Gestire l'avvento dell'automazione secondo Bill Gates: "Tassiamo i robot"

Gestire l'avvento dell'automazione secondo Bill Gates: "Tassiamo i robot"

Per il co-fondatore di Microsoft la tassazione dei robot permetterebbe di generare risorse da destinare alla riqualificazione dei lavoratori e di moderare il tasso di adozione dell'automazione. Una posizione che fa discutere

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Web
 

Ne abbiamo parlato qualche giorno fa, suscitando un dibattito molto partecipato tra i nostri lettori: la sostituzione della forza lavoro umana con le macchine è un trend ormai consolidato che sta disegnando un futuro molto più prossimo di quanto siamo portati a credere, sollevando numerosi interrogativi su quale forma potrà prendere la società e se essa riuscirà ad essere pronta ad assorbire il cambiamento.

Un punto di vista degno di attenzione è quello di Bill Gates: secondo il cofondatore di Microsoft esiste una strada piuttosto "semplice" per compensare i posti di lavoro perduti a seguito della sostituzione delle macchine: tassare i robot. Gates osserva che praticare una tassazione specifica su quelle realtà che decideranno di adottare sistemi automatizzati a sostituzione dei lavoratori umani permetterà di finanziare programmi di formazione per riqualificare le persone così da poterle impiegare in quei frangenti dove l'essere umano è ancora insostituibile, come l'educazione dei bambini e la cura degli anziani.

Non solo: la tassazione sui robot avrebbe anche la conseguenza di moderare e rallentare la diffusione dell'automazione ad un ritmo più gestibile, così che si possano approntare ed adattare politiche sociali in grado di rispondere alle nuove esigenze della società. L'ex-CEO di Microsoft è comunque consapevole dei potenziali contraccolpi di una eventuale misura di questo tipo. La tassazione dei robot, ad esempio, potrebbe rallentare l'innovazione rendendo esageratamente costosa l'implementazione di sistemi automatizzati. Gates è comunque convinto che i governi dovrebbero iniziare a ipotizzare un sistema di politiche così da trovarsi pronti quando improvvisamente vi sarà un eccesso di disoccupati.

Il punto di vista di Gates non è comunque qualcosa di completamente inedito: il Parlamento Europeo si è infatti trovato ad esprimersi sulla proposta di una "robot-tax". L'Europa non sposa questo punto di vista (il Parlamento ha infatti affossato la proposta), ma è comunque orientata all'elaborazione di un impianto normativo che possa orientare l'etica alle spalle della creazione e dell'adozione dei robot, incluse le responsabilità nel momento in cui qualcosa va storto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

90 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Deuced20 Febbraio 2017, 14:49 #1
Bé,se lo dice lui che di sicuro è abbastanza a conoscenza di progetti e sviluppi non ancora annunciati pubblicamente direi che il contraccolpo occupazionale è quasi certo che ci sarà,con buona pace di chi sostiene che si creeranno altri posti di lavoro...altrimenti lo avrebbe detto chiaramente
nickmot20 Febbraio 2017, 14:53 #2
Originariamente inviato da: Deuced
Bé,se lo dice lui che di sicuro è abbastanza a conoscenza di progetti e sviluppi non ancora annunciati pubblicamente direi che il contraccolpo occupazionale è quasi certo che ci sarà,con buona pace di chi sostiene che si creeranno altri posti di lavoro...altrimenti lo avrebbe detto chiaramente


Spero che nessuno tenti di negare che il contraccolpo ci sarà.
Certo, qualcuno più ottimista potrà dire che, alla lunga, saranno riassorbiti in altri settori, ma è ovvio che esisterà un periodo caotico dove una larga fetta di popolazione non sarà formata per altri lavori e resterà tagliata fuori.

Con gli anni, mano a mano che le nuove generazioni usciranno dal percorso di studi formati, allora potremmo anche avere semplicemente una diversa distribuzione dei lavoratori nei vari settori con livelli occupazionali simili al pre industria 4.0.
Notturnia20 Febbraio 2017, 15:03 #3
il contraccolpo ci sarà per due motivi.. la popolazione attuale è molto maggiore della popolazione delle precedenti rivoluzioni industriali.. e i robot, grazie alle nuove AI, possono subentrare in una moltitudine di lavori in rapida espansione a differenza di un tempo..

questa non è una rivoluzione industriale, è una sostituzione..

non abbiamo creato qualcosa che ci aiuta a fare un lavoro ma qualcosa che lo fa al nostro posto.. in modo molto più esteso di quanto non lo fosse il motore elettrico che sostituiva il mulino ad acqua..

adesso abbiamo un concorrente..
Gnubbolo20 Febbraio 2017, 15:10 #4
è meno costoso impiegare un operaio non specializzato, ricattabile e rimpiazzabile ( e clandestino ).
demon7720 Febbraio 2017, 15:24 #5
Originariamente inviato da: Deuced
Bé,se lo dice lui che di sicuro è abbastanza a conoscenza di progetti e sviluppi non ancora annunciati pubblicamente direi che il contraccolpo occupazionale è quasi certo che ci sarà,con buona pace di chi sostiene che si creeranno altri posti di lavoro...altrimenti lo avrebbe detto chiaramente


Il discorso in effetti lo abbiamo già affrontato un paio di volte.. perchè è chiaro che con l'umentare dell'automazione ci sono sempre meno persone necessarie alla produzione.
estremizzando questo concetto si arriva ad una situazione dove il 99% del lavoro è fatto dai robot e quindi c'è il 99% della popolazione senza lavoro.

Ovvio che il modello economico attuale non dunziona e deve essere cambiato.


L'idea di Gates è in effetti una delle più valide tra quelle possibili:
in sostanza si tassano i robot e si usano i soldi per dare ai cittadini un "reddito di cittadinanza".
Tuttavia i risvolti oscuri di questa nuova società sarebbero non pochi.

Mi immagino il disastro sociale di una società dove c'è una enorme porzione di popolazione disoccupata e mantenuta che invece di lavorare non ha un caxxo da fare tutto il giorno.
Sarebe il caos totale nel giro di pochi anni.
Non credo sia una cosa che si possa bellamente ignorare.
paolodekki20 Febbraio 2017, 15:30 #6
L'unica cosa è fermare il progresso tecnologico. Va bene aiutare i lavoratori a fare i mestieri, ma sostituirli no. Come mangiano?
Con una società completamente automatizzata si rischierebbe il collasso. Se non posso mangiare, non compro casa, non mi sposo, non faccio figli... ergo nel giro di una generazione l'umanità crollerebbe.
Noir7920 Febbraio 2017, 15:41 #7
Lol, tassare i "robot". Cos'é un robot? Una macchina di Von Neumann? Un elettrodomestico antropomorfo?

Io sono uno sviluppatore software e, tra le mie mansioni, rientra quella di scrivere i test Webdriver del software web che produco, test che vengono eseguiti ogni giorno e ad ogni rilascio della nostra piattaforma; senza di essi, dovremmo assumere diverse persone che hanno il solo compito di testare continuamente la bontá del nostro prodotto.

Dovrebbero dunque tassare questi programmi? E dal momento che pagano le tasse, questi "robot" dovrebbero magari avere anche diritto al voto?

Che manica di stronzate, quest'uomo sta diventando senile.
demon7720 Febbraio 2017, 15:49 #8
Originariamente inviato da: paolodekki
L'unica cosa è fermare il progresso tecnologico. Va bene aiutare i lavoratori a fare i mestieri, ma sostituirli no. Come mangiano?
Con una società completamente automatizzata si rischierebbe il collasso. Se non posso mangiare, non compro casa, non mi sposo, non faccio figli... ergo nel giro di una generazione l'umanità crollerebbe.


Se mantieni il modello economico attuale si.
Se lo modifichi adeguatamente no.
Una delle strade possibili è appunto la tassazione del lavoro dei robot.
Ti rimando al mio commento qui sopra.
demon7720 Febbraio 2017, 15:50 #9
Originariamente inviato da: Noir79
Lol, tassare i "robot". Cos'é un robot? Una macchina di Von Neumann? Un elettrodomestico antropomorfo?

Io sono uno sviluppatore software e, tra le mie mansioni, rientra quella di scrivere i test Webdriver del software web che produco, test che vengono eseguiti ogni giorno e ad ogni rilascio della nostra piattaforma; senza di essi, dovremmo assumere diverse persone che hanno il solo compito di testare continuamente la bontá del nostro prodotto.

Dovrebbero dunque tassare questi programmi? E dal momento che pagano le tasse, questi "robot" dovrebbero magari avere anche diritto al voto?

Che manica di stronzate, quest'uomo sta diventando senile.


Cosa e come tassare è chiaramente una cosa che va studiata attentamente. E' una cosa nuova e nessuno nasce "imparato"
E quelle che chiami stronzate sono ipotesi a cui parecchi economisti hanno pensato e stanno studiando.
Sputafuoco Bill20 Febbraio 2017, 16:17 #10
Gates ha trovato il modo per far de-localizzare definitivamente tutte le aziende: nuove tasse !
E' risaputo che i robot permetteranno di riportare la fabbricazione in occidente grazie ai ridotti costi di produzione, con benefici anche per l'occupazione dato che comunque esseri umani ci devono lavorare con incarichi diversi da quelli di operaio.
Ma comunque ammettiamo che i robot "ci rubino il lavoro", nonostante sia solo una opinione molto discutibile visto che per ora i robot hanno migliorato le condizioni di vita degli umani: allora sarebbe veramente triste che l'unica ricetta di questo signore sia quella di impoverire qualcun'altro usando la coercizione, senza considerare che in quel modo poche aziende e poche persone sarebbero costrette a pagare le tasse a beneficio di molti, una moderna dittatura e sfruttamento di poche persone che sicuramente non avrebbero più motivazioni per lavorare e produrre per poi vedersi portare via quasi tutto ciò che guadagnano. Insomma è una proposta fallimentare che ricorda le peggiori dittature schiaviste del passato. Oltretutto vanificherebbe la riduzione dei costi di produzione e dunque di vendita dei prodotti.
Gates faccia il suo mestiere se ne è ancora capace, il politico o l'economista sono mestieri per cui serve preparazione e non gli si addicono.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^