La Casa Bianca diventa la 'nigga house': ancora vandalismi su Google Maps - Video

La Casa Bianca diventa la 'nigga house': ancora vandalismi su Google Maps - Video

Nonostante Google abbia sospeso qualsiasi attività del tool Map Maker, ci sono ancora degli strascichi di precedenti vandalismi sul servizio cartografico di Google

di pubblicata il , alle 17:13 nel canale Web
Google
 

Fino a poche ore fa, se si cercava "nigga house" su Google Maps, il servizio cartografico conduceva direttamente alla Casa Bianca, residenza del Presidente USA che, come sappiamo, attualmente è di colore. Si è trattato di una chiara manifestazione di tipo razzista, per uno degli innumerevoli "scherzi" che sono stati scoperti negli ultimi periodi sul comunque ottimo servizio di mappe di Big G. Nella classica apertura del gigante di Mountain View, però, ci sono immancabilmente pro e contro.

Nigga house su Google Maps

La cartografia di Google Maps è stata infatti modificabile da parte di utenti registrati fino alle prime settimane di maggio, dopo il caso eclatante dell'androide che nelle cartografie pakistane urinava su una Mela stilizzata, chiara allegoria del logo di Apple. Ma sembra che la drastica e dovuta decisione di chiudere Map Maker non sia stata sufficiente, e che Maps abbia bisogno di un certosino lavoro di epurazione.

La notizia si è diffusa in un primo momento su Twitter, quando alcuni utenti hanno riportato l'ambiguo comportamento del sistema di ricerche di Google Maps. È difficile stabilire di chi sia la colpa in casi come questi, tuttavia è decisamente strano che Google non sia ancora corsa ai ripari dopo parecchie ore dalla sua scoperta e conseguente diffusione pubblica sui social. Al momento in cui scriviamo infatti il problema sussiste ancora.

[HWUVIDEO="1822"]La Casa Bianca diventa la 'nigga house' su Google Maps[/HWUVIDEO]

Non è la prima volta che edit opinabili degli utenti vandalizzano digitalmente la Casa Bianca. In passato al suo interno era comparso il "nascondiglio segreto" di Edward Snowden, l'ex impiegato della CIA che ha sviscerato innumerevoli segreti delle agenzie di sorveglianza americane. Google credeva di poter arginare il problema sospendendo Map Maker, ma forse si sbagliava.

Il tool non è ancora attivo, e non lo sarà fino alla prossima settimana in cui ci attendiamo un aggiornamento da parte di Google. Aspettiamo anche un comunicato da parte della società per fare chiarezza su quanto accaduto nelle scorse ore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
EdElric21 Maggio 2015, 17:30 #1
Scrivendo che il presidente attualmente é di colore vuol dire che è in programma di stingerlo alla Micheal Jackson in futuro? XD
Vabbé si scherza...il senso é chiaro...è meno chiaro il come Google riesca a non tenere sotto controllo situazioni che per quanto banali possono rivelarsi parecchio spiacevoli...
Madcrix21 Maggio 2015, 17:32 #2
"Edward Snowden, l'ex impiegato della CIA"

credevo che Snowden fosse decisamente piu famoso per il suo periodo all'NSA che alla CIA
matrix8321 Maggio 2015, 18:11 #3
Originariamente inviato da: Madcrix
"Edward Snowden, l'ex impiegato della CIA"

credevo che Snowden fosse decisamente piu famoso per il suo periodo all'NSA che alla CIA

Non ha mai lavorato alla NSA, ha lavorato nella CIA/DIA e solo come consulente alla NSA per conto di un'altra azienda.
Madcrix21 Maggio 2015, 18:35 #4
Originariamente inviato da: matrix83
Non ha mai lavorato alla NSA, ha lavorato nella CIA/DIA e solo come consulente alla NSA per conto di un'altra azienda.


In passato lavorava per la CIA e la DIA, ma successivamente ha lavorato per Dell come contractor all'NSA.
Quindi di fatto lavorava per l'NSA anche se il suo stipendio lo pagava Dell.
E proprio dell'NSA ha svelato le pratiche illecite, non quelle della CIA/DIA.

Parlare di Snowden citando la CIA ed omettendo l'NSA è un po' come parlare di Harrison Ford e citare Firewall, omettendo Indiana Jones, Blade Runner e Star Wars.
AlPaBo21 Maggio 2015, 18:48 #5
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
... sul comunque ottimo servizio di mappe di Big G.

È cattivo giornalismo mescolare una notizia sui fatti con commenti che riguardano altro. In questo caso si ha un fatto che viene accompagnato da un commento che ha chiaramente lo scopo di ridurne l'impatto negativo.

Sempre oggi, per esempio, si legge correttamente su una notizia relativa a Flickr: "È un servizio di enorme portata, e proprio per questo ogni minimo errore non è perdonato" (e, aggiungerei, non VA perdonato).

Ora vorrei sapere per quale motivo il trattamento è diverso: due gravi errori sono accompagnati rispettivamente da frasi una delle quali modifica completamente l'impatto dell'errore:
- "sul comunque ottimo servizio" per Goggle;
- "ogni minimo errore non è perdonato" per Flickr;

Tra l'altro la seconda fase è molto più giustificata della prima. Infatti, il (corretto) trattamento riservato a Flickr è stato analogamente utilizzato per esempio con le mappe di Apple e in casi simili per Microsoft e per molti altri. Se si vuole sminuire la gravità di fatti come questi lo si dovrebbe fare per tutti e non solo per Google.
telumehtar21 Maggio 2015, 18:49 #6

non capisco come facciano a fare queste modifiche...

ho tentato per settimane di migliorare le mappe nel mio vicinato, rendere giusti i nomi delle vie, cancellare le attività chiuse da tempo, risultato? le mie modifiche venivano scartate da un utente supervisore, questi rinominano la casa bianca, fanno un robot che piscia sulla apple, ma andassero a raccontare cavolate da un'altra parte
maxsy21 Maggio 2015, 21:33 #7
dai, il robottino che piscia sulla apple e' stato divertente
Aenil22 Maggio 2015, 00:03 #8
Originariamente inviato da: telumehtar
ho tentato per settimane di migliorare le mappe nel mio vicinato, rendere giusti i nomi delle vie, cancellare le attività chiuse da tempo, risultato? le mie modifiche venivano scartate da un utente supervisore, questi rinominano la casa bianca, fanno un robot che piscia sulla apple, ma andassero a raccontare cavolate da un'altra parte


sarai capitato male, anni fa ho praticamente rifatto ed aggiunto le vie del mio paesino che erano in buona parte sbagliate, ogni modifica nel giro di un mese veniva recepita e sistemata.
emiliano8407 Giugno 2015, 10:18 #9
Originariamente inviato da: AlPaBo
È cattivo giornalismo mescolare una notizia sui fatti con commenti che riguardano altro. In questo caso si ha un fatto che viene accompagnato da un commento che ha chiaramente lo scopo di ridurne l'impatto negativo.

Sempre oggi, per esempio, si legge correttamente su una notizia relativa a Flickr: "È un servizio di enorme portata, e proprio per questo ogni minimo errore non è perdonato" (e, aggiungerei, non VA perdonato).

Ora vorrei sapere per quale motivo il trattamento è diverso: due gravi errori sono accompagnati rispettivamente da frasi una delle quali modifica completamente l'impatto dell'errore:
- "sul comunque ottimo servizio" per Goggle;
- "ogni minimo errore non è perdonato" per Flickr;

Tra l'altro la seconda fase è molto più giustificata della prima. Infatti, il (corretto) trattamento riservato a Flickr è stato analogamente utilizzato per esempio con le mappe di Apple e in casi simili per Microsoft e per molti altri. Se si vuole sminuire la gravità di fatti come questi lo si dovrebbe fare per tutti e non solo per Google.


straquoto ... ma sai si tratta pur sempre dell'intoccabile principe azzurro G

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^