Full Nerd #1, la birra che nasce dall'intelligenza artificiale

Full Nerd #1, la birra che nasce dall'intelligenza artificiale

Un programmatore di Nvidia ha usato l'intelligenza artificiale per creare la ricetta di una nuova birra che ha realizzato. La Full Nerd #1 è una birra non troppo dolce o amara, con un piacevole odore di luppolo fresco e un finale lungo e complesso.

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Web
NVIDIA
 

Si chiama Full Nerd #1 la birra nata dall'intelligenza artificiale o, per meglio dire, dalla passione di un programmatore amante delle "bionde". Eric Boucher di Nvidia, ingegnere della divisione software, una notte di maggio è andato a letto con due pensieri: il primo era riuscire a estrarre informazioni importanti da log complessi, in modo da permettere al suo team di rispondere ai problemi più rapidamente; il secondo era produrre nuovi tipi di birra.

"Mi sono svegliato la mattina e sapevo cosa fare. Fondamentalmente ho risolto entrambi i problemi in una notte di sonno disturbato", ha spiegato Boucher sul blog di Nvidia. Entrambe le soluzioni hanno richiesto l'utilizzo del deep learning e una GPU Titan V.

Eric, francese di origine ma ora cittadino di Sacramento, ha iniziato a produrre birra in casa 20 anni fa, ispirato da un amico e mentore conosciuto in Sun Microsystems. Produrre birra è per molti una vera e propria passione, da cui però Boucher ha dovuto prendersi una pausa quando nacquero i suoi figli. I pargoli ora però sono cresciuti e lui è tornato alla sua passione, con un pizzico di novità: il ricorso all'intelligenza artificiale (IA).

Non è la prima volta che si usa l'intelligenza artificiale per le birre, in passato è stata usata per analizzare i sapori e persino a creare nuovi nomi per birre artigianali. Il progetto di Eric, tuttavia, era più ambizioso, perché puntava a usare l'intelligenza artificiale per creare nuove ricette.

Per ottenere i dati con cui ha poi allenato l'IA, lo sviluppatore di Nvidia ha usato le ricette del portale MoreBeer, un hub per gli appassionati di birra, dove di solito acquista kit per ricette e ingredienti. Eric si è concentrato sulle "Ale", birre ad alta fermentazione non solo relativamente facili e veloci da preparare ma anche molto differenti tra loro. Per prima cosa ha usato wget, un programma open source che recupera contenuti dal web, per salvare quattro pagine di ricette di birra.

Poi, usando uno script Python, ha filtrato le pagine HTML e scaricato i PDF delle ricette linkate. Ha poi convertito i PDF in testo semplice e tramite un altro script Pythn ha interpretato il testo e generato ricette in un formato standard. Il passo successivo è stato quello di dare in pasto le 108 ricette ottenute a Textgenrnn, una rete neurale ricorrente, un tipo di rete neurale che può essere applicata a una sequenza di dati per aiutare a indovinare cosa dovrebbe venire dopo.

E poiché a nessuno piace aspettare una buona birra, per l'operazione si è rivolto a una GPU Titan V, che secondo le stime di Eric ha permesso di ridurre il tempo di apprendimento a sette minuti rispetto all'ora e 45 minuti garantita dalla CPU. Dopo qualche correttivo, Eric ha ottenuto 10 ricette di birra, da scure a bionde, da amare a leggere.

Con sorpresa dello stesso Eric, la maggior parte delle birre suggerite era realizzabile, anche se alcune erano strane e impossibili da preparare. Alla fine, Eric ha selezionato una bionda perché intrigato dalla ricetta che richiedeva l'uso di luppoli Warrior, Cascade e Amarillo, in grado di conferire alla birra una gamma di sapori dall'amaro all'agrumato. Il risultato, secondo le papille gustative del programmatore di Nvidia, è una birra rinfrescante "non troppo dolce, non troppo amara", con "un piacevole odore di luppolo fresco e un finale lungo e complesso". La birra è stata chiamata Full Nerd #1, e non serve che vi spieghiamo perché.

Concluso questo progetto, Eric probabilmente si butterà nella creazione di una birra scura o una lager, ovviamente sempre sfruttando l'intelligenza artificiale e le GPU Nvidia.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
doctor who ?12 Agosto 2020, 14:05 #2
Se non altro come spottone è originale e piacevole da leggere.
Marko_00112 Agosto 2020, 14:07 #3
ma farà più energia rinnovabile, o meno, rispetto a quella
"normale"?
WarDuck12 Agosto 2020, 15:33 #4
Finalmente hanno trovato una applicazione utile del machine learning
Unax12 Agosto 2020, 16:10 #5
questa birra serve per questa gara

https://www.youtube.com/watch?v=i5_gWOR7woU
PaoPaolo12 Agosto 2020, 17:11 #6
in pratica ha scaricato 108 ricette già testate, speso tempo e denaro per programmare e per l'hardware e ricavato 10 ricette, alcune delle quali inutili perchè irrealizzabili e altre presumo simili o uguali a quelle date in pasto al programma.
Poi ne ha scelta una "perchè lo ispirava" e l'ha prodotta usando come promo tutto l'inutile casino che aveva messo in piedi
Un genio (del marketing se non altro)
DarkmanDestroyer13 Agosto 2020, 08:15 #7
decanta la titan V a scapito di una cpu random, senza dare dettagli ne della cpu , ne dei tempi della titan... perchè questo articolo (del blog, HU riporta) puzza tanto di ad? magari celato, ma sempre ad?
insomma, dipendente nvidia, che smanetta con materiale aziendale per fare una birra con l'aiuto di ai??
che decanta le qualità della scheda usata?
non mi quadr(o)a

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^