Il Senato approva e Obama firma: il Freedom Act è legge

Il Senato approva e Obama firma: il Freedom Act è legge

Approvata la legge Freedom Act, che va a sostituire il Patriot Act scaduto nei giorni scorsi e limita i poteri di sorveglianza delle agenzie di intelligence

di pubblicata il , alle 10:45 nel canale Web
 

Nel corso della giornata di martedì 2 giugno il Senato USA ha approvato il Freedom Act, una nuova legge che va a prendere il posto del Patriot Act, voluto nel 2001 dall'allora presidente George W. Bush in risposta agli attentati terroristici dell'11 settembre e scaduto lo scorso 1 giugno. La nuova legge è stata approvata con 67 voti a favore e 32 pareri contrari ed è già stata ratificata dalla firma del presidente Barack Obama, apposta pochissime ore dopo l'approvazione.

La legge ha avuto un iter abbastanza agevole nella Camera dei Rappresentanti, dove è stata approvata con un ampio voto bipartisan, ma ha trovato qualche ostacolo nel Senato per via di alcuni esponenti Repubblicani che hanno cercato, in vari modi, di mantenere intatti i poteri di sorveglianza contenuti nel Patriot Act. Molte delle misure contenute nel Patriot Act sono giunte a scadenza, come detto, l'1 giugno, anche questo grazie all'attività di un altro senatore Repubblicano (Rand Paul, candidato alla Casa Bianca per il 2016) il quale è riuscito a ostacolare tutti i tentativi di rinnovo della legge.

In particolare il punto più controverso del Patriot Act è rappresentato dalla sezione 215, la quale permetteva all'NSA di intercettare "a tappeto" qualsiasi comunicazione telefonica e di raccogliere ogni tipo di informazione e metadati su cittadini americani e stranieri, a prescindere se fossero o meno sospettati di un crimine. L'approvazione del Freedom Act cambia proprio questo aspetto: le agenzie di intelligence non potranno più effettuare intercettazioni di prima mano ma dovranno rivolgersi ad un tribunale FISA (Foreign Intelligence Surveillance Act) con richieste specifiche e non generiche.

Il tribunale potrà concedere, valutando caso per caso, la possibilità di accedere ai database degli operatori telefonici, i quali sono obbligati a mantenere dati e informazioni sulle comunicazioni dei propri clienti per un periodo di 18 mesi. E' comunque opportuno osservare che il passaggio al Freedom Act andrà a ripristinare temporaneamente il sistema di raccolta dati previsto dal Patriot Act per almeno sei mesi prima dello smantellamento del programma da parte dell'NSA.

L'American Civil Liberty Union ha espresso il proprio parere sull'approvazione della legge, osservando come sia solamente una parziale vittoria per la privacy dell'individuo dal momento che la legge lascia comunque intoccati molti dei poteri dell'impianto stabilito dal Patriot Act. "Il passaggio di questa legge è indicazione che una completa riforma è possibile, ma essa stessa non è una riforma completa. Nei prossimi mesi i legislatori devono affrontare il più ampio progetto di portare le pratiche di sorveglianza del governo in linea con i valori della democrazia. Speriamo che la Camera avvii questo progetto già questa settimana restringendo una delle disposizioni amministrative che è stata usata in passato per la sorveglianza di massa" ha commentato Jameel Jaffer, rappresentante legale dell'ACLU.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tmx03 Giugno 2015, 10:52 #1
e secondo voi da oggi la smettono di intercettare tutto e tutti? BUM! Non ci credo neanche se lo vedo.
cm0s03 Giugno 2015, 11:02 #2
Originariamente inviato da: tmx
e secondo voi da oggi la smettono di intercettare tutto e tutti? BUM! Non ci credo neanche se lo vedo.


macché! continueranno imperterriti a spiare tutto e tutti!
che stato fasullo! e noi a seguire in quanto filo.americani
MaxiHori03 Giugno 2015, 11:09 #3
a leggere sto articolo sembra quasi sia merito di Obama!
Obama VOLEVA RINNOVARE IL PATRIOT ACT!
Cappej03 Giugno 2015, 11:13 #4
vabbè... solita pagliacciata made in U.S.A.
GTKM03 Giugno 2015, 11:15 #5
Originariamente inviato da: articolo
L'approvazione del Freedom Act cambia proprio questo aspetto: le agenzie di intelligence non potranno più effettuare intercettazioni di prima mano ma dovranno rivolgersi ad un tribunale FISA (Foreign Intelligence Surveillance Act) con richieste specifiche e non generiche.


E' ovvio che continueranno a spiare, però adesso, quanto meno, dovrebbe mancargli il supporto legale.

Il tutto, dipenderà anche da quanto dovranno essere "specifiche" queste richieste, ad esempio.
okorop03 Giugno 2015, 11:42 #6
bene dai, intanto non serve manco spiare piu: la gente posta tutto quello che fa su FB quindi......basta andare li e fine....

io non sono iscritto e fiero di non esserlo!!!!
Horizont03 Giugno 2015, 11:47 #7
Originariamente inviato da: GTKM
E' ovvio che continueranno a spiare, però adesso, quanto meno, dovrebbe mancargli il supporto legale.

Il tutto, dipenderà anche da quanto dovranno essere "specifiche" queste richieste, ad esempio.


FBI: Scushhhaaa scushhha tu, nnnè che posso spià l aifon di Mr.Black?
FISA: Sci oh!
pabloski03 Giugno 2015, 12:28 #8
Originariamente inviato da: GTKM
E' ovvio che continueranno a spiare, però adesso, quanto meno, dovrebbe mancargli il supporto legale.

Il tutto, dipenderà anche da quanto dovranno essere "specifiche" queste richieste, ad esempio.


Ma soprattutto si dimentica una cosa fondamentale, ovvero che i tribunali FISA sono le famigerate corti segrete. Praticamente sono piene di spioni laureati in legge.

Ma già l'uso del termine "Freedom" dovrebbe far capire che si tratta dell'ennesima pagliacciata per far fesso il popolino.
aqua8403 Giugno 2015, 12:36 #9
[FONT="Lucida Sans Unicode"]Giuro che continuo a non capire l'interesse di tutto questo "farsi i ca... degli altri".
Interesse economico? L'unica cosa che mi viene in mente, sensata.
Ma in che modo?

I bastoni dei selfie che vendono a vagonate sono frutto di settimane e settimane di spionaggio a milioni e milioni di persone?

Cioè, cosa cavolo ci devono "vendere" ancora??

Tanto, per come la vedo io, se vogliono tirare su un bel po di soldi lo fanno in qualunque modo.
Basta diffondere qualche nuovo virus e subito dietro la cura in farmacia ed è fatto.
Xchè scomodarsi a registrare ore e ore di telefonate di gente che parla dei fatti suoi..

Seriamente, qualcuno me lo può spiegare?[/FONT]
GTKM03 Giugno 2015, 12:56 #10
Originariamente inviato da: aqua84
[FONT="Lucida Sans Unicode"]Giuro che continuo a non capire l'interesse di tutto questo "farsi i ca... degli altri".
Interesse economico? L'unica cosa che mi viene in mente, sensata.
Ma in che modo?

I bastoni dei selfie che vendono a vagonate sono frutto di settimane e settimane di spionaggio a milioni e milioni di persone?

Cioè, cosa cavolo ci devono "vendere" ancora??

Tanto, per come la vedo io, se vogliono tirare su un bel po di soldi lo fanno in qualunque modo.
Basta diffondere qualche nuovo virus e subito dietro la cura in farmacia ed è fatto.
Xchè scomodarsi a registrare ore e ore di telefonate di gente che parla dei fatti suoi..

Seriamente, qualcuno me lo può spiegare?[/FONT]


Ad esempio, tutto questo potere può essere usato per spionaggio industriale, controllo "politico", e via così.

Immagina cosa voglia dire, in un caso teorico, poter sapere, ad esempio, quali sono le opinioni politiche di aqua84, i suoi pensieri, e cose del genere.
In teoria, rastrellare i dati di tutti (ed avere le capacità per elaborarli, ovviamente), era il sogno di gente come Stalin, per ovvi motivi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^