Google Talk ora traduce le conversazioni in tempo reale

Google Talk ora traduce le conversazioni in tempo reale

Google ha introdotto una nuova funzionalità per la traduzione in tempo reale delle conversazioni in Google Talk. Si tratta indubbiamente di un passo avanti nell'abbattimento delle barriere linguistiche, tuttavia il sistema non è privo di problemi

di pubblicata il , alle 16:13 nel canale Web
Google
 

Google ha introdotto una nuova funzionalità per la traduzione delle conversazioni in tempo reale all'interno del proprio client di messaggistica istantanea Google Talk. La traduzione avviene mediante l'uso di bot, software particolari che, mascherati da normali contatti utente, provvedono a tradurre il testo della conversazione.

Nell'annuncio apparso sul blog di Google Talk, viene comunicato che sono disponibili ben 24 bot per la traduzione. Il nome dei bot è stato ragionevolmente composto utilizzando l'abbreviazione delle lingue tradotte, seguendo il seguente schema: [from language]2[to language]@bot.talk.google.com. Al momento sono supportate le seguenti coppie di lingue: ar2en, de2en, de2fr, el2en, en2ar, en2de, en2el, en2es, en2fr, en2it, en2ja, en2ko, en2nl, en2ru, en2zh, es2en, fr2de, fr2en, it2en, ja2en, ko2en, nl2en, ru2en, zh2en.

Per utilizzare il servizio è necessario prima di tutto aggiungere il contatto del bot desiderato all'elenco dei contatti di Gmail. Se ad esempio vogliamo tradurre la nostra conversazione dall'italiano all'inglese, bisognerà aggiungere il contatto it2en@bot.talk.google.com. Una volta inserito il contatto, sarà sufficiente aggiungerlo alla conversazione nella quale si desidera usufruire del traduttore.

Si tratta certamente di un grande passo avanti nell'abbattimento delle barriere linguistiche, tuttavia il software soffre di alcuni problemi. Il sistema risulta ancora abbastanza macchinoso: per tradurre bilateralmente una conversazione tra due individui di nazionalità diversa, sono necessari due bot. Ad esempio, per tradurre una conversazione tra un italiano e un inglese, si necessita dei bot it2en ed en2it. Un altro problema bizzarro, verificato durante le prove, è che alcune coppie di bot, iniziano a tradursi l'un l'altro, generando confusione. Questo problema probabilmente è legato al mancato riconoscimento tra i due bot e molto probabilmente verrà corretto velocemente.

Infine il problema principale è costituito dal sistema di traduzione: i bot fanno utilizzo dello stesso motore usato dal servizio di traduzione Google Translator. Ciò, purtroppo, fa si che le traduzioni non sempre risultano fedeli e spesso parte del significato iniziale delle frasi viene perduto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lev1athan20 Dicembre 2007, 16:17 #1
Interessante come cosa.
cristt20 Dicembre 2007, 16:29 #2
"coppie di bot iniziano a tradursi l'un l'altro" e fanno a bot...
dehihihoho. cos'è, blade runner?
RunAway20 Dicembre 2007, 16:49 #3
"Un altro problema bizzarro, verificato durante le prove, è che alcune coppie di bot, iniziano a tradursi l'un l'altro, generando confusione. Questo problema probabilmente è legato al mancato riconoscimento tra i due bot e molto probabilmente verrà corretto velocemente."

Ma no è una feature! Se la conversazione non è interessante i bot lasciano perdere gli umani e chiacchierano fra loro!
mansell20 Dicembre 2007, 17:01 #4
"Un altro problema bizzarro, verificato durante le prove, è che alcune coppie di bot, iniziano a tradursi l'un l'altro, generando confusione. Questo problema probabilmente è legato al mancato riconoscimento tra i due bot e molto probabilmente verrà corretto velocemente."

buahahaha bellissimo!!!
licarus20 Dicembre 2007, 17:04 #5
per essere onesto, se la traduzione automatica può ogni tanto essere utile sulle pagine web, giusto per capire di cosa si parla (e poi farsela tradurre da qualcuno se interessa), in una conversazione la vedo dura. io non mi fiderei a parlare con qualcuno senza capirci niente e con buona probabilità che non lui stia dicendo quello che leggo e che non stia capendo quello che dico.
comunque magari a qualcuno può tornare utile...

PS: sarà che faccio il traduttore e spero sempre più o meno inconsciamente che sti affari non funzionino...
bLaCkMeTaL20 Dicembre 2007, 17:06 #6
una funzione utile, comoda e geniale!
Aggiungere un bot nella chat significa non dover riscrivere tutto il programma.
Sappiamo tutti cosa è la lingua tradotta "alla lettera", però IMHO meglio di niente.
lucusta20 Dicembre 2007, 17:12 #7
usando una semplice logica delle frasi, con periodi berevi, credo che si risolverebbero molti problemi.
l'italiano, come molte altre lingue, ha il problema delle inflessioni e degli accenti, non sempre indicati, quindi i sinonimi mettono in difficolta' questi traduttori.
dovrebbero creare una logica dei bot che consenta di indicare un sinonimo delle parole che si scrivono, in modo da far individuare al bot il significato univoco del nostro pensiero, e di tradurlo correttamente.

un giorno mi sono chiesto quanto fosse difficoltoso imparare il giapponese; ho letto che in giaponese il soggetto e' sempre sottinteso, l'accento e' libero, e verbi e sostantivi non si distinguno...
ho preso la grammatica italiana ed ho capito che non conoscevo neanche quella!

se gia' non si sa' esprimere il proprio pensiero correttamente nella proria lingua, l'uso dei traduttori e' praticamente inutile...

EDIT: "...nella propria lingua.."; scrivere con una wireless senza batterie e pretendere che il PC capisca comunque e corregga l'errore, questo e' il mio sogno!
RunAway20 Dicembre 2007, 17:20 #8
@Locusta:
Ok però non tieni conto del fatto che chattare non è come scrivere un tema. Apparte le abbreviazioni, si usano espressioni gergali e colloquiali.
Eppoi ci sono anche cose come le metafore e le espressioni figurate e dubito che i bot impareranno presto a rendere il senso vero di queste forme linquistiche.
darkgenio7620 Dicembre 2007, 17:32 #9
io penso potrebbe essere utile nel settore vendite, specialmente se permettessero alle aziende di profilare i bot a seconda dei settori merceologici. Nell'azienda dove lavoro il contatto col cliente per gli aordini avviene in via preliminare via chat. Ora, anche per conversazioni elementari, tipo: voglio questo tipo di merce, hai bisogno di un addetto export con quelle specifiche conoscenze linguistiche. Con una sistema come questo chiunque potrebbe svolgere le funzioni basilari.
Ciao
II ARROWS20 Dicembre 2007, 17:45 #10
BELLISSIMO!! IL CICLO INFINITO DI TRADUZIONI!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^