuitamente per chi possiede un account Google Apps Premier o Education Edition. Ulteriori risorse dedicate a chi deve valutare e compiere la migrazione verso i servizi cloud di Google sono disponibili qui.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rioalba18 Marzo 2010, 16:37 #1
solo questione di tempo e non ci sarà più bisogno di installare nulla lato office... solo sul web! BENE... molto BENE
Spectrum7glr18 Marzo 2010, 16:46 #2
sì certo...quando si integrerà con sharepoint, reporting services et similia...
dotlinux18 Marzo 2010, 17:41 #3
Confrontano le pere con il merluzzo.
Chi ha fatto il sondaggio topolino?
Tasslehoff18 Marzo 2010, 23:15 #4
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
sì certo...quando si integrerà con sharepoint, reporting services et similia...
Perchè quel carrozzone di SBS con Sharepoint e tutte le millemila licenze che richiede, Active Directory, e tutto il resto lo usa ancora qualcuno?

Tornando a GApps, giusto ieri ho guidato un cliente a liberarsi del suo vecchio provider e passare ad GApps Premiere (tutto tramite imapsync)
Il costo è ridicolo, con 50 euro l'anno per utente non ci si paga nemmeno la licenza dell'antivirus e dell'antispam, esclusi tutti i costi di mantenimento del servizio, manutenzione, skill, banda, hardware, licenza dell'MTA e dei tools di groupware.
L'unica pecca è il supporto tecnico davvero lacunoso, non si rompe mai, funziona sempre, ma se hai un dubbio o una perplessità sei praticamente costretto a tenertela...
Per questo motivo stavo pensando di indirizzarli verso Lotus Live di IBM, ha un prezzo più concorrenziale e un'offerta più flessibile, però è ancora un tantino acerbo anche se sta migliorando in fretta.
Se riusciranno a portare la user experience di Domino Web Access 8.5 su un servizio cloud credo che ammazzeranno anche Google Apps Premiere.
gsorrentino22 Marzo 2010, 17:53 #5
Originariamente inviato da: rioalba
solo questione di tempo e non ci sarà più bisogno di installare nulla lato office... solo sul web! BENE... molto BENE


Così se salta internet o il tuo provider ha casini sulla banda internazionale (Telecom e Fastweb insegnano) sei fermo completamente....E' vero, c'è GEAR, ma....
gsorrentino22 Marzo 2010, 17:53 #6
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Perchè quel carrozzone di SBS con Sharepoint e tutte le millemila licenze che richiede, Active Directory, e tutto il resto lo usa ancora qualcuno?


A parte che non esiste solo SBS...
Spectrum7glr22 Marzo 2010, 18:18 #7
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Perchè quel carrozzone di SBS con Sharepoint e tutte le millemila licenze che richiede, Active Directory, e tutto il resto lo usa ancora qualcuno?


sharePoint ed Exchange non esistono solo su SBS diciamo che se non sei pratico SBS ti aiuta a mettere in piedi Exchange senza troppi smadonnamenti però Exchange non nasce legato a doppio filo a SBS)...detto questo li usano in molti (e per quello che vedo la realtà è che hanno sempre più successo). Tutto dipende sempre dal livello di servizio che vuoi mettere in piedi: è ovvio che ci si può accontentare di meno e che si vive lo stesso anche senza la stretta integrazione del client di posta con tutto il resto degli applicativi di produttività e con gli strumenti di Business Intelligence...però (pagando) c'è anche di più e non si fa nulla di male nel ricordarlo.
PhirePhil23 Marzo 2010, 21:02 #8
Ti chiedi se Active Directory lo usa ancora qualcuno??? (lasciamo stare che parli come se esistesse solo SBS = realtà enterprise non sai neppure cosa significa)... active direcotry gestiva già nella sua versione 2000 (è stata introdotta proprio con windows 2000 server) qualcosa come 2 miliardi di utenze (almeno con tale numero era stata testata, poi magari ne gestisce anche molte di più, se mi trovi qualcosa che mi permetta il single sign on a livello enterprise con client (la password di Windows, per capirsi), la posta, il proxy, i database aziendali, i portali intranet e tutto quello che può sfruttare un servizio di directory oltre che i criteri di gruppo, la software delivery, l'assegnazione centralizzata e puntuale delle stampanti di rete oltre che i criteri di sicurezza degli account sono curioso di conoscerla...

tornando al topic, purtroppo il problema con le applicazioni di G come per tutto il mondo cloud resta comunque sempre la banda verso internet :/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^