Gmail non potrà più funzionare su Windows XP e Windows Vista

Gmail non potrà più funzionare su Windows XP e Windows Vista

Google ha deciso di adeguare il suo client agli sviluppi tecnologici e chiudere il supporto ma anche il possibile utilizzo di Gmail su sistemi obsoleti come Windows XP e Windows Vista.

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Web
WindowsGoogle
 

Google ha fatto sapere che entro la fine del 2017 non permetterà più agli utenti che utilizzano Windows XP o Windows Vista di accedere alla propria Gmail o almeno di consultarla con l'interfaccia grafica moderna odierna utilizzando Chrome. Sì perché il colosso di Mountain View dichiara come il supporto per questi sistemi operativi è stato abbandonato tramite Chrome e dunque le vecchie versioni del browser web non permetteranno di visionare la pagina della casella di posta elettronica.

Google ha segnalato agli utenti che non aggiornano Chrome da diverso tempo di eseguire l'upgrade alla versione dalla 53 in poi per non incorrere in problematiche di visualizzazione o di accesso. In questo caso oltretutto per chi stesse ancora utilizzando Windows XP o Windows Vista, Google, non permetterà più dal prossimo dicembre di accedere alla pagina che odiernamente si può osservare ma si verrà reindirizzati a quella in versione HTML con chiare vulnerabilità per quanto concerne la sicurezza.

Sappiamo già che l'azienda di Mountain View proprio per questi due sistemi operativi più obsoleti aveva deciso di non supportare più Chrome dopo la versione 49 e questo a causa anche e soprattutto dell'abbandono da parte di Microsoft degli aggiornamenti ormai non più presenti per entrambe le piattaforme. Per questo il popup che si presenta agli utenti ogni qualvolta accedono alla propria mail da browser web scomparirà automaticamente nel momento in cui si aggiornerà la versione di Chrome.

E' chiaro che la volontà di Google è quella di far migrare gli utenti ad un sistema operativo più al passo con i tempi e dunque di ottenere almeno una versione di Windows 7 se non superiore. Il mancato supporto con aggiornamenti da parte di Microsoft non può permettere a Google di aggiungere sicurezza al proprio client di posta elettronica che dunque viene lasciato, nelle versioni più "anziane" di Windows, alla mercè di malintenzionati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aquila della notte22 Febbraio 2017, 15:04 #1
State alla larga da gmail....acquistatevi un dominio personale e con una quindicina di euro all'anno avete tutto (quasi) sotto controllo e nessuno spulcerà nelle vostre mail.
Meglio se con provider italiano (serverplan,aruba,ehiweb...)
emiliano8422 Febbraio 2017, 15:11 #2
Originariamente inviato da: Aquila della notte
State alla larga da gmail....acquistatevi un dominio personale e con una quindicina di euro all'anno avete tutto (quasi) sotto controllo e nessuno spulcerà nelle vostre mail.
Meglio se con provider italiano (serverplan,aruba,ehiweb...)


Mizar7422 Febbraio 2017, 16:40 #3
Originariamente inviato da: Aquila della notte
State alla larga da gmail....acquistatevi un dominio personale e con una quindicina di euro all'anno avete tutto (quasi) sotto controllo e nessuno spulcerà nelle vostre mail.
Meglio se con provider italiano (serverplan,aruba,ehiweb...)


Sull'usare tranquillamente Aruba o qualunque provider italiano nutrirei forti dubbi.
Questa storiella risale al 2005, figurati oggi che succede:
https://www.inventati.org/ai/crackdown/legal
Thehacker6622 Febbraio 2017, 17:38 #4
Originariamente inviato da: Aquila della notte
State alla larga da gmail....acquistatevi un dominio personale e con una quindicina di euro all'anno avete tutto (quasi) sotto controllo e nessuno spulcerà nelle vostre mail.
Meglio se con provider italiano (serverplan,aruba,ehiweb...)


Certo, perchè il provider di hosting secondo te non ha accesso alle caselle di posta che crei sui [B][U]loro[/U][/B] server?

Secondo te l'account postmaster a cosa serve??

matrix8322 Febbraio 2017, 21:13 #5
Originariamente inviato da: Aquila della notte
State alla larga da gmail....acquistatevi un dominio personale e con una quindicina di euro all'anno avete tutto (quasi) sotto controllo e nessuno spulcerà nelle vostre mail.
Meglio se con provider italiano (serverplan,aruba,ehiweb...)


Tutti i provider italiani danno accesso alla macchina se serve. Aruba poi vabbe lasciamo perdere. Ha addirittura finto di essere un'altra AS (con BGP faking) per intercettare pacchetti destinati a server non suoi su richiesta (puoi trovare maggiori info qua) Forse ancora non è chiaro che finchè sei online nulla è nascosto, manco su server tuoi.

Originariamente inviato da: Thehacker66
Certo, perchè il provider di hosting secondo te non ha accesso alle caselle di posta che crei sui [B][U]loro[/U][/B] server?

Secondo te l'account postmaster a cosa serve??



Non a quello, l'account postmaster lo gestisce sempre il proprietario del dominio e dovrebbe essere usato per contattare l'amministratore del server mail in teoria. Che nessuno lo usi è un altro discorso.

Poi che un provider abbia comunque accesso fisico alle proprie macchine mi sembra ovvio.
CrapaDiLegno22 Febbraio 2017, 22:44 #6
HO capito ben poco dell'articolo che ripete per più paragrafi le stesse cose in maniera sempre più confusa. E pi dice che GMAIL sarà raggiungibile tramite pagina HTML. Quindi sarà accessibile e quindi contraddice il solito titolo da bbmk.

Originariamente inviato da: Aquila della notte
State alla larga da gmail....acquistatevi un dominio personale e con una quindicina di euro all'anno avete tutto (quasi) sotto controllo e nessuno spulcerà nelle vostre mail.
Meglio se con provider italiano (serverplan,aruba,ehiweb...)


Sei un'aquila, non c'è che dire. Voli talmente alto che il giorno che distribuivano intelligenza tu eri troppo lontano.
Secondo te sui server diversi da quelli di Google (italiani o meno che siano) nessuno può curiosare tra i dati che ci metti? Sicuro sicuro?
Torna a leggere Topolino, va, e lascia che a lanciare illazioni siano almeno coloro che sanno di cosa parlano.
Sandro kensan22 Febbraio 2017, 23:12 #7
Ma o io non ho capito nulla di informatica oppure quest'articolo vale molto poco. Secondo me e sono pronto a scommetterci Gmail è accessibile e sarà accessibile tramite XP. Infatti su XP gira firefox che sarà probabilmente supportato per diversi anni in futuro. Tramite firefox qualsiasi casella di posta via web è accessibile tramite XP.

Terrorismo? FUD?
sintopatataelettronica22 Febbraio 2017, 23:45 #8
E su Windows 98SE ? Se lo installassi potrei ancora usarlo ?

A meno che non ci sia un hack per farlo andare su Win3.11, che correntemente uso; magari... non vorrei essere costretto a fare l'update a Win98...

(dai.. è il normale corso delle cose.. la fine supporto a XP . Vista, poi, il sistema operativo "nato morto" xD )
Gaetano7723 Febbraio 2017, 03:13 #9
Ma mi viene un dubbio...
Nella versione HTML di Gmail, cioè quella con grafica spartana e funzioni basilari, la sicurezza non dovrebbe essere migliore, visto che non ci sono proprio gli script?
Supponendo di utilizzare sempre un browser web aggiornato...
Aquila della notte23 Febbraio 2017, 07:13 #10
Originariamente inviato da: Mizar74
Sull'usare tranquillamente Aruba o qualunque provider italiano nutrirei forti dubbi.
Questa storiella risale al 2005, figurati oggi che succede:
https://www.inventati.org/ai/crackdown/legal


Si sapevo di quella cosa, forse mi sono spiegato male ma con "spulciare" intendevo per poi proporre pubblicità e profilare. Sono favorevole al 100% che dietro mandato possano entrare dove vogliono, proprio come fanno anche in casa se serve
Originariamente inviato da: matrix83
Tutti i provider italiani danno accesso alla macchina se serve. Aruba poi vabbe lasciamo perdere. Ha addirittura finto di essere un'altra AS (con BGP faking) per intercettare pacchetti destinati a server non suoi su richiesta (puoi trovare maggiori info qua) Forse ancora non è chiaro che finchè sei online nulla è nascosto, manco su server tuoi.



Non a quello, l'account postmaster lo gestisce sempre il proprietario del dominio e dovrebbe essere usato per contattare l'amministratore del server mail in teoria. Che nessuno lo usi è un altro discorso.

Poi che un provider abbia comunque accesso fisico alle proprie macchine mi sembra ovvio.


Vedi sopra

Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
HO capito ben poco dell'articolo che ripete per più paragrafi le stesse cose in maniera sempre più confusa. E pi dice che GMAIL sarà raggiungibile tramite pagina HTML. Quindi sarà accessibile e quindi contraddice il solito titolo da bbmk.



Sei un'aquila, non c'è che dire. Voli talmente alto che il giorno che distribuivano intelligenza tu eri troppo lontano.
Secondo te sui server diversi da quelli di Google (italiani o meno che siano) nessuno può curiosare tra i dati che ci metti? Sicuro sicuro?
Torna a leggere Topolino, va, e lascia che a lanciare illazioni siano almeno coloro che sanno di cosa parlano.


Tu invece hai sbagliato giorno a quanto pare..hai ricevuto solo segatura

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^