Microsoft nuovo proprietario di Office.com

Microsoft nuovo proprietario di Office.com

Il colosso americano comincia a mostrare i pezzi con cui presto monterà la propria suite di applicazioni "cloud", tra cui il dominio, office.com

di pubblicata il , alle 12:03 nel canale Web
Microsoft
 

Negli ultimi mesi si è parlato molto delle future strategie di casa Microsoft volte a contrastare il sempre crescente potere di Google, che, anche grazie alla propria serie di Google apps, in grado di fornire un servizio gratuito e completamente "delocalizzato" del tutto simile e alternativo al tempo stesso a Office, sta creando diversi grattacapi alla società di Redmond.

Tra le prime ipotesi e una tra quelle più accreditate si prospetta la nascita di un Office su Web, in grado di unire da un lato l'esperienza di Microsoft nello sviluppo di software di tale tipo e dall'altra l'usabilità offerta da Google.

Ma sotto quale dominio verrà distribuito il nuovo servizio? Secondo le prime informazioni Office.com potrebbe essere un candidato ideale, e Microsoft se l'è accaparrato pochi giorni fa, acquistandolo (non sono noti i dettagli dell'operazione) dal precedente proprietario ContactOffice, una startup Belga impegnata nello sviluppo di virtual office.

Questo è quanto riporta Whois, che mette in luce come l'operazione di trasferimento sia avvenuta il 4 di Agosto:

Registrant:
Domain Administrator
Microsoft Corporation
One Microsoft Way
Redmond WA 98052
US
domains@microsoft.com +1.4258828080 Fax: +1.4259367329

Domain Name: office.com

Created on..............: 1999-04-19.
Expires on..............: 2019-04-19.
Record last updated on..: 2009-08-04.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Morlack`X07 Agosto 2009, 12:25 #1
Cavolo... che colpaccio aver comprato a suo tempo quel dominio...
LoganTom07 Agosto 2009, 12:34 #2
magari esserne stati i titolari....
comunque c'è na corsa serrata per accaparrarsi tutte le posizioni strategiche e le tecnologie per primeggiare, google con l'acquisto della casa di produzione codec, microsoft con questo colpo strategico...e così via...
atomo3707 Agosto 2009, 12:50 #3
bei soldoni avrà incassato il proprietario del dominio.

invece facebook pare si sia fatta dare facebook.it a colpi di cause.
LoganTom07 Agosto 2009, 12:52 #4
facebook.it a colpi di causa?!...non lo sapevo.
atomo3707 Agosto 2009, 12:55 #5
si un mesetto fa, uscì su tutti i giornali questa storia, infatti prima facebook.it apriva la pagina di quella società che detiene tanti domini importanti, ora invece non apre nulla, strano comunque che non lo usino.
yggdrasil07 Agosto 2009, 13:48 #6
mica scemi i tipi, sono proprio curioso di sapere quanti soldi microsoft gli ha dato
Dox07 Agosto 2009, 14:35 #7
Veramente oggi in Italia rischi il carcere se prendi un URL che contenga parole di note Aziende...
nickmot07 Agosto 2009, 15:01 #8
Originariamente inviato da: Dox
Veramente oggi in Italia rischi il carcere se prendi un URL che contenga parole di note Aziende...


Già, ma Office non è il nome di una nota azienda, bensì una parola inglese che significa ufficio. Risci il carcere se registri MicrosoftOffice.com.
JC_RainbowSix08 Agosto 2009, 13:33 #9
"One Microsoft Way"
che nome da dittatura informatica ma è il loro indirizzo a Redmond?
papk08 Agosto 2009, 23:10 #10
Facciano quel che vogliono mai io non migrerò a questo".com" per lasciare ".org", OpenOffice.org!
Certo che Big G smove le cose di brutto...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^