Jeff Bezos si conferma l'uomo più ricco del mondo nelle classifiche Forbes

Jeff Bezos si conferma l'uomo più ricco del mondo nelle classifiche Forbes

Il fondatore di Amazon e attuale CEO della compagnia si conferma ancora una volta l'uomo più ricco al mondo con un patrimonio netto stimato da Forbes di 141,9 miliardi di dollari

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Web
Amazon
 

Con un patrimonio netto stimato di 141,9 miliardi di dollari è ancora lui, Jeff Bezos, l'uomo più ricco al mondo. Dallo scorso 1° giugno la sua ricchezza è cresciuta di 5 miliardi di dollari, secondo la lista World's Billionaires di Forbes, cosa che aumenta il gap con Bill Gates, secondo in classifica, a circa 49 miliardi e a circa 60 miliardi di dollari con Warren Buffett, terzo. Quest'ultima è solo una delle tante vittorie che Bezos ha inanellato nel corso della prima metà del 2018.

La base d'utenza di Amazon è rimasta fedele nonostante gli ultimi aumenti nel prezzo e il titolo azionario della compagnia continua ancora la sua ascesa, con lo stesso Buffett che si è dichiarato pentito di non aver investito nel colosso dell'e-commerce quando ne aveva avuto la possibilità. Nel 2017 Bezos è diventato l'uomo più ricco al mondo spodestando Bill Gates e, parallelamente, Amazon è diventata la seconda società al mondo in termini di valore di capitalizzazione di mercato.

Il successo di Bezos è legato ad un rischio che ha affrontato quando era ancora trentenne: si è specializzato in Informatica e poi ha continuato a lavorare in diversi settori, come finanza o tecnologia. Quando negli anni '90 lavorava come Vice President per l'hedge fund D. E. Shaw ha avuto l'idea di vendere libri su internet, correndo il rischio di sacrificare l'attuale prestigiosa occupazione per una cosa del tutto nuova e potenzialmente molto pericolosa.

In un'intervista passata Bezos ha commentato: "Mi sono imbattuto nel fatto che l'utilizzo del Web stesse crescendo ad un tasso del 2.300% l'anno. Non ho mai visto niente crescere così rapidamente, e l'idea di costruire una libreria online con milioni di titoli, qualcosa che semplicemente non potrebbe mai esistere nel mondo reale, era per me davvero eccitante". L'idea di aprire il servizio si è concretizzata nel 1994, dopo innumerevoli dubbi e parecchia "ricerca interiore".

La decisione ha pagato subito: Amazon è stata quotata in borsa solo tre anni dopo, e ha concesso a Bezos di scalare l'Olimpo degli uomini più ricchi del mondo. A maggio, per la prima volta, la società ha raggiunto la Top 10 della lista Fortune 500, a fianco di colossi come Apple, Berkshire Hathaway, Exxon Mobil, Walmart. Con un fatturato di 177,87 miliardi di dollari è diventata l'ottava compagnia americana in termini di grandezza, avanzando nella classifica di quattro posizioni dal 2017.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Avatar021 Giugno 2018, 10:50 #1
Per correttezza dovrebbero dare anche la classifica degli uomini più poveri del mondo.
cignox121 Giugno 2018, 12:41 #2
--Per correttezza dovrebbero dare anche la classifica degli uomini più poveri del mondo.

Tipo "Ecco la classifica dei 100 000 uomini piú poveri del mondo :-(
giuliop21 Giugno 2018, 12:50 #3
Originariamente inviato da: Avatar0
Per correttezza dovrebbero dare anche la classifica degli uomini più poveri del mondo.


Che tipo di correttezza?

Originariamente inviato da: cignox1
Tipo "Ecco la classifica dei 100 000 uomini piú poveri del mondo :-(


Aggiungici anche 3 o 4 zeri...
Perseverance21 Giugno 2018, 14:14 #4
Viva il capitalismo ?
Notturnia21 Giugno 2018, 15:02 #5
ha avuto un'idea brillante e ci ha fatto soldi.. non capisco il sarcasmo..
semmai è lodevole che alcuni come Bill Gates poi usino quei soldi anche per gli altri mentre fa strano che uno che ha 150 miliardi (anche se in realtà sono azioni e non soldi) non faccia niente.. ma magari fa e non lo sbandiera..
ad ogni modo non ha ucciso o derubato nessuno per farli e quindi ben per lui e peccato per me che non ho avuto la sua idea..
Perseverance21 Giugno 2018, 15:16 #6
Originariamente inviato da: Notturnia
ad ogni modo non ha ucciso o derubato nessuno per farli e quindi ben per lui e peccato per me che non ho avuto la sua idea..


Dovresti dirlo e convincere con la stessa premura e gentilezza gli schiavi dipendenti di amazon, i "collaboratori" fattorini della "gig economy" dei "lavoretti", ma anche chi a sua insaputa si trova censito nei big-data di bezos in un intreccio di scambi d'informazione (rubate?) che spazia da quante volte si piscia al giorno a cosa c'è scritto nel dna vendute\detenute e rivendute per fare il profitto, il suo non di certo il mio.

Prova a convincere della magnanimità del buon bezos anche il fisco. Amazon ti ripaga con la frase "Amazon paga tutte le imposte che sono dovute in ogni Paese in cui opera" poi i miliardi elusi ed evasi nei paradisi fiscali ce li ho io?!

Forse è così brillante e lodevole che li usa per beneficienza?

'A notturnia, girati dietro guarda che c'è un asino che vola ti sta venendo addoso...
RaZoR9321 Giugno 2018, 15:22 #7
Originariamente inviato da: Perseverance
Dovresti dirlo e convincere con la stessa premura e gentilezza gli schiavi dipendenti di amazon, i "collaboratori" fattorini della "gig economy" dei "lavoretti", ma anche chi a sua insaputa si trova censito nei big-data di bezos in un intreccio di scambi d'informazione (rubate?) che spazia da quante volte si piscia al giorno a cosa c'è scritto nel dna vendute\detenute e rivendute per fare il profitto, il suo non di certo il mio.

Prova a convincere della magnanimità del buon bezos anche il fisco. Amazon ti ripaga con la frase "Amazon paga tutte le imposte che sono dovute in ogni Paese in cui opera" poi i miliardi elusi ed evasi nei paradisi fiscali ce li ho io?!

Forse è così brillante e lodevole che li usa per beneficienza?

'A notturnia, girati dietro guarda che c'è un asino che vola ti sta venendo addoso...
Per Amazon il discorso dei miliardi elusi fa un po' ridere francamente.

Amazon ha margini negativi (perde soldi) sulle vendite retail internazionali e così è da anni.

Primo trimestre 2018:
Fatturato Retail International: 14,8 miliardi
Spese Operative: 15,5
Perdita Operativa 620 milioni

I conti trimestrali di Amazon sono nero su bianco sul loro sito web.
Che tasse dovrebbe pagare Amazon se non genera utili?
Notturnia21 Giugno 2018, 15:29 #8
Originariamente inviato da: Perseverance
Dovresti dirlo e convincere con la stessa premura e gentilezza gli schiavi dipendenti di amazon, i "collaboratori" fattorini della "gig economy" dei "lavoretti", ma anche chi a sua insaputa si trova censito nei big-data di bezos in un intreccio di scambi d'informazione (rubate?) che spazia da quante volte si piscia al giorno a cosa c'è scritto nel dna vendute\detenute e rivendute per fare il profitto, il suo non di certo il mio.

Prova a convincere della magnanimità del buon bezos anche il fisco. Amazon ti ripaga con la frase "Amazon paga tutte le imposte che sono dovute in ogni Paese in cui opera" poi i miliardi elusi ed evasi nei paradisi fiscali ce li ho io?!

Forse è così brillante e lodevole che li usa per beneficienza?

'A notturnia, girati dietro guarda che c'è un asino che vola ti sta venendo addoso...



Perseverance... l'asino eri tu vero ?.. tranquillo che ti ho schivato.. grazie dell'avviso..

detto questo.. quella gente ha un lavoro che altrimenti non avrebbe avuto.. e sai.. vado per deduzione logica (che a te pare mancando visto che voli come un asino..) se queste persone avessero trovato un lavoro migliore lo avrebbero fatto.. se hanno scelto di lavorare per amazon vuol dire che l'alternativa era restare senza uno stipendio.. per cui fra non avere lo stipendio (e senza amazon non lo avrebbero avuto visto che hanno scelto di lavorare per amazon) e lavorare per amazon, pare abbiano scelto la strada che tu non apprezzi..

ma da "ciuchino" che ti aspetti ?.. continua a volare ma attento a non scottarti che li su manca l'ossigeno ma il sole scotta di più... quanto torni giù fammi sapere che mi schivo di nuovo..
Perseverance21 Giugno 2018, 16:29 #9
Se i lavoratori non trovano altro non è un bene per loro, non credo siano felici di essere più o meno coscienti di essere schiavi a tutti gli effetti. Le strategie di "perdita" di amazon sono programmate, sta investendo molto nei bigdata per fare terra bruciata nei prossimi anni, ma ciò non toglie che restano le pessime condizioni di lavoro degli schiavi.

La ricchezza non è distribuita! Il profitto ce l'ha solo bezos non la gente che ci lavora che è costretta a lavori e stipendi da miseria.

Io faccio una proporzione fra quanto guadagna uno schiavo di amazon e quanto guadagna il capo di amazon. C'è una bella differenza.

Se a voialtri sta bene andavvi a sfaticà per du spiccioli al mese senza garanzie e coi contratti in essere attuali che siano di amazon o di qualunque altra ditta...contenti voialtri...dateni il cambio.

Io MAI difenderò o loderò chi fà profitto sacrificando gli schiavi.

Essere il primo incima alla lista dei più ricchi x me equivale essere il primo alla lista della ghigliottina
ZAC e i soldi si ridistribuiscono agli "aventi diritto"

(dov'è l'emoticon della ghigliottina nn c'è più? xdddd)
Notturnia21 Giugno 2018, 16:33 #10
Originariamente inviato da: Perseverance

Essere il primo incima alla lista dei più ricchi x me equivale essere il primo alla lista della ghigliottina ZAC




certo.. d'altro canto in un periodo in cui va di moda l'estremismo questo ragionamento becero ci sta tutto..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^