Google accusa Microsoft: Bing ci copia

Google accusa Microsoft: Bing ci copia

Matt Cutts, ingegnere anti-webspam di Google, accusa Microsoft di copiare il modus operandi di Google stessa, al fine di migliorare Bing

di pubblicata il , alle 12:00 nel canale Web
GoogleMicrosoft
 

Google, come tutti sanno, è il motore di ricerca più celebre del mondo, oltre ad essere il sito più visitato in assoluto. Non è un segreto che molti hanno cercato di replicarne il successo, senza però ottenere risultati in grado di mettere a rischio la leadership di Google, graniticamente arroccato sul proprio trono.

Microsoft, un colosso che non ha bisogno di presentazioni, da tempo cerca di proporre la propria alternativa con il motore di ricerca Bing, integrandolo di default nei propri browser e cercando quindi di spostare un po' l'attenzione del pubblico verso la propria declinazione di motore di ricerca.

In questi giorni però emergono alcune informazioni riguardanti un problema fra le due realtà, per ora ferme allo scambio di battute. Matt Cutts, ingegnere anti-webspam di Google, accusa Microsoft di utilizzare le informazioni raccolte attraverso la toolbar di Internet Explorer 8, quando vi si trova impostato Google.com come motore di ricerca predefinito, per studiare le modalità di ricerca degli utenti. Una sorta di spionaggio sospetto, dunque, che apre diversi interrogativi sulla liceità del comportamento, sebbene ad oggi non vi sia nessun dettaglio chiaro.

Ne emergerebbe un modellamento di Bing e del suo funzionamento utilizzando le ricerche fatte in Google attraverso la toolbar di Internet Explorer 8, al fine di renderlo sempre più simile a Google e molto più efficiente. Al lavoro sicuramente alacre dei tecnici e degli ingegneri Microsoft, insomma, si sommerebbero informazioni raccolte in maniera dubbia.

C'è dell'altro: è stato eseguito un test, in seguito al sospetto dei tecnici Google. Google ha volontariamente inserito dei risultati fake, falsi, legati ad alcune ricerche, incaricando poi 20 ingegneri di seguire da casa se Bing si fosse in qualche modo adeguata. E' stata questione di settimane per ottenere gli stessi risultati. Una prova, dunque, che qualcosa di vero può anche esserci.

La risposta di Microsoft, come riportato da ArsTechnica, viene riassunta in un laconico "So What?", "E quindi?". Una sorta di ammissione, sebbene questo faccia pensare a una certa sicurezza di Microsoft di potersi difendere in campo legale. Sappiamo benissimo con quale facilità fiocchino le denunce in terra stelle e strisce, motivo per cui non resta che attendere eventuali sviluppi della vicenda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DarthFeder02 Febbraio 2011, 12:08 #1
Se posso dire la mia: quelli di MS per fare una cosa del genere devono essere parecchio disperati. La battaglia in campo di motori di ricerca era persa in partenza...non so quanti si filino Bing.
alexdal02 Febbraio 2011, 12:11 #2
e quel che dico io:
e allora?

mica ha rubato segreti industriali.
si e' solo visto quali ricerche fanno gli utenti e quali risultati cercano.

A Google manca solo una videocamera per controllare quante volte si va in bagno, visto che controllano ogni click che uno fa sul pc
iorfader02 Febbraio 2011, 12:22 #3
be anche se li ha copiati, è venuto davvero un ottimo lavoro bing. ciò non togle che hanno copiato spudoratamente
HostFat02 Febbraio 2011, 12:27 #4
Un articolo più completo che tratta questo fatto:
http://searchengineland.com/google-...h-results-62914

Comunque è la palese dimostrazione che pure alla MS sanno che Google è migliore di loro
montanaro7902 Febbraio 2011, 12:30 #5
@alexdal
guarda che la ha già ... la google street car ...
stefman02 Febbraio 2011, 12:35 #6
La risposta di Microsoft è in realtà molto più aritcolata del "So what" citato.

La spiegazione che viene data da Microsoft sul comportamento evidenziato da Google è che tra i più di mille parametri utilizzati per ottimizzare le ricerche tramite Bing ci sono anche i dati anonimi che provengono dall'utilizzo che gli utenti fanno della Bing Bar. La raccolta di questi dati, autorizzata esplicitamente dagli utenti, può portare a corregere il comportamento del motore di ricerca e quindi a spiegare quanto "denunciato" da Google.
Trovate tutto qui: http://www.bing.com/community/site_...ch-quality.aspx

In realtà la reazione piccata di Google potrebbe essere interpretata come un inizio di "nervosismo" nei confronti dell'avversario...
Jimmy3Dita02 Febbraio 2011, 12:50 #7
Tutto questo perché se uso Chrome e vado su Bing a cercare qualcosa, Google si tappa gli occhi?

Altro che so what
Opteranium02 Febbraio 2011, 12:55 #8
Bing............ si mangia?
II ARROWS02 Febbraio 2011, 13:01 #9
Microsoft questi dati li raccoglie anche se usano Bing, Wikipedia o altro per fare le ricerche...
Ridicoli, cercano di affossare Microsoft ma la mettono in bella luce, perché controllando le metodologie delle ricerche possono modificare il loro motore in modo che avvengano in modo migliore.
Spyto02 Febbraio 2011, 13:12 #10
Google lo sai che uso sempre i tuoi prodotti perché mi trovo bene, ma questa volta stai dicendo "una cagata pazzesca"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^