Maxi truffa online da 60 milioni sul reddito di cittadinanza con oltre 9.000 persone denunciate

Maxi truffa online da 60 milioni sul reddito di cittadinanza con oltre 9.000 persone denunciate

Sono oltre 9.000 le persone denunciate e 16 arrestate. Tutte coinvolte nella maxi truffa allo Stato da 60 milioni di euro che riguarda il Reddito di Cittadinanza. L’accusa per gli indagati è di aver percepito indebitamente erogazioni pubbliche anche tramite canali online.

di pubblicata il , alle 10:42 nel canale Web
 

Sono ben 9.000 le persone denunciate in diverse province dalla Guardia di finanza. Tutte coinvolte in modo differente in una maxi truffa ai danni dello Stato arrivata anche dai canali dell'online. Tra queste ci sono anche 16 persone per le quali è invece scattato l'arresto. Al centro delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano e condotte dai militari della Guardia di finanza di Cremona e di Novara, l'accusa è quella di aver percepito indebitamente erogazioni pubbliche, tra cui anche il reddito di cittadinanza e anche truffe perpetrate via web.

Il reddito di cittadinanza anche a chi non spettava

In questo caso tra i denunciati ci sono anche persone accusate di aver costituito una vera e propria associazione per delinquere finalizzata sia alle estorsioni, sia all'ottenimento indebito delle erogazioni pubbliche. L'indagine ha riguardato diverse province lombarde e del resto d'Italia: sono tuttora in corso perquisizioni nelle province di Cremona, Lodi, Brescia, Pavia, Milano, ma anche ad Andria e Barletta, in Puglia, e ad Agrigento in Sicilia. Complessivamente, l'ammontare della truffa scoperta e sventata dalle Fiamme gialle è pari a 60 milioni di euro.

Un'operazione che arriva dopo quella eseguita pochi giorni fa dai carabinieri del comando interregionale Ogaden, su cinque regioni del Sud Italia: Molise, Campania, Puglia, Abruzzo e Basilicata. I controlli effettuati da giugno a ottobre hanno permesso di scoprire quasi cinquemila persone che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza, per un danno complessivo di 20 milioni di euro per le casse dello Stato.

In Campania sono stati scoperti oltre 2400 persone che pur non avendone diritto percepivano il reddito: tra loro anche camorristi, rapinatori e parcheggiatori abusivi. Il tutto corredato anche da truffe online che veniva eseguite con lo scopo di estorcere soldi allo Stato.

117 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor11 Novembre 2021, 10:44 #1
mi domando (perché non so la risposta) se vengano fatte delle verifiche PRIMA di attivare il reddito di cittadinanza o se sia sufficiente presentarsi, fare domanda e stop. Se poi da un controllo successivo risulti fuori parametri allora procedono con il "recupero crediti"...
Gringo [ITF]11 Novembre 2021, 10:49 #2
Se il "Reddito di Cittadinanza" fosse convertito in "Lavoro di Cittadinanza" non lo vorrebbe nessuno, e ce ne stanno lavori da fare che nessuno "Vuole fare".
Poi il mondo stà andando al contrario, Aziende che mette neoassunti a dirigere con contratti "Yesman" e persone che a 67 anni devono sgobbare sotto di questi, si una volta ci stava il "Nonnismo" ma quà stiamo andando contro natura.
CYRANO11 Novembre 2021, 10:49 #3
Io spero che prima o poi lo tolgano...


Cjxvdvshswbaisksjshsjsjsj
gd350turbo11 Novembre 2021, 10:50 #4
o questi soldi li andrei a prendere dalle tasche di chi ha concepito questo sperpero di denaro pubblico e dato che pago le tasse, tutte, una parte di quei 60 milioni sono usciti anche dalle mie tasche !
per poi non parlare dei "navigator", migliaia di persone pagate per fare nulla !
il_joe11 Novembre 2021, 10:50 #5
ma dai? Chi l'avrebbe mai detto?!??!
R@nda11 Novembre 2021, 11:00 #6
Originariamente inviato da: CYRANO
Io spero che prima o poi lo tolgano...


Cjxvdvshswbaisksjshsjsjsj


Se non si è in grado di controllarlo meglio di si
ma è qualcosa con cui il mondo intero prima o poi dovrà fare i conti.
coschizza11 Novembre 2021, 11:02 #7
Originariamente inviato da: Paganetor
mi domando (perché non so la risposta) se vengano fatte delle verifiche PRIMA di attivare il reddito di cittadinanza o se sia sufficiente presentarsi, fare domanda e stop. Se poi da un controllo successivo risulti fuori parametri allora procedono con il "recupero crediti"...


perché sarebbe ingestibile, sarebbe come dire non lo diamo a nessuno
Zappz11 Novembre 2021, 11:02 #8
Che bella l'Italia, l'unico paese dove si finanziano e tutelano i delinquenti, mentre si massacra chi ha voglia di fare...
CrapaDiLegno11 Novembre 2021, 11:03 #9
Bisognerebbe istituire una legge generale per cui chi froda lo Stato perde qualsiasi diritto civile, per cui da quel momento in poi, oltre ad dover restituire il maltolto ovviamente, si dovrà arrangiare con i suoi soli mezzi a campare, compreso pagarsi la sanità e la pensione. E nessun lavoro un qualsiasi ente pubblico. Percepirà solo da qualche privato che vorrà mantenerli.
Al massimo si possono istituire, come ha suggerito qualcuno, i Lavori di Cittadinanza per cui spaccano pietre, ricostruiscono argini e dissodano terreni dietro pagamento con un tozzo di pane.
CrapaDiLegno11 Novembre 2021, 11:07 #10
Originariamente inviato da: coschizza
perché sarebbe ingestibile, sarebbe come dire non lo diamo a nessuno


E perché mai?
I controlli vanno fatti PRIMA di poter percepire qualcosa dallo Stato, perché sai bene che dopo non lo riotterrai più (se è nulla tenente che vuoi toglierli? I reni?).
In questo modo si responsabilizza anche chi i controlli li fa e se sbaglia paga pure lui.
Un po' come quelli che percepiscono la pensione di invalidità... delinquenti loro, ma anche chi li ha certificati come tali. Via la laurea in medicina e a spaccare sassi pure loro, vedi che magari qualcuno ci pensa 2 volte prima di provare a truffare lo Stato, che poi vuol dire truffare tutti i cittadini.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^