Google Chrome: più facile gestire privacy e sicurezza

Google Chrome: più facile gestire privacy e sicurezza

Google Chrome si aggiorna con una serie di novità legate alla privacy e alla sicurezza! Nel corso delle prossime settimane gli utenti desktop vedranno nuove funzionalità e maggiori controlli ma anche più semplicità nella loro gestione.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
GoogleChrome
 

Google Chrome si aggiorna con diverse novità legate alla gestione della privacy e della sicurezza. In particolare la società di Mountain View ha cercato di rendere i controlli più semplici e accessibili così che gli utenti non debbano "impazzire" nella gestione di elementi così importanti.

google chrome

In particolare in questo momento la società si è concentrata su Google Chrome per desktop con gli utenti che troveranno etichette ed elementi visivi più intuitivi. Le novità saranno rilasciate nel corso delle prossime settimane.

I nuovi controlli di Google Chrome

Si parte dalla gestione dei cookie, con l'utente che potrà scegliere se bloccare quelli di terze parti sia nella navigazione in modalità incognito che in quella normale. Si può anche bloccare tutti i cookie di alcuni siti o per tutti i siti.

In Google Chrome per desktop in Impostazioni Sito ora si trovano due sezioni differenti. Questo permette agli utenti di trovare semplicemente le autorizzazioni più importanti a livello di privacy e sicurezza. Lì infatti sono riunite quelle dedicate all'accesso alla posizione, la fotocamera o il microfono e le notifiche. Inoltre l'utente può sapere quali sono state le attività più recenti per le autorizzazioni.

Quella che in precedenza si chiamava "Persone" ora si chiama "Tu e Google" dove vengono racchiusi i controlli dedicati alla sincronizzazione. Questo consente all'utente di decidere cosa condividere con Google (e le impostazioni saranno estese a tutti i dispositivi sincronizzati).

Altra piccola novità riguarda la "Cancella dati di navigazione" che è stata spostata più in alto nella sezione Privacy e sicurezza. Questo permette agli utenti di trovarla più semplicemente considerando anche che è una delle funzioni più utilizzate.

Controllo di sicurezza è ora più semplice

Altra novità riguarda il controllo di sicurezza nelle impostazioni. Si tratta di un sistema automatizzato per sapere se le impostazioni del proprio browser sono corrette o se è possibile migliorare ulteriormente.

Controllo di sicurezza consente di sapere se le password salvate sono compromesse e, in caso affermativo, aiuterà l'utente a risolvere il problema. Avviserà anche l'utente se Navigazione sicura è disattivata, avvisa l'utente nel caso ci fossero estensioni considerate dannose e verifica anche se l'utente ha l'ultima versione di Google Chrome (che dovrebbe essere la più sicura).

Una volta conclusa una sessione utilizzando la navigazione in incognito i cookie saranno eliminati ogni volta. Come impostazione predefinita sono anche bloccati i cookie di terze parti. Ci sarà poi un controllo ben visibile nella pagina Nuova scheda. L'utente potrà comunque consentire i cookie di terze parti per alcuni siti (a sua scelta): quest'ultima funzionalità sarà disponibile gradualmente per tutti, iniziando dalle versioni desktop e Android.

Le estensioni di Google Chrome saranno racchiuse in una nuova sezione (icona a forma di puzzle) nella barra degli strumenti. Questo permette di fare più ordine ma anche di avere accesso alle informazioni alle quali hanno accesso le estensioni.

Una Navigazione sicura più intelligente

Arriva la protezione avanzata di Navigazione sicura che permetterà agli utenti di proteggersi da minacce come phishing e malware. Con questa funzionalità le pagine saranno scansionate prima e così come i download. Il tutto sarà poi sincronizzato con altri servizi di Google (come Gmail o Drive) cercando di prevenire gli attacchi, anche quelli attualmente sconosciuti. In futuro ci saranno avvisi più chiari che metteranno in chiaro qual è la minaccia.

Un'altra novità riguarda il lancio di DNS sicuro. Questa funzionalità sfrutta il protocollo chiamato DNS-over-HTTPS che sfrutta la crittografia per la parte di Ricerca DNS che dovrebbe garantire una maggiore protezione dal phishing. Se l'internet provider lo supporta, Google Chrome utilizzerà questa funzione automaticamente. L'utente potrà comunque scegliere il proprio DNS sicuro oppure disattivare la funzionalità (in Sicurezza avanzata).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wikkle21 Maggio 2020, 17:26 #1
E' tutta una farsa, tanto per dare il contentino e farsi passare per quelli che vogliono semplificare.

Perchè non semplificano veramente le cose serie, tipo il settaggio di quando si deve usare il loro motore di ricerca da [U]non [/U]loggati o su nuovi computer browser ecc? Questo:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

3 pagine di menate, che bisogna ingeniarsi per trovare il modo giusto per evitare il tracciamento di ogni cosa.
Ci si impiega 3 minuti ogni volta.

Oppure mettono il bottone semplicissimo ACCETTA è in 1 nano secondo puoi proseguire, e dare a Google il mondo di informazioni su cavoli propri.

Come mai?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^