La tecnologia AI di Intel aiuta a produrre un videoclip musicale

La tecnologia AI di Intel aiuta a produrre un videoclip musicale

La tecnologia di machine learning usata per applicare effetti speciali al volto della cantante senza che debba indossare tracciatori di movimento o equipaggiamenti particolari. E' il futuro degli effetti speciali?

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:01 nel canale Web
Intel
 

Ci avevano già pensato i Muse ad usare l'intelligenza artificiale per la produzione di una serie di videoclip promozionali del singolo Dig Down: qualche mese fa il gruppo di Matt Bellamy aveva usato le tecnologie AI per analizzare centinaia di ore di video e isolare le parole dei personaggi apparsi in essi, così da assemblare gli spezzoni e sincronizzarli con la timeline del brano, dando vita ad un cantato frutto d un collage di quanto pronunciato da moltissime persone diverse.

Quanto accade oggi, con l'ausilio della tecnologia AI di Intel, è qualcosa di leggermente diverso, pur restando nel tema dei videoclip musicali. Il video promozionale del brano "Rainy Day, But We Are Together" della pop star cinese Chris Lee vede infatti l'uso dell'AI per la creazione di effetti speciali applicati al volto della cantante, che viene ora solcato da piccoli rivoli d'acqua o cosparso di piccole stelle luminose.

I produttori del video hanno allenato un sistema machine learning a ricostruire istantaneamente un volto in tre dimensioni, tracciando inoltre i suoi movimenti in tempo reale, espressioni incluse. In questo modo Chris Lee non ha dovuto indossare alcun marcatore di movimento o equipaggiamenti particolari per eseguire specifiche registrazioni e il team creativo ha potuto così concentrarsi sul catturare scene allienate ai loro obiettivi artistici.

Il risultato è piuttosto suggestivo, anche se quanto realizzato è frutto di una situazione ideale per mettere alla prova l'intelligenza artificiale: gli effetti speciali sono stati infatti realizzati tutti basandosi su fotografie del volto di Lee senza nessun trucco ed elaborazione di make-up e gli autori del videoclip non hanno voluto cercare il fotorealismo a tutti i costi. Si tratta comunque di un esempio e un punto di partenza interessante che suggerisce in che modo sarà possibile evolvere il mondo degli effetti speciali, con i registi e i produttori cinematorgrafici a concentrarsi maggiormente sulla visione artistica e meno sulle limitazioni tecniche.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^