Google Maps, le colonnine di ricarica ora si possono cercare per tipo di connettore

Google Maps, le colonnine di ricarica ora si possono cercare per tipo di connettore

Nuova funzionalità per l'app cartografica di Google: ora le stazioni di ricarica per veicolo elettrico possono essere filtrate a seconda del tipo di connettore

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Web
Google
 

Google Maps sta aggiungendo la possibilità di ricercare le stazioni di ricarica per veicoli elettrici filtrandole per tipologia di connettore, rendendo così un po' più semplice la pianificazione di un viaggio o la ricerca, magari in situazione emergenziale, di un punto dove poter ricaricare il proprio veicolo.


Fonte: Androidpolice

Google ha aggiunto le stazioni di ricarica elettrica a Maps in precedenza nel corso dell'anno, ma la possibilità di impostare come parametro di ricerca proprio il tipo di connettore compatibile con quello presente sulla nostra auto permette di efficientare le operazioni di ricerca.


Fonte: Androidpolice

L'aggiornamento permette inoltre di scegliere quale tipo di colonnina di ricarica si preferisce: in questo modo usando Maps non è necessario dover specificare manualmente ogni volta il tipo di connettore ricercato. L'impostazione può essere cambiata in qualsiasi momento dal menù contestuale. Tra i connettori disponibili l'utente può scegliere J1772, CCS (Combo 1), Type 2, CCS (Combo 2), CHAdeMO, e Tesla: si tratta dei connettori più diffusi sui veicoli elettrici di oggi.

E' bene osservare che esistono molte altre app che permettono di cercare punti di ricarica filtrando per tipologia di connettore, ma ovviamente Google Maps è la risorsa più utilizzata per trovare itinerari e orientarsi in luoghi sconosciuti: la nuova funzionalità è un valore aggiunto importante per tutti i possessori di un veicolo elettrico.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino17 Dicembre 2019, 10:43 #1
Questa cosa non ha senso. Dovrebbero imporre per legge un formato unico per gli attacchi.
Vi immaginate dover cercare il distributore che abbia la forma del bocchettone adatta al vostro buco del serbatoio?
Axios200617 Dicembre 2019, 11:11 #2
Anni di progressi informatici inutilmente ignorati dall'industria automobilistica....

Connettori proprietari.... Dispositivi connessi ad internet con poche o nulle protezioni...
pipperon17 Dicembre 2019, 11:11 #3
Originariamente inviato da: Ragerino
Questa cosa non ha senso. Dovrebbero imporre per legge un formato unico per gli attacchi.
Vi immaginate dover cercare il distributore che abbia la forma del bocchettone adatta al vostro buco del serbatoio?


il problema e' che se legiferi in tal senso nel tuo stato costerebbe di piu' e poi non potresti andare all'estero.

E' il problema di quando un mercato e' troppo giovane oppure composto da aziende poco serie.

Prendi le lampadine LED: sono un grosso problema e funzionano male perche' non esiste un connettore. Mettendole su connettori non idonei fanno caxare.

negli anni 70-80 la maggior parte delle macchine fotografiche avevano lo stesso connettore, prima a vite e poi il K di pentax ch e' abbastanza furbo da montare la vite senza problemi.
Chiediti perche ora ci sono mille connettori.

MA forse, in fondo, l'uomo non ama le cose ben fatte e semplici.
Ragerino17 Dicembre 2019, 11:18 #4
Originariamente inviato da: pipperon
Prendi le lampadine LED: sono un grosso problema e funzionano male perche' non esiste un connettore. Mettendole su connettori non idonei fanno caxare.



Non mi far cominciare con i led....
La moda delle lampade 'green' ha fatto si che ora in commercio non si trovino più le incandescenza, e quelle alogene sono sempre più difficili da trovare.
E' pieno di quelle a Led. Peccato che durano quanto una lampadina ad incandescenza nel peggiore dei casi, e quanto un alogena nel migliore.
Le fanno super economiche, altrimenti non venderebbero. Io negli ultimi due anni ho cambiato piu lampadine a led che di alogene negli ultimi 10 anni.
Si cuociono sostanzialmente, perche nessuna ha un dissipatore adeguato, e non sono costruite per durare. E parlo delle normali lampadine di casa.

Alla faccia del 'risparmio energetico'.
giovanni6917 Dicembre 2019, 11:35 #5
Infatti sono fatte solo per fare business. Anch'io non ho mai cambiato così tanto lampadine a risparmio energetico come in questi ultimi 4/5 anni.

Bisognerebbe acquistare quelle con la garanzia dichiarate (rare ma si trovano) e poi tenere rigorosamente lo scontrino...
annunziatoco17 Dicembre 2019, 12:40 #6
Originariamente inviato da: Ragerino
Non mi far cominciare con i led....
La moda delle lampade 'green' ha fatto si che ora in commercio non si trovino più le incandescenza, e quelle alogene sono sempre più difficili da trovare.
E' pieno di quelle a Led. Peccato che durano quanto una lampadina ad incandescenza nel peggiore dei casi, e quanto un alogena nel migliore.
Le fanno super economiche, altrimenti non venderebbero. Io negli ultimi due anni ho cambiato piu lampadine a led che di alogene negli ultimi 10 anni.
Si cuociono sostanzialmente, perche nessuna ha un dissipatore adeguato, e non sono costruite per durare. E parlo delle normali lampadine di casa.

Alla faccia del 'risparmio energetico'.


Ma scusa, che lampadine acquistate? Non mi si è mai bruciata una lampandina led non cinese, e consumano un decimo di quella a incandescenza. Vi lamentate per cose assurde
\_Davide_/17 Dicembre 2019, 13:33 #7
Neanche a me si è mai bruciata una lampadina a LED, forse delle Philips delle primissime mai prodotte hanno iniziato a calare intensità luminosa, ma sono accese 5h al giorno da non so quanti anni.
Quando posso evito le lampadine ed installo strip o faretti con dissipatore in alluminio, che sono eterni.
Chiaro che le lampadine da 3€ a led non possono durare molto.

Tornando in topic, è curioso come siano appena riusciti a creare lo standard USB-C (nonostante tutta la gente che non lo vuole, preferendo l'A di 20 anni fa) e vedere che ci sono così tanti connettori diversi per caricare le auto elettriche.
Già normalmente la gente fa i calcoli come se ad ogni parcheggio ci fosse una colonnina; se aggiungiamo il fatto che sono estremamente rare diventa quasi impossibile, se poi consideriamo anche che solo una colonnina su 8 ha l'attacco che mi serve addio proprio
Simonex8417 Dicembre 2019, 13:41 #8
6 anni fa ho comprato casa e messo tutte lampadine/faretti LED, interne ed esterne, circa 40 in tutto prese da IKEA, non ne ho ancora cambiata una.
Gandalf7617 Dicembre 2019, 13:52 #9
Oppure basta comprare 6 connettori così sei sempre a posto. Anche se anche io trovo un indecenza che in Europa non si sappiano decidere e usare tutti un connettore unico.
ercagno17 Dicembre 2019, 14:53 #10
Originariamente inviato da: Ragerino
Non mi far cominciare con i led....
La moda delle lampade 'green' ha fatto si che ora in commercio non si trovino più le incandescenza, e quelle alogene sono sempre più difficili da trovare.
E' pieno di quelle a Led. Peccato che durano quanto una lampadina ad incandescenza nel peggiore dei casi, e quanto un alogena nel migliore.
Le fanno super economiche, altrimenti non venderebbero. Io negli ultimi due anni ho cambiato piu lampadine a led che di alogene negli ultimi 10 anni.
Si cuociono sostanzialmente, perche nessuna ha un dissipatore adeguato, e non sono costruite per durare. E parlo delle normali lampadine di casa.

Alla faccia del 'risparmio energetico'.


Ti dirò, all'inizio ho avuto lo stesso problema, non duravano niente e ho provato vari marchi ma le ultime che ho provato son molto meglio, anche per qualità della luce emessa. In particolare le ultime Osram che ho messo in tutta casa, non danno segni di cedimento e dovremmo essere a 2 anni ora, due sono accese quasi 20h al giorno. Edit: ho controllato ora quando le presi ed era giugno 2017, per cui un paio hanno 15mila ore circa, che poi è la vita dichiarata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^