Linkstreaming viene chiuso dalla Guardia di Finanza

Linkstreaming viene chiuso dalla Guardia di Finanza

Linkstreaming viene messo sotto sequestro da parte della Guardia di Finanza: un'operazione contro la pirateria online volta a garantire la protezione dei contenuti dell'ingegno con diritto d'autore

di pubblicata il , alle 09:48 nel canale Web
 

Dopo i siti con link torrent, è la volta dei portali con link diretti a contenuti protetti dal diritto d'autore e presenti direttamente sulla rete: Linkstreaming.com, uno dei principali siti di questo tipo sullo scenario italiano viene così messo offline. Questo l'obbiettivo dichiarato di "Little Angel", l'operazione portata avanti da Guardia di Finanza insieme alla FPM (Federazione contro la pirateria musicale) e la FAPAV (Federazione anti pirateria audiovisiva).

Il portale in questione, a differenza di quanto abbiamo avuto modo di raccontare nel caso relativo a The pirate bay, offriva link a contenuti audiovisivi fruibili direttamente della rete o scaricabili, attraverso popolari siti di hosting file. La chiusura del portale da parte delle forze dell'ordine ha portato in un primo tempo alla comparsa della nota immagine di "sito sottoposto a sequestro per violazione degli articoli 110,81 cpv, 61 n.7 CP e 171 ter co. 2 lett. a bis della legge 633 del 1941" mentre in un secondo momento il sito è invece risultato semplicemente irrangiubile.

Nel corso della mattinata Linkstreaming.com è stato modificato come redirect al sito www.nata100.net, blog personale che riporta questo testo, che copiamo per dovere di cronaca edulcorando le parole troppo forti impiegate:

"Ciao a tutti

voglio ricordare che il sito linkstreaming.com ha server esteri , in svezia precisamente . Un grande ******** ha dato le password del sito alla finanza quindi il problema mi sembra visibile a tutti. Il sito ritornera presto online per tutti i film o seritv se posso aggiorno questo blog. Voglio precisare ancora una volta che io non mollo, possono mollare le persone che mi aiutano ma io nata100 non mollo /////// quindi essendo in italia paese di ***** ,puo anche essere che tra un po finisca in carcere , ma come ben sanno mi fanno solo un favore appena esco saro piu forte di prima. Ricordade LinkStreaming.com /// stop gli altri sanno solo copiare i link

by nata100"

Nonostante manchi la conferma ufficiale, nata 100, così si firma l'autore del post del blog, sembra essere uno degli amministratori originiali di linkstreaming. Secondo quanto riportato nel corso della conferenza stampa tenuta dalla Guardia di Finanza sono 6 le persone indagate, ovviamente per aver divulgato al pubblico attraverso internet opere dell'ingegno protette dal diritto d'autore.

I dettagli dell'operazione parlano inoltre di sei perquisizioni: nonostante il server sia ubicato fisicamente in Svezia, irraggiungibile quindi dalla giurisdizione italiana, la Guardia di Finanza ha comunque lavorato per rendere impossibile il perpetrarsi dell'attività. A questo si va inoltre ad aggiungere il decreto di sequestro preventivo emesso dal G.I.P. di Cagliari del sito www.linkstreaming.com a tutti gli ISP (Internet Service Provider) italiani.

Che linkstreaming fosse molto noto e conosciuto da buona parte dell'utenza italiana lo dimostra la pagina dedicata su Facebook che conta a oggi oltre 16.000 iscritti, consultabile a questo indirizzo. L'operazione compiuta da parte della Guardia di Finanza si presenta come un pesante colpo per la pirateria online, ciò non toglie che, se un problema esiste, va affrontato alla radice: i file "incriminati" non sono stati eliminati ma sono tutt'ora presenti in rete, rintracciabili attraverso una semplice ricerca con Google.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

80 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
p4ever22 Aprile 2010, 09:53 #1
mah...esistono miliardi di siti/blog che non hostano nulla ma si limitano a mettere dei link che portano ad altri siti di filesharing dove il file è presente....non pensavo fossero però punibili in questa maniera, dato che non hanno fisicamente il file ma danno solo indicazioni di dove andare a scaricarlo...(vedi mega o rapid)
dwfgerw22 Aprile 2010, 09:57 #2
la cosa che non mi è chiara è se ad essere incriminati possono essere anche gli utenti che guardano uno streaming (dato che non è possibile sapere lato utente, se lo streaming che stai guardando è coperto da diritti)
dwfgerw22 Aprile 2010, 09:57 #3
la cosa che non mi è chiara è se ad essere incriminati possono essere anche gli utenti che guardano uno streaming (dato che non è possibile sapere lato utente, se lo streaming che stai guardando è coperto da diritti)
g.dragon22 Aprile 2010, 10:05 #4
"Ciao a tutti

voglio ricordare che il sito linkstreaming.com ha server esteri , in svezia precisamente . Un grande ******** ha dato le password del sito alla finanza quindi il problema mi sembra visibile a tutti. Il sito ritornera presto online per tutti i film o seritv se posso aggiorno questo blog. Voglio precisare ancora una volta che io non mollo, possono mollare le persone che mi aiutano ma io nata100 non mollo /////// quindi essendo in italia paese di ***** ,puo anche essere che tra un po finisca in carcere , ma come ben sanno mi fanno solo un favore appena esco saro piu forte di prima. Ricordade LinkStreaming.com /// stop gli altri sanno solo copiare i link

by nata100"


questo si che ha coraggio....

cmq non credo che a ki vede film in streaming possono fare qualcosa..
izutsu22 Aprile 2010, 10:08 #5
Scusami dwfgerw, tu vedi un link a, mettiamo, Lost episodi 1, 2 e 3, clicchi e vuoi sostenere di non sapere che è coperto da diritti? Per me la polizia postale non ti crede...
gas7822 Aprile 2010, 10:11 #6
Continuo a pensare che la magistratura italiana stia facendo una gran confusione e che non sappia davvero che pesci prendere.
Servirebbe una legge chiara (e sostenibile) sul diritto d'autore, ma evidentemente preferiscono reprimere "a caso".

Passando ad un discorso piu' generale IMHO quella che si proclama sempre e comunque "parte lesa" se volesse fare utili in modo sensato avrebbe sia le possibilita' sia i mezzi, ma preferisce continuare a fare i suoi comodi, di fatto incentivando il mercato della pirateria ed inimicandosi gli utenti a cui venderebbe facilmente qualunque cosa.
Spec1alFx22 Aprile 2010, 10:13 #7
Non ho capito quando chiudono Youtube e Megavideo...
Mister2422 Aprile 2010, 10:20 #8
Ma che notizia è?
Hanno chiuso uno dei migliaia di siti che riporta i link a megavideo, né sentirò proprio la mancanza.
djfix1322 Aprile 2010, 10:22 #9
resta di fatto la INCONSISTENZA dell'efficacia del blocco del server...i dati ci sono e girano...io non ho mai usato questo sito web ma quello che mi serve lo trovo...se devo guardare un film o un cartone animato vado e lo trovo (vedi Visitors in inglese, vedi Naruto originale giapponese...) quindi queste operazioni sono una farsa e una buffonata e affermare "L'operazione compiuta da parte della Guardia di Finanza si presenta come un pesante colpo per la pirateria online" è ancora + LOL di tutta la storia in se.

io rido perchè chi guarda in stream non è responsabile della presenza pubblica del filmato....se passi per la strada (o ti dicono di andare al parco) dove proiettano un film e ti fermi a guardarlo nessuno può denunciarti o farti multe...all'utente finale non deve interessare il giro di affari delle major e dei diritti...se trova ciò che gli serve è perchè qualcuno lo pubblica...è lui che va punito non chi scarica!!!
montanaro7922 Aprile 2010, 10:25 #10
@ izutsu
sai quanti episodi di noti telefilm, canzoni, video ci sono su youtube coperti da copyright?
ma you tube è ancora aperto ... al massimo gli fanno rimuovere il link ...

a questo tizio (ke da quel che o capito) linka solo ma non hostava lo hanno crocefisso ...
eheh maglio combattere la pirateria che gli evasori fiscali ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^