L'università del Nebraska riceve $250.000 da Microsoft per Office 365

L'università del Nebraska riceve $250.000 da Microsoft per Office 365

L'università del Nebraska passerà ai servizi cloud Office 365 e Microsoft supporta l'iniziativa con $250.000

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Web
Microsoft
 

L'Università del Nebraska ha ricevuto da Microsoft 250.000 dollari per migrare ai propri servizi cloud Office 365. In situazioni analoghe sono state spesso fatte operazioni simili senza però trovare riscontri e ammissioni pratiche, ma in questo caso varie fonti danno per certo il pagamento da parte della casa di Redmond. Attraverso il Business Incentive Funds l'ente universitario ha ricevuto l'importante cifra da utilizzare per il pagamento di consulenze e dei costi relativi alla migrazione.

Anche Google e IBM hanno presentato all'Università del Nebraska una propria offerta, ma pare che la proposta Microsoft sia stata più allettante. La migrazione dall'attuale soluzione basata su Lotus Notes verso Office 365 si concluderà nel giro di 12 o 18 mesi e, stando alle informazioni disponibili online, porterà un risparmio di circa 500.000 dollari per la sola gestione email; a ciò si devono poi aggiungere le ulteriori possibilità di messaggistica istantanea e di collaborazione offerte da Lync e SharePoint..

Microsoft ha ovviamente molto interesse nell'iniziativa: l'Università del Nebraska tra propria clientela diviene una presenza strategica e capace di catalizzare l'attenzione anche di altri enti simili, inoltre sul piano della concorrenza rappresenta uno smacco per IBM e Google.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco06 Luglio 2011, 11:34 #1
Che triste dover pagare percio' che qualcuno utilizzi un tuo servizio...
coschizza06 Luglio 2011, 11:39 #2
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Che triste dover pagare percio' che qualcuno utilizzi un tuo servizio...


mi sembra invece una cosa nomale e in certi casi ovvia. Mai sentito parlare di incentivi?

Se per esempio sai che migrando risparmi molti soldi ma non hai i soldi per fare la migrazione stessa allora è tutto interesse del produttore incentivare questa fase per poi avere un cliente o un partner cosi grande, io in azienda faccio spesso accordi simili.
Pier220406 Luglio 2011, 11:40 #3
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Che triste dover pagare percio' che qualcuno utilizzi un tuo servizio...




Mi piacerebbe che anche in Italia l'Enel fornisse elettricità gratis all'università visto che tagliano fondi su fondi, L'enel opera in un mercato "libero"...vabbè..

Guarda caso le università che hanno fondi da privati vanno meglio di quelle a solo capitale pubblico, il politecnico di Torino non riceveva fondi dalla Fiat?

Cioè, Microsoft ti da 250.000 dollari per usare GRATUITAMENTE il suo servizio e lo chiami Triste..
Ale892206 Luglio 2011, 12:03 #4
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Che triste dover pagare percio' che qualcuno utilizzi un tuo servizio...


mi sa tanto da fanboy apple quest'affermazione...
pabloski06 Luglio 2011, 12:09 #5
Originariamente inviato da: Ale8922
mi sa tanto da fanboy apple quest'affermazione...


a me invece sa tanto di "tecnologicamente valiamo poco" e allora compriamo i clienti a suon di dollaroni

in tutta la mia vita non ho mai avuto un "incentivo" da un'azienda per usare un loro prodotto....

del resto pure con bing fecero così, arrivando a pagare gli utenti, con risultati più che deludenti

ms farebbe meglio a lavorare sul serio piuttosto che pagare gente a destra e a manca e fare il patent troll per far cassa
s0nnyd3marco06 Luglio 2011, 12:12 #6
Originariamente inviato da: Ale8922
mi sa tanto da fanboy apple quest'affermazione...


Credimi, ho un mac, ma non sono un fanboy apple. E cmq uno ha tutto il diritto di criticare un azienda che in pratiche scorrette ha un passato piuttosto pesante.
pabloski06 Luglio 2011, 12:15 #7
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Credimi, ho un mac, ma non sono un fanboy apple. E cmq uno ha tutto il diritto di criticare un azienda che in pratiche scorrette ha un passato piuttosto pesante.


in questo caso la pratica non è scorretta ma certamente solleva dei dubbi circa la qualità di office 365

come ho scritto sopra, da quando sono nato, nessun'azienda mi ha mai pagato per usare la sua roba

riguardo le scorrettezze di ms ( a cui aggiungiamo il patent trolling aggressivo degli ultimi tempi ) l'unico modo è boicottarli...alla fin fine siamo noi consumatori a decidere il vincitore
s0nnyd3marco06 Luglio 2011, 12:16 #8
Originariamente inviato da: Pier2204


Mi piacerebbe che anche in Italia l'Enel fornisse elettricità gratis all'università visto che tagliano fondi su fondi, L'enel opera in un mercato "libero"...vabbè..

Guarda caso le università che hanno fondi da privati vanno meglio di quelle a solo capitale pubblico, il politecnico di Torino non riceveva fondi dalla Fiat?

Cioè, Microsoft ti da 250.000 dollari per usare GRATUITAMENTE il suo servizio e lo chiami Triste..


Il problema e' che l'enel non sta spingendo per far adottare a tutti la corrente elettrica. La usiamo gia' tutti.

M$ e' disposta a tutto per battere la concorrenza (vedi google) e ad ottenere una posizione dominante anche in quel settore.

Se la fiat da fondi al politecnico di torino, probabilmente lo fa per commissionare dei studi, e non percio' che il politecnico usi le panda come esclusiva del parco macchine.
s0nnyd3marco06 Luglio 2011, 12:19 #9
Originariamente inviato da: pabloski
in questo caso la pratica non è scorretta ma certamente solleva dei dubbi circa la qualità di office 365

come ho scritto sopra, da quando sono nato, nessun'azienda mi ha mai pagato per usare la sua roba

riguardo le scorrettezze di ms ( a cui aggiungiamo il patent trolling aggressivo degli ultimi tempi ) l'unico modo è boicottarli...alla fin fine siamo noi consumatori a decidere il vincitore


Possiamo decidere fino ad un certo punto. E' quasi impossibile coperare un pc senza windows sopra. Se devi mandare un documento di testo o un foglio di calcolo praticamente sei obbligato a usare office.

Riguardo a boicottarli, sono perfettametne d'accordo con te.
mirc06 Luglio 2011, 12:33 #10
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Che triste dover pagare percio' che qualcuno utilizzi un tuo servizio...


forse non hai letto la notizia, ma c'è scritto che anche GOOGLE ed IMB hanno fatto offerte analoghe, cioè hanno offerto soldi per usare le rispettivi applicazioni (Google Apps e per imb non conosco). Non c'è da essere tristi. Google comprerà altro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^