Google: dispositivi Android per l'entertainment domestico

Google: dispositivi Android per l'entertainment domestico

Musica e contenuti multimediali disponibii in cloud e diffusi tra le mura di casa con dispositivi Android, è questo il nuovo progetto al quale Google starebbe lavorando

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Web
AndroidGoogle
 

Notizie non ufficiali confermerebbero un nuovo e importante ambito nel quale Google vorrà essere protagonista, infatti stando alle informazioni riportate dal Wall Street Journal la casa di Mountain View starebbe mettendo a punto una serie di dispositivi basati su Android e dedicati all'entertainment domestico. Si tratterebbe di dispositivi che utilizzando Wi-Fi e Bluetooth potrebbero essere utilizzati per ascoltare la propria musica, e in questo ambito Google potrebbe mettere a frutto il bagaglio tecnologico e di brevetti ricevuto in dote da Motorola, la cui acquisizione è però ancora in via di definizione.

Questa nuova iniziativa di Google si inserirebbe in un quadro ben definito: da tempo è stato avviato il progetto Google TV che coinvolge già diversi produttori, a fianco di esso si inserisce Google Music e più recentemente ancora Google Drive. Di fatto Google sta realizzando un vero e proprio ecosistema di servizi cloud e di dispositivi basati su Android in grado di interagire tra loro.

L'entertainment domestico non è un terreno del tutto inesplorato, infatti Microsoft da tempo cerca di portare nelle case e nei salotti dei propri utenti soluzioni dedicate ma tutto sommato con scarso successo. Anche Apple è da tempo attiva su questo fronte con dispositivi dedicati, e comunque in ognuno di questi progetti c'è sempre un market-place di riferimento. Il nuovo progetto di Google si caratterizza per alcuni aspetti che meritano di essere rivalutati nel tempo: come accade già in altri settori la sola vendita del dispositivo hardware diviene secondaria, accessoria, complementare ma necessaria. Gli introiti non derivano dalla commercializzazione dei dispositivi, quanto piuttosto dall'acquisto di contenuti, dall'utilizzo dei servizi in cloud - con eventuali profili premium ancora da scoprire - e ovviamente con il mercato della pubblicità.

Per Google quello dell'intrattenimento è un nuovo scenario nel quale è già parzialmente entrata con Google TV, ma in quel caso non si può certo parlare di successo. Con la realizzazione di soluzioni Android dedicate all'intrattenimento domestico ci sono ben altre potenzialità, e forse l'esperienza di una Google TV non ancora el tutto decollata potrà servire per approcciare il mercato con soluzioni e servizi più convincenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
X-ICEMAN10 Febbraio 2012, 14:51 #1
Microsoft da tempo cerca di portare nelle case e nei salotti dei propri utenti soluzioni dedicate ma tutto sommato con scarso successo



bhe quasi 70 milioni ( + 25 precedenti ) di dispositivi nei salotti di casa, ce li ha già portati
salvador8610 Febbraio 2012, 16:35 #2
hwupgrade è una anti-microsoft,basta leggere gli articoli per capirlo
argent8811 Febbraio 2012, 11:52 #3
Ah, ma scrivete chiaro: xbox360!
In tale ottica è possibile considerare anche ps3 come avversaria di GoogleTV, almeno potenziale.
songohan11 Febbraio 2012, 20:28 #4

Una rete ad aziendam

Bene,

mi pare di capire che si sta andando verso il progetto che anni e anni fa volevano realizzare mi pare AOL e/o Microsoft, ovvero una rete privata dove l'utente non è più tale ma diventa 'cliente'. Ci sarà posto per un futuro fuori da queste sabbie?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^