Google Public DNS: 70 miliardi di richieste al giorno

Google Public DNS: 70 miliardi di richieste al giorno

Google Public DNS raggiunge quota 70 miliardi di richieste al giorno, diventando il servizio DNS più utilizzato al mondo

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Web
Google
 

Google Public DNS è stato lanciato dall'azienda di Mountain View nel mese di dicembre del 2009: da allora sono passati poco più di due anni, e il servizio non è più nella sua fase sperimentale, anzi. Google public DNS è oggi il servizio DNS più utilizzato nel mondo, e gestisce oltre 70 miliardi di richieste al giorno.

Il protocollo DNS funziona come un vero e proprio elenco telefonico di internet: immesso l'indirizzo, i servizi DNS si fanno carico di recuperare l'indirizzo IP e direzionarci, quindi, sulla pagina web corretta.

A oggi Google Public DNS viene utilizzato a livello internazionale e oltre il 70% del traffico gestito proviene da paesi al di fuori degli Stati Uniti. Il servizio offerto da Google, che nel corso del tempo si è evoluto e ha conosciuto importanti modifiche e ha apportato diverse innovazione come quella che viene ora identificata come "edns-client-subnet", si è espanso a macchia d'olio, raggiungendo così numeri elevati. Non manca il supporto a IPv6, per il quale sono stati aggiunti i nuovi indirizzi 001:4860:4860::8888 e 2001:4860:4860::8844 oltre ai soliti 8.8.8.8 e 8.8.4.4.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlanBoo15 Febbraio 2012, 11:34 #1
secondo me tra questo servizio, Chrome, Google.com riescono a sapere tutti i siti che ho visitato ieri, in che ordine, con IE
Phoenix Fire15 Febbraio 2012, 11:57 #2
per come sono fatto io, che google sappia quale sito porno ho visitato ultimamente e da che pc, frega molto poco finchè mi offre degli ottimi servizi che non pago "direttamente"
AlanBoo15 Febbraio 2012, 12:23 #3
si si anche a me nn interessa, e mi piace avere la pubblicità personalizzata. MA ...
kisono15 Febbraio 2012, 13:01 #4
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
per come sono fatto io, che google sappia quale sito porno ho visitato ultimamente e da che pc, frega molto poco finchè mi offre degli ottimi servizi che non pago "direttamente"


Originariamente inviato da: AlanBoo
si si anche a me nn interessa, e mi piace avere la pubblicità personalizzata. MA ...


Poi ci si trova con gli annunci per i siti porno xD

Finchè i dati li usano solo per la pubblicità non ci sono troppi problemi, però resta sempre quel ma...

In ogni caso le alternative ci sono, i proxy free anche, basta solo disintossicarsi da bigG
Tasslehoff15 Febbraio 2012, 15:17 #5
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
per come sono fatto io, che google sappia quale sito porno ho visitato ultimamente e da che pc, frega molto poco finchè mi offre degli ottimi servizi che non pago "direttamente"
Il problema è che si tende ad ignorare anche i difetti di quei servizi solo perchè non sono sotto i riflettori.

Prendi GMail o Google Apps, ottimi servizi (almeno per la posta niente di trascendentale a ben vedere eh...), peccato che molto spesso gli SMTP di Google finiscano per essere usati per inviare spam, con il risultato che gli indirizzi di questi server finiscono nelle più diffuse blacklist antispam (anche le più blande e conservative).
Morale della favola: molti server rifiutano mail da account di Gmail o Google Apps perchè gli smtp che usano sono listati. L'utente occasionale (anche aziendale) questo non lo sa, giudica come troppo invasivo il sistema antispam e commenta con la solita boriosa saccenza e stupidità: "La nostra posta fa schivo, con GMail non ho mai questi problemi..."
the_m15 Febbraio 2012, 15:27 #6
@Tasslehoff

Mah, io uso da per lavoro da qualche anno GMail/GApps for domains e quindi l'SMTP di gmail per la posta in uscita, in media comunico con una decina di clienti diversi al giorno e non mi è _MAI_ capitato che un server rifiutasse la posta da gmail perchè in blacklist (cosa che, invece, mi era capitata con l'smtp di libero)

Del resto, non vedo come possa essere usato GMail per lo spam, visto che è tutto super controllato a livello di accesso (login e cifratura obbligatori) e ci mettono un secondo a capire se un account fa da spammer e a bloccarlo (riconosce al 99,99% lo spam IN INGRESSO, figurati cosa ci vuole a capire quello in uscita fatto dai tuoi utenti registrati...)
Birbone-enobriB15 Febbraio 2012, 19:04 #7
Beh, in quanto a server SMTP che finiscono in black list FW, per esperienza personale, non è seconda a nessuno ed è tutt'altro che gratuita...

Poi, per farsi i fatti nostri, con android mr. google sa anche dove sei andato e con chi hai parlato, metti insieme tutti i dati e ti conoscono meglio della mamma! Ma tant'è, fanno comodo e quindi accetto l'intrusione, anche se controvoglia
demonsmaycry8415 Febbraio 2012, 20:49 #8
io uso 8.8.8.8 oramai da più di 1 anno in tutti i miei hw...

mai avuto un problema di dns...google r0x
MaxArt15 Febbraio 2012, 23:07 #9
I public DNS di Google sono eccellenti, meglio di quelli del mio stesso provider.
E poi sono molto più facili da ricordare.
timer8616 Febbraio 2012, 11:13 #10
Sarò pure un Cretino, a me non importa molto come Google Usa i suoi strumenti, mi va bene anche se mi osserva, vede in quali siti sono stato, non ho niente da nascondere. Si è una violazione della privacy, magari, ok. Sinceramente Sapere che Google, sa dove navigo, e è grazie a questo che mi arrivano la maggior parte delle email pubblicitarie, bè non mi importa molto. Preferisco che anche se si arricchisse a me come utente e consumatore finale, mi dia il massimo del servizio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^