Googlebot non verrà più riconosciuto come un iPhone, ma come un Nexus 5X

Googlebot non verrà più riconosciuto come un iPhone, ma come un Nexus 5X

Googlebot, il webcrawler che la società utilizza per indicizzare internet, verrà riconosciuto come un dispositivo Android, e non più come un iPhone

di pubblicata il , alle 10:20 nel canale Web
GoogleNexus
 

Google modificherà presto il modo in cui il suo webcrawler, Googlebot, verrà riconosciuto mentre visita i vari siti web. Il suo lavoro è quello di scansionare internet al fine di indicizzare qualsiasi sito web o qualsiasi pagina, aggiornando nel database quelle già presenti che sono state modificate di recente. È alla base del funzionamento del motore di ricerca della società, senza mezzi termini il più popolare e diffuso al mondo.

Durante il suo funzionamento, Googlebot imposta vari user-agent per misurare alcune caratteristiche della pagina web simulando le performance su diverse tipologie di dispositivi, come smartphone, portatili o tablet. Al momento, lato smartphone, Googlebot si camuffa da iPhone con iOS 8.3 durante la scansione dei siti, ma questo cambierà dal prossimo 18 aprile. Da quella data il sistema apparirà come un Nexus 5X con Android 6.0.1 Marshmallow.

Secondo il Webmaster Central Blog di Google il passaggio consentirà a Googlebot di analizzare in maniera più accurata le pagine web che fanno un uso massiccio delle nuove tecnologie e dei nuovi standard, come ad esempio HTML5. Il cambiamento verrà operato perché il sistema che utilizza Googlebot per renderizzare le pagine è di fatto più simile a quello del browser nativo di Android, Chrome, che non di quello di iOS, Safari Mobile.

La mossa potrebbe certamente essere vista come simbolica, ma si tratterebbe di un'analisi affrettata. Se da una parte è vero che Android sta macinando numeri di vendita incontrastabili dalle altre piattaforme, incluso iOS, dall'altra il cambiamento da parte di Google non ha un significato così profondo. Google scrive infatti che la stragrande maggioranza degli utenti nemmeno si accorgerà dei cambiamenti e il 99% dei siti web non subirà alcuna influenza diretta.

I siti che verificheranno modifiche sostanziali saranno quelli che cercano di sfuggire al crawler di Google. Chi invece è preoccupato dal fatto che il proprio sito potrebbe non essere più visto come "mobile-friendly" (caratteristica che nei prossimi mesi avrà ancora più peso ai fini dell'indicizzazione sulle pagine di ricerca) può utilizzare il tool proprietario di Google Fetch and Render.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Malek8617 Marzo 2016, 12:20 #1
Più che altro, come mai l'hanno tenuto come iOS così a lungo?
Drizzt17 Marzo 2016, 15:19 #2
Ma piu' che altro, se il Googlebot si maschera completamente da smartphone, significa che le solite statistiche dei dispositivi piu' usati per l'accesso ai siti sono falsate?
Personaggio17 Marzo 2016, 18:39 #3
Originariamente inviato da: Drizzt
Ma piu' che altro, se il Googlebot si maschera completamente da smartphone, significa che le solite statistiche dei dispositivi piu' usati per l'accesso ai siti sono falsate?


viene riconosciuto come bot in ogni caso
calabar18 Marzo 2016, 17:11 #4
Niente +5% al market share di Android con questa mossa, quindi?
LMCH18 Marzo 2016, 17:31 #5
Originariamente inviato da: calabar
Niente +5% al market share di Android con questa mossa, quindi?

Semmai un crollo della percentuale di dispositivi iOS, visto che prima si identificava come un iPhone.

Ma in ogni caso si identificava anche come bot, quindi in teoria non veniva conteggiato nelle statistiche fatte con sistemi di monitoraggio seri ... si spera.

Se invece tutto d'un tratto ci sarà un crollo della presenza su siti internet di dispositivi iOS ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^