Le criptovalute saranno la causa della prossima crisi finanziaria? Secondo qualcuno somigliano troppo a dotcom e subprime

Le criptovalute saranno la causa della prossima crisi finanziaria? Secondo qualcuno somigliano troppo a dotcom e subprime

E' il parere dell'amministratore di una società di investimenti in metalli preziosi che paragona l'adozione e diffusione delle criptovalute all'entusiasmo che generò le crisi finanziarie più pesanti degli ultimi decenni

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
BitcoinEthereum
 

Saranno le criptovalute la causa della prossima crisi finanziaria. Questo è il parere di Brett Heat, CEO di Metalla Royalty & Streaming, società canadese che conta un patrimonio netto di quasi mezzo miliardo di dollari e offre esposizione a metalli preziosi tramite accordi di royalty e acquisizioni di flussi di metalli preziosi.

In una serie di dichiarazioni rilasciate al quotidiano economico Kitco News, Heat ha paragonato le criptovalute alla bolla dotcom dei primi anni 2000 e alla bolla del mercato immobiliare del 2008: "Quando si osservano gli ultimi decenni e le crisi finanziarie che si sono verificate, si notano alcune cose in comune. E una di queste è l'adozione di massa di un nuovo prodotto finanziario o di una nuova tecnologia che non è molto ben compresa. Se tornassimo alla crisi dei mutui subprime del 2008 abbiamo visto l'adozione di massa di titoli garantiti da ipoteca, obbligazioni di debito garantite. E una volta che il pubblico lo ha accettato, questo nuovo prodotto finanziario è crollato, ed è stato un enorme problema".

Heat ha descritto le criptovalute come una "licenza per il settore privato per stampare denaro", mostrando scetticismo nei confronti della grande iniezione di liquidità che il mercato ha visto dall'inizio del 2020. Allora la capitalizzazione del mercato globale delle criptovalute era di circa 190 miliardi di dollari, oggi ammonta a circa 1500 miliardi di dollari.


source: tradingeconomics.com

Il CEO di Metalla Royalty & Streaming ha poi condotto un confronto con il livello di M1 statunitense (cioè la massa monetaria liquida in circolazione) evidenziando che da gennaio 2020 è aumentato di 4 volte e mezzo passando da 4018 miliardi di dollari a oltre 18 mila miliardi di dollari ad aprile 2021: "Si tratta si un aumento straordinario in un periodo di tempo tanto breve. Se si osservano le criptovalute, la capitalizzazione di mercato complessiva è cresciuta di oltre dieci volte". La preoccupazione di Heat è quella di un rischio sistemico di un'asset class che ritiene non abbia "alcun valore intrinseco" e con il risultato di una svendita finale simile a quello che è accaduto durante la crisi dotcom dei primi anni 2000.

"Quando quella quantità di capitale verrà cancellata dai portafogli digitali di tutto il mondo, sarà opportuno credere che vi saranno ripercussioni finanziare significative che si faranno sentire" ha affermato Heat.

E riguardo alle previsioni effettuate da alcuni analisti sul fatto che Bitcoin possa superare l'oro come bene rifugio? Heat non sembra turbato, mettendo anzi in discussione il principio secondo cui dia la quantità finita di Bitcoin a conferire valore all'asset, suggerendo inoltre come esistano criptovalute con un valore attualmente inferiore che possono vantare una migliore tecnologia: "E gli altri 10 mila token e criptovalute che esistono oggi, molti dei quali con una tecnologia migliore, miglior privacy e consumano molta meno energia? Quando ci sono così tante alternative, qual è davvero quel valore intrinseco?"

584 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
randorama28 Maggio 2021, 15:22 #1
prepariamoci per un altro superpippone.

però, se succede, ricordatevi di chi ve lo aveva detto per primo
Gringo [ITF]28 Maggio 2021, 15:29 #2
Ma de che parlano questi, sono il futuro del pianeta, anche di marte se visti in versione canina, si chiede solo al pianeta ora che vengano messi quei 1000 miliardi mancanti, tutto quì.

Ginopilot28 Maggio 2021, 15:35 #3
Crollare devono crollare, fino a valere 0 o giu' di li, ma che lo facciano subito, cosi' voltiamo pagina e amen. Altrimenti la crisi finanziaria e poi economica sara' devastante.
gd350turbo28 Maggio 2021, 15:41 #4
Io c'ero !
Vul28 Maggio 2021, 15:51 #5
Ormai di utilizzi non se ne parla da secoli.

Del prezzo, quotidianamente.

Ma no, non e' una bolla speculativa, e' il futuro
Sp3cialFx28 Maggio 2021, 16:00 #6
sempre stato lontano dalla cripto, sia perché come per la borsa bisogna sapere cosa si fa (e io non lo so) sia perché mi sta sul cazzo il proof of work che butta nel cesso una quantità di energia (e di hardware, nel caso degli asic) enorme per fare un lavoro che non ha altra utilità che dimostrare che sia stato fatto

tuttavia per una congettura astrale 2 settimane fa mi sono trovato con 30 euro di ethereum. Dopo qualche gg erano diventati 15 euro

ad aver saputo prima che bastavano 30 euro per far collassare il mercato delle cripto...
Gringo [ITF]28 Maggio 2021, 16:01 #7
Altrimenti la crisi finanziaria e poi economica sara' devastante.

no no... e corretto che ci sia e dovrà fale male come non mai con stati allo sbando e gente che perde tutto, hanno rotto il ca**o con monete che per acquistare un gelato spendo come andare 7 volte andata e ritorno da casa a dove lavoro, gli ultimi calcoli fatti sul bitcoin e non solo non danno pietà.
1 Transazione Bitcoin equivale a 750.000 Transazioni con Carta di Credito, farebbero presto, basta mettere la comissione annua considerando che in un anno con carta di credito in media si spendono 35€ e una famiglia in media potrebbe fare 2 transazioni al giorno.
Fatevi due calcoli e trovate quanto dovrebbe costare se il bitcoin avesse una commissione annua per compensare le spese occulte, la cifra e da paura.
gd350turbo28 Maggio 2021, 16:02 #8
Originariamente inviato da: Vul
Ormai di utilizzi non se ne parla da secoli.

Del prezzo, quotidianamente.

Ma no, non e' una bolla speculativa, e' il futuro


Di utilizzi se ne parla ovunque...
In ogni mail di richiesta di riscatto per ransomware, foto e video zozzi, se ne parla !
Sul darkweb, in ogni "annuncio" vengono citati !
Vul28 Maggio 2021, 16:12 #9
Originariamente inviato da: gd350turbo
Di utilizzi se ne parla ovunque...
In ogni mail di richiesta di riscatto per ransomware, foto e video zozzi, se ne parla !
Sul darkweb, in ogni "annuncio" vengono citati !


Ah gia`, l'avevo dimenticato.

Ricordo un intervista recente in cui dicevano che per far finire i ransomware, che colpiscono tanto privati per foto di nudo che grandi aziende, basterebbe bannare gli exchange. In quel modo i criminali non hanno come riscattare anonimamente.
Gringo [ITF]28 Maggio 2021, 16:22 #10
basterebbe bannare gli exchange.


Ma scusa, ( non sono della materia) un exchange e quel punto fisico che converte la crittovaluta in denaro, e lo fà dal bitconio che stà in un wallet, ma come fà a capire che quell'ammontare di bitcoin di un portafogli arriva da un riscatto?
Non è che se io pago posso "Segnare" il conio come avviene con le matricole dei soldi, in un sistema a matriosche quel denaro diventa pulito già dopo un passaggio. (o sbaglio?)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^