Google: in arrivo una multa da pagare per colpa dei dati sulle auto di Street View. Ecco la cifra

Google: in arrivo una multa da pagare per colpa dei dati sulle auto di Street View. Ecco la cifra

L'azienda di Mountain View dovrà pagare una multa per aver raccolto dati personali e sensibili con le proprie auto sfruttando le reti Wi-Fi non protette in giro per le strade.

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Web
Google
 

Google dovrà pagare una multa di 13 milioni di dollari per lo scandalo dello Wi-Spy ossia l'aver raccolto dati personali e sensibili direttamente dalle reti Wi-Fi libere tramite le proprie auto per la mappatura di Street View. Una cifra davvero modesta che pone fine alla causa iniziata nel lontano 2010 e che sembra quasi più una beffa che una risoluzione visto che effettivamente i dati sono stati prelevati agli ignari utenti durante il passaggio delle auto di Google.

Google: la vicenda della Wi-Spy

La vicenda parte nel 2010 quando Google viene accusata di aver prelevato dati sensibili tramite il passaggio dei veicoli di mappatura delle città a ignari cittadini che utilizzavano Wi-Fi libere e dunque aperte. Diverse le persone che hanno deciso di fare causa al colosso di Mountain View per la vicenda che poi effettivamente si è resa veritiera con l'ammissione da parte di Google di aver "catturato" dati come email, password e altre informazioni private da reti Wi-Fi di oltre 30 paesi.

L'accordo è arrivato in questi giorni e ha sancito l'obbligo per Google di pagare oltre 13 milioni di dollari anche se solo una ventina di utenti riceveranno il rimborso visto che hanno agito con un reclamo di "class action". Gli avvocati hanno affermato che risulta difficile identificare le persone colpite a distanza di tutti questi anni e dunque Google si farà portatrice di eliminare ogni tipo di dato acquisito assicurando di proteggere le persone e la loro privacy in futuro.

Una multa che ha sicuramente significato sull'ammissione dei fatti anche se per quanto concerne la cifra rimane davvero di poco conto visto che 13 milioni di dollari risultano pari a meno di un sesto del reddito netto che la società genera in un solo giorno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Saturn23 Luglio 2019, 15:44 #1
E che multa, praticamente per loro è l'equivalente degli spicci che rimangono nei calzoni prima di essere messi in lavatrice...
Notturnia23 Luglio 2019, 15:46 #2
quindi hanno multato l'equivalente di una decina di euro per una persona normale
demon7723 Luglio 2019, 15:59 #3
I cazziatoni.
Quelli tosti.
Quelli pesanti.
Quelli che lasciano il segno.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
biometallo23 Luglio 2019, 16:40 #4
Intanto multa =/=risarcimento e qui anche se lo si è ripetuto diverse volte direi che NON si parla affatto di una multa ma di un risarcimento, anzi per essere precisi direi un patteggiamento, che poi non se sia corretto considerare in automatico un'ammisione di colpa, in fondo si sa che a volte indipendentemente dall'inocenza o meno è comunque più conveniente patteggiare piuttosto che prolungare un processo ad oltranza, e qui sono già 9 che sono in ballo... ma in America il sistema giudiziario non era super efficiente?

Comunque se interpreto correttamente quello che si legge qui: i 22 non sono persone fisiche ma associazioni di consumatori:
However, other than 22 plaintiffs that were part of the lawsuit, none of the other affected individuals will be receiving a form of compensation. After legal fees, the $13m penalty is being divvied up between advocacy groups for consumer privacy.
futu|2e24 Luglio 2019, 08:34 #5
Risarcimento o multa che sia, se fanno agli automobilisti 0,01 € di multa per
entrata in ZTL senza permesso, ci entrano tutti per sempre
frankie24 Luglio 2019, 09:28 #6
Come han fatto a prendere email e pw con un semplice wifi aperto?
mikypolice24 Luglio 2019, 09:58 #7
cioè chi fa la pubblicità di prestare attenzione ai malintenzionati è proprio il malintenzionato. bene, alla grande. Ormai ciò che è bene e male in questo mondo è solo un palese punto di vista.
mikypolice24 Luglio 2019, 10:03 #8
@frankie si chiama sniffing in gergo. tu ti colleghi alla rete libera come loro, solo che tu navighi tranquillamente, loro monitorano tutto il traffico di quel punto d'accesso di qualsiasi client vogliono. Non te li rubano, li leggono in chiaro (quasi) 🤦‍♂️
Googla un po e cerca Kali Linux, s.o. creato appositamente per "testare" qualsiasi tipo di sicurezza. Dal wifi al bluetooth, dalle pw di winrar (file compressi in generale coperti da pw) ai backdoor di s.o.
amd-novello24 Luglio 2019, 10:11 #9
Don't be evil.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^