Kim Dotcom fa causa al governo della Nuova Zelanda e chiede 6,8 miliardi di dollari

Kim Dotcom fa causa al governo della Nuova Zelanda e chiede 6,8 miliardi di dollari

Il fondatore di Megaupload avanza una richiesta di risarcimento danni abbastanza corposa, stimata sulla base della valutazione di 10 miliardi di dollari che oggi avrebbe il sito di filesharing se non fosse stato costretto a chiudere i battenti

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Web
 

Non servono presentazioni per Kim Dotcom, il bizzarro ed eccentrico fondatore del sito di filesharing MegaUpload, che ha deciso di trascinare in tribunale niente meno che il governo della Nuova Zelanda con una richiesta di risarcimento danni di ben 6,8 miliardi di dollari.

Le accuse sparano un po' a 360 gradi con danneggiamento del business, perdita di reputazione, perdità di opportunità di affari, costi legali e perdità di opportunità sulla casa che stava affittando al momento dell'arresto. Le informazioni si apprendono dai documenti legali che sono stati ottenuti dalla BBC.

BBC che spiega come secondo una valutazione condotta dai legali di Dotcom, MegaUpload potrebbe avere un valore oggi di 10 miliardi di dollari se fosse ancora in attività. Dotcom era proprietario al 68% sella società, che nel 2012 è stata messa offline in un raid dietro mandato dell'FBI.

Kim Dotcom afferma che il suo arresto, e la chiusura della società che è conseguita, rappresentassero una violazione della legge. "Secondo la legge sul copyright della Nuova Zelanda, la violazione del copyright online non è un crimine" ha dichiarato Dotcom alla BBC.

Kim Dotcom dovrà presto affrontare l'estradizione verso gli USA, dove dovrà rispondere delle accuse di violazione di diritto d'autore e riciclaggio di denaro. L'udienza è fissata per il prossimo 20 febbraio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia23 Gennaio 2018, 23:16 #1
Capisco che gli scocci andare in carcere ma è ridicono chiedere un risarcimento.. Escobar che doveva die ?.. gli hanno impedito un reddito che lui considerava legale...
lucalkp23 Gennaio 2018, 23:48 #2

Tenta il tutto per tutto!

Avrà fatto mille porcherie ma spesso chi ha i soldi vince lo stesso.. la cosa bella è la solita foto di repertorio che sembra presa da Scemo&piùScemo =P
jonnyb23 Gennaio 2018, 23:53 #3

Ha ragione

Se la legge sul copyright della Nuova Zelanda non considera la violazione del copyright online un reato, ha ragione lui.
Guts868624 Gennaio 2018, 00:40 #4
Qualche tempo fa aveva anche twittato che avrebbe riaperto il vecchio megaupload con tutti i file caricati all'epoca,poi non si seppe più nulla...
danieleg.dg24 Gennaio 2018, 07:39 #5
Originariamente inviato da: Guts8686
Qualche tempo fa aveva anche twittato che avrebbe riaperto il vecchio megaupload con tutti i file caricati all'epoca,poi non si seppe più nulla...

Penso che i server siano stati semplicemente spenti, non penso che abbiano cancellato file. Il problema immagino che sia dissequestrarli. Comunque aveva anche parlato di un nuovo megaupload (diverso da mega che ormai è cinese) e non se n'è saputo più nulla.
corvazo24 Gennaio 2018, 10:42 #6
Secondo me il ciccio farà una brutta fine prima di arrivare in tribunale
YellowT24 Gennaio 2018, 11:34 #7
Originariamente inviato da: Notturnia
Capisco che gli scocci andare in carcere ma è ridicono chiedere un risarcimento.. Escobar che doveva die ?.. gli hanno impedito un reddito che lui considerava legale...


Non è lui che lo considera legale ma la legge del paese in cui operava. In colombia il traffico di droga era comunque illegale.

Qui la Nuova Zelanda si è piegata a una richiesta illegale degli Stati Uniti. Fa benissimo a chiedere un risarcimento.
cerbert24 Gennaio 2018, 12:13 #8
Originariamente inviato da: YellowT
Non è lui che lo considera legale ma la legge del paese in cui operava. In colombia il traffico di droga era comunque illegale.

Qui la Nuova Zelanda si è piegata a una richiesta illegale degli Stati Uniti. Fa benissimo a chiedere un risarcimento.


Inoltre chi avesse, al tempo, letto anche solo il "sommario" dei capi di accusa e conseguente richiesta di sequestro ed estradizione ai danni di Kim DotCom, avrebbe apprezzato un caso esemplare di logica circolare che riassumo spannometricamente:

1) chiediamo l'estradizione dell'accusato per Riciclaggio di Denaro
2) dimostreremo che l'accusato ha attivamente incoraggiato e personalmente fornito materiale coperto da copyright
3) da questa attività illegale per la legge degli Stati Uniti, da dimostrare, l'accusato ha ricavato ingenti profitti.
4) questi profitti sono stati reinvestiti dall'accusato in proprietà e nella sua attività
5) investire profitti da attività illegale in proprietà e attività è riciclaggio di denaro.
6) quindi chiediamo l'estradizione dell'accusato per Riciclaggio di Denaro

Se al tempo avevo capito bene, la richiesta di sequestro ed estradizione si fondava, quindi sull'accusa di Riciclaggio Internazionale di Denaro (penale in entrambi gli stati e riconosciuto come reato da estradizione) derivante da attività di pirateria (NON PENALE in uno dei due stati).
Il che, sempre posto il mio ricordo e la mia comprensione siano corretti, mi sembra una LEGGERISSIMA forzatura.
Adenocromo24 Gennaio 2018, 21:39 #9
Dovrei sinceramente ringraziarlo per aver fondato MEGA.
Probabilmente il miglior servizio di hosting mai provato - per quanto riguarda la mia esperienza.
mrk-cj9425 Gennaio 2018, 00:45 #10
Originariamente inviato da: lucalkp
la cosa bella è la solita foto di repertorio che sembra presa da Scemo&piùScemo =P

notata anch io
Originariamente inviato da: danieleg.dg
Penso che i server siano stati semplicemente spenti, non penso che abbiano cancellato file. Il problema immagino che sia dissequestrarli. Comunque aveva anche parlato di un nuovo megaupload (diverso da mega che ormai è cinese) e non se n'è saputo più nulla.

sisi era mega.nz, io presi i 50gb gratis fin dalla sua paertura
Originariamente inviato da: Adenocromo
Dovrei sinceramente ringraziarlo per aver fondato MEGA.
Probabilmente il miglior servizio di hosting mai provato - per quanto riguarda la mia esperienza.

vero, invece come file hosting da scaricare preferisco depositfiles e soprattutto zippyshare che scarica a velocità della linea senza limiti manco nella versione free (no registrazione oltretutto)

poi c'erano altri file hosting buoni ma alcuni morti (rapidshare) e altri me li dimentico o si son rovinati

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^