Google utilizzerà le tue foto ed informazioni personali per fini pubblicitari

Google utilizzerà le tue foto ed informazioni personali per fini pubblicitari

Google introdurrà i cosiddetti "consigli condivisi", un nuovo sistema di inserti pubblicitari in cui verranno utilizzate le nostre foto e commenti su internet per promuovere particolari tipi di prodotti o locali pubblici

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
Google
 

Gli utenti di Google presto si ritroveranno senza la propria volontà all'interno degli inserti pubblicitari proprietari che si possono trovare ormai nella stragrande maggioranza di siti web, tramite un massiccio cambiamento perfezionato all'interno dei termini di servizio della società di Mountain View. Riportato in un primo momento dal New York Times, le modifiche catalogheranno molteplici azioni dell'utente come commenti, +1, e pagine seguite con il nome di "conferme o consigli condivisi" per uno specifico prodotto.

"I feedback da persone conosciute consentono di risparmiare tempo e di migliorare i risultati per l'utente e per i suoi amici in tutti i servizi Google, fra cui Ricerca Google, Maps, Play e pubblicità", si legge all'interno della pagina che riporta le novità nei termini di servizio sul sito di Google. "Ad esempio, gli amici possono vedere che un utente ha valutato un album con quattro stelle nella pagina Google Play della relativa band. Inoltre, un +1 fatto sul panettiere locale preferito potrebbe essere incluso in un annuncio che il panettiere pubblica su Google. Questi consigli sono detti conferme condivise."

Google consigli condivisi

Grazie alle novità, Google potrebbe inserire nome utente e fotografia di un qualsiasi contatto all'interno di un banner pubblicitario in modo da incrementare la credibilità dello stesso agli amici e seguaci dello stesso contatto. Non sono state specificate le caratteristiche estetiche dei nuovi banner, tuttavia le informazioni "sociali" che Google potrebbe includere al loro interno potrebbero essere molteplici.

Le modifiche ai termini di servizio verranno annunciate ufficialmente all'interno della pagina principale dello stesso Google, in modo da rendere consapevoli i vari utenti delle novità prima che le stesse verranno introdotte nei vari servizi del colosso di Mountain View il prossimo 11 novembre. Logicamente Google utilizzerà solo le informazioni di utenti maggiorenni, in questo modo chiunque non abbia raggiunto i 18 anni non verrà inserito nei nuovi inserti pubblicitari.

Google+ non ha mai avuto il successo sperato, soprattutto se paragonato ai concorrenti diretti come Facebook. Le nuove modifiche ai termini di servizio non lasciano di certo sperare a novità sostanziali in tal senso dal momento che le gravi implicazioni sulla privacy delle stesse potrebbero di fatto allontanare i nuovi utenti interessati al servizio, che avevano aggirato il social network di Zuckerberg per gli stessi motivi.

Di fatto, anche Facebook utilizza un sistema pubblicitario simile a quello previsto prossimamente nei servizi di Google, tuttavia in entrambi i casi gli utenti potranno scegliere di disabilitare i consigli condivisi in modo da non apparire all'interno dei banner pubblicitari nei computer e sistemi mobile degli amici, ma per tutti gli altri le novità saranno abilitate automaticamente il prossimo 11 novembre.

È possibile trovare maggiori informazioni sui consigli condivisi e, se preoccupati dalle implicazioni sulla privacy, su come disabilitarli permanentemente in questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick14 Ottobre 2013, 15:46 #1
Si sapeva e si controsapeva xD siamo il prodotto

cmq sia penso che valga la storiella della novità

in un primo momento fa effetto novità e colpisce un po' di + dopo quando su qualsiasi annuncio esce suggerito da xyz... hmm ok ma chissenefrega.. xD
sinergine14 Ottobre 2013, 15:47 #2
Ho capito male io o questa cosa riguarda solo gli utenti abilitati a G+?

Ho ricevuto l'avviso di cambio privacy l'altro giorno accedendo a gmail, seguendo il link per disattivare l'impostazione mi ha prima chiesto di attivare G+
Che sia una mossa per far attivare un account G+ a chi non l'ha attivato?
emiliano8414 Ottobre 2013, 15:49 #3
s0nnyd3marco14 Ottobre 2013, 16:06 #4
Non trovo nulla di cosi scandaloso in quanto:
1) sei tu che fai +1 su un prodotto o servizio
2) viene visualizzato dalle cerchie che tu hai autorizzato
3) puoi disattivarlo
4) e' stato comunicato con anticipo

Molte altre applicazioni si basano su concetti simili: vedi trip advisor dove vedi i consigli degli altri utenti. A me farebbe piacere sapere se un mio amico ha consigliato un determinato locale oppure no.
dwfgerw14 Ottobre 2013, 16:18 #5
Google sta esagerando ma di brutto. Ho provveduto a togliere il segno di spunta delle nuove condizioni.

Capisco che il loro prodotto siamo noi, e non android e robaccia varia, quello serve solo ad acquisire piu utenti possibili da rivendere ai veri clienti che ripeto non è l'utilizzatore di maps o android bensì gli insersionisti.

Non hanno la cultura del prodotto, per questo non spendero mai un centesimo per qualcosa con il loro marchio, perchè fondamentalmente a loro interessano i nostri dati non venderci qualocsa di ottimo.
bluv14 Ottobre 2013, 16:20 #6
Originariamente inviato da: sinergine
Ho capito male io o questa cosa riguarda solo gli utenti abilitati a G+?

Ho ricevuto l'avviso di cambio privacy l'altro giorno accedendo a gmail, seguendo il link per disattivare l'impostazione mi ha prima chiesto di attivare G+
Che sia una mossa per far attivare un account G+ a chi non l'ha attivato?


si, devi avere l'account G+
per chi ha l'account basta disabilitare!
emiliano8414 Ottobre 2013, 16:31 #7
Originariamente inviato da: dwfgerw
Google sta esagerando ma di brutto. Ho provveduto a togliere il segno di spunta delle nuove condizioni.

Capisco che il loro prodotto siamo noi, e non android e robaccia varia, quello serve solo ad acquisire piu utenti possibili da rivendere ai veri clienti che ripeto non è l'utilizzatore di maps o android bensì gli insersionisti.

Non hanno la cultura del prodotto, per questo non spendero mai un centesimo per qualcosa con il loro marchio, perchè fondamentalmente a loro interessano i nostri dati non venderci qualocsa di ottimo.


ma no, qui puoi essere in disaccordo esclusivamente con M$, se non sei daccordo con google sei solo un fanboy
supersajotto14 Ottobre 2013, 16:59 #8
Originariamente inviato da: emiliano84
ma no, qui puoi essere in disaccordo esclusivamente con M$, se non sei daccordo con google sei solo un fanboy


Il classico fanboy. Basta vedere l'avatar.poi magari sei anche un assiduo frequentatore di facebook e ti spaventi di questo
emiliano8414 Ottobre 2013, 17:10 #9
Originariamente inviato da: supersajotto
Il classico fanboy. Basta vedere l'avatar.poi magari sei anche un assiduo frequentatore di facebook e ti spaventi di questo


certo, ma quella e' una mia scelta e posso gestire quello che voglio e con chi condividerlo ... non mi sono trovato iscritto a G+ solo perche' usavo un servizio google

p.s.
pensa un po' invece c'e' gente che si lamenta di facbook e ha un account google
supersajotto14 Ottobre 2013, 17:11 #10
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Non trovo nulla di cosi scandaloso in quanto:
1) sei tu che fai +1 su un prodotto o servizio
2) viene visualizzato dalle cerchie che tu hai autorizzato
3) puoi disattivarlo
4) e' stato comunicato con anticipo

Molte altre applicazioni si basano su concetti simili: vedi trip advisor dove vedi i consigli degli altri utenti. A me farebbe piacere sapere se un mio amico ha consigliato un determinato locale oppure no.


occhio che emiliano84 ci sta male dopo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^