Mark Zuckerberg risponde a Tim Cook: "Commenti ipocriti e superficiali"

Mark Zuckerberg risponde a Tim Cook: "Commenti ipocriti e superficiali"

Vendere prodotti è un solido modello di business, dice Cook. Se si vogliono raggiungere le persone, la pubblicità è l'unica strada risponde Zuckerberg

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Web
FacebookApple
 

Botta e risposta tra i numeri 1 di Facebook e Apple: Mark Zuckerberg rispedisce al mittente i commenti di Tim Cook che nei giorni scorsi si è pronunciato relativamente alla vicenda Cambridge Analytica che ha visto suo malgrado protagonista il social network nelle scorse settimane.

"Non mi troverei in una situazione del genere" ha risposto Tim Cook quando la giornalista Kara Swisher di Re/Code ha chiesto che cosa avrebbe fatto se si trovasse nei panni di Zuckerberg. Cook, ribadendo una posizione che era stata sostenuta già da Steve Jobs, ha spiegato: "La verità è che avremmo potuto fare un sacco di soldi se avessimo monetizzato i nostri clienti - o sei i nostri clienti fossero i nostri prodotti. Abbiamo scelto di non fare così". Vendere prodotti, osserva Cook, è un solido modello di business che non può essere vulnerabile ai problemi che sta avendo Facebook in questa fase.

Mark Zuckerberg bolla i commenti di Cook come surperficiali e ipocriti: "Sapete, trovo che la posizione secondo la quale se non chiedi soldi all'utente allora non puoi prenderti cura di lui sia molto superficiale e per nulla allineata con i fatti".

Zuckerberg spiega che Facebook resterà un servizio gratuito perché l'obiettivo è quello di mettere in contatto le persone, e molte persone non possono permettersi di pagare un servizio di questo tipo. "Un modello di business supportato dalla pubblicità è l'unico modello razionale che può aiutare la costruzione di questo servizio per raggiungere le persone" osserva Zuckerberg.

"Se si vuole costruire un servizio che non serva solamente i ricchi, c'è bisogno di qualcosa che le persone si possano permettere. In Facebook si lavora sodo per non chiedere soldi all'utente e offrire un servizio gratuito che chiunque possa usare. Non credo che ciò significhi che non ci interessano le persone. Al contrario penso sia importante non avere quella sindrome di Stoccolma per la quale alcune compagnie cercano di convincere il pubblico che facendolo pagare è il modo in cui si prendono cura di loro. Perché questo mi sembra ridicolo".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zappa198103 Aprile 2018, 16:26 #1
ha tutta la mia stima
cignox103 Aprile 2018, 16:41 #2
Mmm, sono abbastanza sicuro che chiedere, chessó, 0.99 euro al mese non escluderebbe i non ricchi. Se anche solo 1/1000 degli utenti di FB a quel punto decidesse di continuare, sarebbero comunque 200 milioni al mese, quasi tre miliardi l'anno (piú eventuali pubblicitá discrete, piú eventuali account premium, piú eventuali servizi aggiuntivi, piú eventuali merchandising e affini, ...)

Facebook potrebbe prosperare comunque, avrebbe bisogno di meno risorse, ma sarebbe anche piú pulito.
Ma cosa ne voglio sapere io che nemmeno lo uso :-)
FroZen03 Aprile 2018, 17:16 #3
Ipocrisia allo stato puro......

"Facciamo un servizio per i poveri, non vogliamo favorire i ricchi"

Parla il CEO di una compagnia che nel 2016 ha fatturato 8,8mld di dollari e utili per 3,57! Praticamente per un dollaro fatturato il profitto è di 40 centesimi.......e quella ricchezza va agli azionisti, noti filantropi mariaterese di calcutta (però eludono centinaia di milioni ai vari stati nei mercati nazionali sui quali lucrano, e noi ci accolliamo i costi sociali di tutti quelli messi al muro da questi modelli di business.....)

Questi lucrano sui dati, punto.... capisco che dopo tanti discorsi finto progressisti-buonisti ("vogliamo collegare le persone!!!", "internet gratis per tutti lo faccio perchè mi piace eh mica per estendere ulteriormente la mia piatta!" di certa elite americana liberal il doversi poi scusare e svelare il trucco sia un rimangiarsi l'aurea intonsa e angelica costruita in questi anni, ma almeno conserverebbero la dignità.... vabbè che con qualche milione di euri si può comprare tutto eh.....però.....
AlexSwitch03 Aprile 2018, 17:17 #4
Veramente l'ipocrita, soprattutto dopo la pubblicazione di certe memo interne che hanno fatto chiara luce sull'andazzo in Facebook, è proprio Zuckerberg.
Sostanzialmente fino allo scoppio degli ( evitabili, se avessero voluto veramente ) scandali di Cambridge Analytica, delle cronologie su SMS e chiamate su Android e la mail memo di un loro dirigente, in Facebook non è stato fatto nulla di nulla per proteggere gli utenti e i loro dati. La loro sicurezza è sempre stata un colabrodo ed hanno chiuso sempre gli occhi difronte al profitto derivato dalla pubblicità, per serie " se nessuno dice nulla, va bene così "!!!
songohan03 Aprile 2018, 17:45 #5
Muahahaha tutti incazzati siete...ma che ve incazzate ao!!
Eress03 Aprile 2018, 17:53 #6
Per chiudere shitbook io do subito i miei 0.99 cents
giuliop03 Aprile 2018, 18:12 #7
"Marck Zuckerberg risponde a Tim Cook"

Chi sarebbe, il fratello sfigato?

Comunque questo bisogna riconoscerlo: Zuckerberg è l'automa con l'AI più avanzata che ci sia in giro.
Gyammy8503 Aprile 2018, 18:45 #8
Scontro fra titani

Facebook a pagamento? chiusura immediata di 1 miliardo di account
No cioè, sarebbe la cosa più stupida del millennio.
icoborg03 Aprile 2018, 18:46 #9
cos'è la gara a chi puzza meno dentro una profumeria?
davide311203 Aprile 2018, 20:16 #10
Bah... io personalmente quando vedo qualcosa pubblicizzato a mezzo Facebook ne diffido... non sò, mi da come la percezione di potenzialmente inaffidabile proprio per il viatico con cui viene reclamizzato... o addirittura mi accende sospetti di bufala...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^