Il Codacons denuncia Libero e Virgilio per disservizi

Il Codacons denuncia Libero e Virgilio per disservizi

I due provider bloccherebbero le mail inviate a più destinatari: a causa di ciò i consumatori non hanno ricevuto le comunicazioni dell'associazione

di pubblicata il , alle 16:13 nel canale Web
 

Il Codacons ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Roma e Milano affinché vengano tempestivamente verificati alcuni disservizi legati ai server di Libero.it e di Virgilio.it.

In un coumunicato ufficiale l'asociazione consumatori spiega:

"Da qualche tempo si stanno registrando gravissimi problemi a danno degli utenti che utilizzano indirizzi mail con questi due domini; chi ha scelto un indirizzo di posta elettronica con dominio @libero.it o @virgilio.it, infatti, non riuscirebbe più a ricevere quelle e-mail inviate a più destinatari simultaneamente. Il problema – nello specifico - sembrerebbe legato alla circostanza che tutte le mail massive inviate da domini privati sono state segnalate in una “blacklist”, ma non si riesce a capire in quale blacklist e il modo per risolvere la problematica."

Il Codacons sottolinea come siano stati vani i tentativi di contattare Italiaonline S.r.l. che dal mese di febbraio 2013 controlla i brand e gli asset di Matrix S.p.a. e di Libero S.r.l. Secondo l'associazione di tratta di una situazione che danneggia pesantemente la stessa Codacons, la quale necessita per la sua attività quotidiana di inviare comunicazioni e aggiornamenti a più destinatari.

Per questo problema molti consumatori, ignari della situazione dal momento che a detta del Codacons Italiaonline non ha rilasciato alcuna informazione, lamentano la mancata ricezione dei comunicati dell'associazione consumatori.

Nell'esposto inviato alle due Procure della Repubblica il Codacons, valutando i danni di immagine ed economici subiti dall'associazione, chiede di aprire un'indagine e di sanzionare eventuali condotte illegittime.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor21 Marzo 2013, 16:21 #1
quelli del Codacons sono fuori di testa... qualcuno dica loro di piantarla lì perchè così facendo distolgono l'attenzione dai problemi veri
viger21 Marzo 2013, 17:59 #2
Il problema non è da poco e non và assolutamente sottovalutato, da mesi virgilio non spediva mail e spesso non le riceveva.

Io possiedo da decenni queste email e le utilizzo anche per il mio lavoro, questi disservizi arrecano danni anche molto gravi soprattutto se i tuoi clienti si basano su tali mail per contattarti.

Analogo disservizio stà accadendo da qualche mese sulle mail di .tin e alice.it , addirittura queste vengono spedite regolarmente ma non arrivano mai a destinazione e dopo 24 ore ti ritorna il messaggio del Mail Error.
Ogni tanto funziona e ogni tanto non funziona, non sapendo però con certezza se la persona a cui mandi l email riceve il messaggio.

Questi disservizi per chi è stato cliente Alice da 20 anni e ora usa servizi TIN mobile da anni come me [U]è un grave problema[/U] .
r134821 Marzo 2013, 18:03 #3
Gmail e passa la paura.
dottorzero7721 Marzo 2013, 18:04 #4

Rimane il fatto....

....Che il Codacons NON mi sembra il miglior interlocutore per risolvere questi problemi... Ad onor di cronaca:

http://noisefromamerika.org/articol...oni-consumatori

http://www.codaconsliguria.it/08-07...oni_di_euro.htm

Ognuno tragga le sue conclusioni...
dottorzero7721 Marzo 2013, 18:08 #5

E comunque...

L'articolo riporta che "...Secondo l'associazione di tratta di una situazione che danneggia pesantemente la stessa Codacons, la quale necessita per la sua attività quotidiana di inviare comunicazioni e aggiornamenti a più destinatari."

In pratica il Codacons è "leggermente" interessato alla vicenda... Per i motivi di cui ai link di sopra, da me riportati.....
dottortanzy21 Marzo 2013, 19:09 #6
Io ho avuto un problema di black list di un server di libero,ho contattato il servizio tecnico per email e mi hanno riposto dopo due giorni che ci stavano lavorando
Spectrum7glr21 Marzo 2013, 23:12 #7
libero è scandaloso per altri motivi: non è possibile aggregare le email @libero usando i servizi di Google (con gmail) o MS (con outlook/hotmail/live) se non abbonandosi alla versione pro...e non è nemmeno possibile usare un client di posta direttamente senza dover pagare. In pratica se vuoi "migrare" devi pagare un balzello: i clienti li dovresti tenere dando servizi migliori della concorrenza non vessandoli.
maxmax8022 Marzo 2013, 02:33 #8
Originariamente inviato da: Paganetor
quelli del Codacons sono fuori di testa... qualcuno dica loro di piantarla lì perchè così facendo distolgono l'attenzione dai problemi veri


no, i PROVIDER sono fuori di testa, e si meriterebbero una class action nazionale perchè ci regalano una marea di dissiervizi ed una lentezza esasperante nel risolvere i problemi uniti a call center rimbalzati anche all' estero per lucrarci su il più possibile.

tutto questo all' estero non succede perchè solo in italia le grandi aziende fanno i loro porci comodi.



Originariamente inviato da: r1348
Gmail e passa la paura.


seee, come no....come mail di servizio, senza nessun tipo di social o account associato!
Google si può scordare che io gli metto nelle sue mani la mia casella mail principale!
El Tazar22 Marzo 2013, 07:28 #9
E quale sarebbe il problema con Gmail? Funziona molto bene
maxmax8022 Marzo 2013, 07:50 #10
Originariamente inviato da: El Tazar
E quale sarebbe il problema con Gmail? Funziona molto bene


mah, chissà quale sarà mai il problema..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^