Gli influencer dovranno porre l'hashtag #sponsorizzato nei post con finalità promozionali

Gli influencer dovranno porre l'hashtag #sponsorizzato nei post con finalità promozionali

Una lettera del Garante ha annunciato ai cosiddetti "influencer" del web la necessità di seguire regole ben precise nella pubblicazione dei post promozionali. Le star dei social dovranno inserire sempre gli hashtag #sponsorizzato o #prodottofornitoda per trasparenza nei confronti degli utenti.

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Web
 

La pubblicità deve essere sempre trasparente e assolutamente evidenziata anche nei social. E' quanto dichiarato dall'autorità Antitrust in collaborazione con il Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza che ha inviato alcune lettere ai più famosi "influencer" italiani come anche alle società titolari di marchi prestigiosi che dovranno sottostare ad alcune regole precise per riuscire a mantenere il più possibile trasparente la natura promozionale della comunicazione nei post che pubblicheranno nei vari social network.

E' la nuova moda del momento: personaggi più o meno famosi ma molto seguiti sui social come Instagram, Facebook o Twitter vengono interpellati da produttori di oggetti di varia natura affinché questi ultimi possano in qualche modo pubblicizzare il prodotto sotto forma di consigli personali.

E' il nuovo modo di fare advertising con l'avvento dei social network e del Web. Palese però che finora tutto questo fosse stato regolato in maniera superficiale vista la novità ma altrettanto palese sembra giunto il momento di regolamentarla soprattutto a causa della mole esagerata di pubblicità più o meno esplicita decantata dagli influencer. Proprio per questo si è deciso di intervenire affinché si ponga fine al dubbio della natura promozionale di un determinato post rassicurando sulla trasparenza nei confronti degli utenti.

In questo caso l'Autorità ha cercato di individuare alcuni importanti "paletti" generali di comportamento chiedendo di rendere il più possibile esplicito il riconoscimento di un post promozionale. In questo caso agli influencer è stato per esempio consigliato di inserire avvertenze chiare e inequivocabili come hashtag quali #sponsorizzato, #advertising, #pubblicità, #inserzioneapagamento o magari anche #prodotofornitoda con il nome del produttore/fornitore. In fin dei conti tutto questo non è altro che il semplice seguire le regole del Codice del Consumo rendendo trasparente la natura del post sul social network come già avviene ad esempio nelle trasmissioni televisive.

Un semplice atto in qualche modo anche doveroso da parte degli influencer nei confronti dei propri utenti che in fin dei conti risultano essere i veri fautori del successo dei primi. Il fenomeno del marketing occulto è in forte crescita proprio grazie al web e a questo nuovo modo di fare "pubblicità" ed è palese che tutti coloro che intendono cavalcare l'onda non possono non adeguarsi alle regole già prescritte dal Codice del Consumo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s-y26 Luglio 2017, 12:56 #1
mi sembra giusto
tra l'altro se fatto 'de scondon' può anche non passare per il (maledetto, ma proprio perchè le tasse le pago mi sento in diritto) fisco, potenzialmente
tolwyn26 Luglio 2017, 12:57 #2
influencer? basta vaccinarsi e passa la paura
Raven26 Luglio 2017, 13:28 #3
Fantastico... gli "influencer"... che mondo di merda....
Noir7926 Luglio 2017, 13:37 #4
Mi sembra una violazione della libertá di espressione.
lucusta26 Luglio 2017, 13:48 #5
già, cosi' mi tolgono il privilegio di gridargli "VENDUTO"!
gd350turbo26 Luglio 2017, 14:11 #6
Originariamente inviato da: Raven
Fantastico... gli "influencer"... che mondo di merda....


Bè in un mondo governato da youtube facebook e twitter, che ti aspetti ?
maxsy26 Luglio 2017, 14:34 #7
Link ad immagine (click per visualizzarla)

meglio riproporlo, si sà mai qualcuno si svegli.
turcone26 Luglio 2017, 14:46 #8
allora su ogni post di fedez e company dovranno aggiungere sempre quel tag dato che fanno sempre post a scopo di lucro :P
recoil26 Luglio 2017, 14:48 #9
ogni foto in topless dovrà essere accompagnata dall'hashtag con il nome del chirurgo plastico
Thehacker6626 Luglio 2017, 14:58 #10
#prodotofornitoda mi piace, l'errore è già nell'hashtag così la gente che non sa scrivere l'italiano darà la colpa al garante

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^