Google Buzz: nuove regole e più attenzione alla privacy

Google Buzz: nuove regole e più attenzione alla privacy

Google rivede le modalità di accesso e utilizzo di Google Buzz prestando più attenzione alla privacy degli utenti

di pubblicata il , alle 17:04 nel canale Web
Google
 

Con Google Buzz il colosso di Mountain View è partito forse col piede sbagliato, e Todd Jackson, product manager Google, non ha remore nell'ammettere l'errore. A questo indirizzo è stato pubblicato un post dedicato all'argomento e nel quale viene presentata la situazione e i rimedi previsti per Google Buzz.

A Google veniva di fatto criticato un approccio troppo disinvolto per quel che riguarda la privacy: le impostazioni predefinite di Google Buzz prevedevano implicitamente la creazione di una lista utilizzando i contatti maggiormente utilizzati. La nuova modalità prevista da Google prevede ora il semplice suggerimento dei contatti e per la creazione della lista vera e propria è richiesto un esplicito consenso.

Con le nuove impostazioni gli utenti tornano in pieno possesso della propria bacheca di buzz decidendo in modo consapevole quali contenuti condividere e con chi. I nuovi utenti di Google Buzz troveranno quindi nuove modalità di accesso al servizio mentre per chi già lo utilizzava è richiesta un'ulteriore verifica e accettazione delle impostazioni. E' stato creato anche un videotutorial per presentare le novità.

Con questa azione Google cerca di rispondere in modo proattivo alle critiche facendo ammenda degli errori. In realtà a prima vista le modalità di accesso a Buzz e di gestione sembrano ancora troppo articolate ma solo il tempo potrà decretare il successo del progetto, con eventuali integrazioni in altri servizi, o meno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ally07 Aprile 2010, 17:21 #1
...un social gestito direttamente dalla posta non da proprio l'idea di privacy e sicurezza...

...ciao Andrea...
Benna8007 Aprile 2010, 17:21 #2
Appena mi è comprasa l'icona nell'account l'ho provato, ho detto 2 (di numero) vaccate con un paio di amici e poi non l'ho più toccato. A dire il vero non ho capito neanche come è organizzato, non è per niente immediato.. bahh
.Kougaiji.07 Aprile 2010, 17:36 #3
Ehh prima wave, ora buzz. Anche google ogni tanto può fare cazzate :P

twitter ftw
The_Saint07 Aprile 2010, 18:02 #4
Io l'ho disattivato... mi dava fastidio anche solo la cartella in più...
MrModd07 Aprile 2010, 18:37 #5
Originariamente inviato da: ally
...un social gestito direttamente dalla posta non da proprio l'idea di privacy e sicurezza...

...ciao Andrea...


L'ho pensato anch'io all'inizio tant'è vero che l'ho disabilitato subito.
Ieri però mi sono ricreduto. Ho voluto dargli una seconda chance e mi sono spulciato una per una tutte le impostazioni.
È possibile mantenere segreta l'email ed inoltre si può cambiare il nome che verrà visualizzato in Buzz e quindi anche nel profilo pubblico (ma cambierà anche a tutti i servizi Google) onde evitare che la gente riesca a risalire alla casella di posta dal nome.
L'unica cosa che mi ha lasciato l'amaro in bocca è proprio il fatto di dover necessariamente cambiare il nome a tutti i servizi Google per poter avere un nickname arbitrario su Buzz (diversamente da cosa accade se si disabilita Buzz e si mantiene il profilo pubblico).

EDIT:
Pensandoci meglio forse è un bene che Buzz sia interfacciato con Gmail, dato che quest'ultimo a quanto ne so è l'unico servizio di Google che offre la possibilità di girare su https.
rioalba07 Aprile 2010, 22:45 #6
@MrModd

lo fai per lavoro vero? anche noi, in azienda, vendiamo lo stesso servizio ai nostri clienti... cerchiamo di aggiustare il tiro per un certo brand.
elevul08 Aprile 2010, 20:56 #7
A me piace. Attualmente ho solo un amico che segue attivamente Buzz (gli altri hanno provato e droppato... :asd, ma mi piace il fatto che sia tutto collegato, quindi quando metto in like qualche video su youtube me lo segna anche su buzz, permettendomi di ritrovarlo nel caso in futuro ne avessi bisogno. :sisi:

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^