L'EU al lavoro su una legge per la rimozione di contenuti estremisti entro un'ora dalla segnalazione

L'EU al lavoro su una legge per la rimozione di contenuti estremisti entro un'ora dalla segnalazione

In arrivo un cambio di approccio: attualmente le azioni contro i contenuti estremisti sono solo su base volontaria in un contesto di autoregolamentazione, ma nei prossimi mesi potranno arrivare obblighi formali

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Web
 

L'Unione Europea si sta preparando a cambiare approccio nei confronti della gestione dei contenuti estremisti e terroristi presenti online. Come riporta The Next Web, il Financial Times ha infatti appreso che l'EU sta preparando una proposta di legge per obbligare le realtà sul web (non solo i colossi come Facebook, Twitter e YouTube, ma anche siti di qualsiasi dimensione) ad eliminare il materiale che le autorità segnalano essere correlato al terrorismo. Attualmente non vi è alcuna legge che obbliga a rimuovere determinato materiale, in una sorta di regime di autoregolamentazione e azione volontaria dei singoli siti.

Il commissario per la sicurezza EU Julian King non ha fornito dettagli specifici dei principi di funzionamento della nuova legge, ma secondo alcune indiscrezioni pare che nel pratico verrà emesso un mandato per la rimozione del contenuto entro un'ora dalla ricezione della segnalazione. Secondo King è stato necessario arrivare ad una legge poiché l'Unione Europea non ha riscontrato sufficienti passi avanti con l'approccio esistente. "Gli Europei non possono permettersi di rilassari o diventare compiacenti nell'affrontare il terrorismo" ha commentato King.

L'Unione Europea dovrebbe poter ultimare la bozza a settembre, ma sarà ovviamente necessaria la discussione in aula e la votazione del parlamento europeo sulla proposta finale prima che le nuove regole possano entrare effettivamente in vigore.

Le grandi realtà del web hanno comunque iniziato già da tempo ad usare strumenti di intelligenza artificiale per identificare e rimuovere contenuti estremisti, collaborando alla costruzione di un archivio condiviso di immagini e video che promuovono il terrorismo così da poter indivisuare nuovi contenuti ancora più rapidamente. Gli sforzi comunque mostrano ancora qualche limite: uno studio condotto dal Counter Extremism Project ha rivelato che tra i mesi di marzo e di giugno membri e sostenitori dell'ISIS hanno caricato circa 1350 video su YouTube che hanno raccolto oltre 163 mila view, e più del 24% di essi sono rimasti sulla piattaforma di video sharing per oltre due ore, un tempo sufficiente perché vengano scaricati e distribuiti tramite altre piattaforme social media, anche dopo che YouTube procede alla rimozione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

80 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7720 Agosto 2018, 15:38 #1
Mi pare sia sempre spegnere un incendio con un bicchiere d'acqua.

La rete e soprattutto i social pullulano di pagine farlocche che spammano le peggio fake news 24/7 fatte da furbacchioni che fomentano le peggio cose facendo presa sulla parte ritardata della popolazione.. una parte ENORME.

Basti dire che ho il VOMITO solo nel leggere le idiozie che in questi giorni girano attorno alla tragedia di Genova.
Eserciti di asini che ragliano sempre più forte con queste pagine di fake news che fanno da cornice e da carburante.

QUANDO questo tipo di pagine verrano equiparate a veri organi di stampa e avranno le stesse medesime responsabilità PENALI???
Quando finalmente potremo vedere qualche "amministratore" di queste paginette spara-cazzate finire IN TRIBUNALE con tanto di denuncia penale e risarcimento danni?
E' ora di mettre regole seire e feroci. Altro che ste cazzatine.
Maxt7520 Agosto 2018, 15:38 #2
E l'arresto è contemplato per chi fa proseliti di terrorismo o si rischia di ledere i suoi diritti ?
GabrySP20 Agosto 2018, 16:35 #3
1 ora?
Maurizio Mosca ti faceva arrestare in meno di 4 minuti -> https://www.youtube.com/watch?v=x-nPrBVIRr0
s12a20 Agosto 2018, 16:40 #4
Originariamente inviato da: Maxt75
E l'arresto è contemplato per chi fa proseliti di terrorismo o si rischia di ledere i suoi diritti ?


Che post intriso di odio e razzista, non puoi essere altro che un esponente di estrema destra. Segnalato a chi di dovere.

/s

(però si giungerà sicuramente a queste situazioni nonostante gli intenti di facciata buoni dell'iniziativa)
frankie20 Agosto 2018, 16:43 #5
demon, hai perfettamente ragione, esempio de noartri il signor nò, pluricondannato ma ancora con una tastiera in mano. Ovvia la conseguenza, vogliono reprimere la verità, la libertà di caz... parola.
PS sì ha già dato per Genova
s12a20 Agosto 2018, 16:48 #6
Faccio notare che la news riguarda i contenuti cosiddetti "estremisti", non le "bufale", che sono un argomento a parte.
Bivvoz20 Agosto 2018, 16:51 #7
Originariamente inviato da: demon77
Mi pare sia sempre spegnere un incendio con un bicchiere d'acqua.

La rete e soprattutto i social pullulano di pagine farlocche che spammano le peggio fake news 24/7 fatte da furbacchioni che fomentano le peggio cose facendo presa sulla parte ritardata della popolazione.. una parte ENORME.

Basti dire che ho il VOMITO solo nel leggere le idiozie che in questi giorni girano attorno alla tragedia di Genova.
Eserciti di asini che ragliano sempre più forte con queste pagine di fake news che fanno da cornice e da carburante.

QUANDO questo tipo di pagine verrano equiparate a veri organi di stampa e avranno le stesse medesime responsabilità PENALI???
Quando finalmente potremo vedere qualche "amministratore" di queste paginette spara-cazzate finire IN TRIBUNALE con tanto di denuncia penale e risarcimento danni?
E' ora di mettre regole seire e feroci. Altro che ste cazzatine.


Quoto al 100%

Originariamente inviato da: frankie
demon, hai perfettamente ragione, esempio de noartri il signor nò, pluricondannato ma ancora con una tastiera in mano. Ovvia la conseguenza, vogliono reprimere la verità, la libertà di caz... parola.
PS sì ha già dato per Genova


Quando ho letto (non ricordo dove) della teoria della "demolizione controllata" non ci volevo credere.
Certa gente dovrebbero ricoverarla e tenerla sedata.
demon7720 Agosto 2018, 17:00 #8
Originariamente inviato da: s12a
Faccio notare che la news riguarda i contenuti cosiddetti "estremisti", non le "bufale", che sono un argomento a parte.


Sono due calderoni che vanno a braccetto.
Anzi direi vasi comunicanti.
demon7720 Agosto 2018, 17:01 #9
Originariamente inviato da: frankie
demon, hai perfettamente ragione, esempio de noartri il signor nò


Chi?
Questo mi manca..

..ma già so che mi pentirò di aver chiesto.
leallo20 Agosto 2018, 17:15 #10
Un sacco di asini che ragliano come sempre su questo sito, ma si sa che l'informatico ha una particolare patologia mentale che non gli permette di vedere le cose nell'insieme.
Solo un mentecatto può essere d'accordo su qualsiasi forma di censura, per contro una persona libera ha fiducia della sua capacità di discernimento che non ha certo bisogno di essere tutelata da qualche istituzione.
Dico questo giusto per dare una parvenza di lucidità mentale in mezzo ad una mare di stupidaggini dette a vanvera, non certo con l'intento di far ragionare qualche irrecuperabile caso clinico. Buona vita, non mi rispondete non ho altro da dire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^