Ford, il futuro è fatto di auto connesse, autonome e nuove soluzioni di mobilità

Ford, il futuro è fatto di auto connesse, autonome e nuove soluzioni di mobilità

L'Ovale Blu ha le idee molto chiare sul futuro dell'automobile e sulle sfide di privacy e sicurezza che si apriranno con l'affermazione dei nuovi paradigmi di connettività e autonomia dei veicoli

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Web
Ford
 

Oltre all'espansione della strategia Smart Mobility Plan, annunciata in occasione della giornata inaugurale del Mobile World Congress di Barcellona, Ford annuncia alla fiera spagnola l'allargamento del catalogo di app compatibili con il sistema AppLink, che possono essere usate in automobile grazie ai comandi vocali del sistema Ford SYNC. Abbiamo inoltre incontrato gli executive dell'Ovale Blu per cercare di capire come cambierà il panorama del mondo automotive nei prossimi anni e quali sono le nuove sfide che si stagliano all'orizzonte.

Il catalogo delle app si arricchisce in particolare di Goal Live Scores, un servizio che permette di acedere in tempo reale ai risultati delle squadre di oltre 750 tra campionati e tornei di calcio, tra cui Serie A, Premier League, Bundesliga, Coppa del Mondo e Champions League. Goal Live Scores è disponibile per Android in svariati idiomi, tra i quali l'italiano. E non poteva essere altrimenti, vista la passione calcistica che unisce e divide l'italico popolo.

La seconda app che entra a far parte delle applicazioni compatibili con AppLink è Soundtracker, che permette di accedere ad un elenco di stazioni radio digitali nonché di crearne di nuove che possono essere condivise con amici e conoscenti. Tramite Soundtracker gli utenti potranno esprimere i propri giudizi e accedere alle classifiche musicali di tutto il mondo. Soundtracker è disponibile per iOS e Android e mette a disposizone un catalogo di oltre 32 milioni di brani musicali.

Le due nuove app, entrambe utilizzabili senza staccare le mani dal volante, vanno ad aggiungersi ai servizi Audioteka, AUPEO!, Cityseeker, Cyclops, Glympse, Radioplayer, Audiobooks e Spotify. Commenta Don Butler, Direttore Esecutivo Servizi e Veicoli Connessi, Ford Motor Company: "AppLink permette ai clienti di tutto il mondo di utilizzare alcune delle loro app preferite in auto. Queste nuove app aggiungono nuovi servizi come la possibilità di accedere in tempo reale ai risultati della propria squadra ed estendono le possibilità di ascolto di radio e musica, con gli occhi sulla strada e le mani salde sul volante".


Don Butler, Direttore Esecutivo Servizi e Veicoli Connessi, Ford Motor Company

E proprio a Butler abbiamo avuto modo di chiedere come potrà essere il mondo dell'automobile fra dieci-quindici anni: "Ci vuole una grande capacità di immaginazione, ma credo che sia possibile affermare che tutti i veicoli saranno connessi e tutti avranno un sistema di connessione integrato senza che debbano dipendere da uno smartphone. E molti, non tutti, ma molti di essi avranno capacità di guida autonoma o semi-autonoma. In questo vi saranno contesti ormai ben conosciuti in cui le auto saranno capaci di operare in piena autonomia e una parte dove servirà ancora l'intervento umano. Il valore sarà ancora creato dalla progettazione e dalla costruzione di veicoli, ma altro valore potrà essere creato dall'abilitare nuove soluzioni di mobilità e dal coinvolgimento di nuovi partner. Non è possibile tracciare un quadro preciso ora, dato che 10 anni sono un periodo veramente lungo, ma questo è il quadro entro il quale credo ci troveremo".

Approfondendo poi l'argomento dei veicoli autonomi Butler ha dichiarato: "Credo che inizialmente i veicoli autonomi saranno sfruttati in situazioni ben definite e controllate, a velocità ridotte e in contesti ad alta prevedibilità e penso che nei prossimi cinque anni sarà difficile poter vedere veicoli veramente autonomi. Quello a cui però stiamo pensando fin da ora è come affrontare quelle situazioni limite, come nel caso di un incidente inevitabile e delle decisioni da prendere, che coinvolgono molti aspetti di regolamentazione, legali, sociali ed etici. Dobbiamo capire in che modo e in che misura permettere di restituire il controllo all'utente. Ci sono veramente molte varibili in gioco e attualmente non possiamo avere una risposta definitiva, ma è bene considerare attentamente tutti gli aspetti fin da subito ed è quello che stiamo facendo".


Ken Washington, Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata, Ford Motor Company

Anche Ken Washington, Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata per Ford Motor Company, si è espresso sull'argomento: "Ci stiamo occupando di molti progetti, nel nostro catalogo abbiamo già una serie di veicoli con funzionalità autonome come il parcheggio assistito o il mantenimento di corsia. Attualmente stiamo lavorando ad un sistema che permetta di controllare parzialmente il veicolo da remoto, tramite lo smartphone, per parcheggiare. Ma non posso dire molto di più se non che sarà annunciato in un futuro non troppo distante".

Un aspetto particolarmente importante nel contesto delle auto connesse è la cybersicurezza. Ci spiega Butler: "E' un tema molto importante e vogliamo essere certi che tutto funzioni come si deve. Attualmente testiamo tutti i nostri sistemi sulle minacce note e non abbiamo riscontrato infiltrazioni. Le comunicazioni avvengono in maniera criptata e dobbiamo monitorare le eventuali intrusioni. In Ford pianifichiamo il sistema attorno alla cybersicurezza, e per fare questo operiamo con consulenti e partner".

Altro tema estremamente importante, che per il mondo dei produttori di automobili rappresenta una novità, è la privacy e la gestione dei dati dell'utente. "Noi vogliamo che sia estremamente chiaro un concetto: i dati sono di proprietà dell'utente e Ford è un semplice gestore dei dati. Come tale vogliamo avere un atteggiamento di estrema trasparenza perché solo in questo modo si costruisce un rapporto di fiducia con il cliente. L'utente concede il permesso di usare i dati per finalità che vengono chiaramente illustrate. Nel caso in cui si possano prospettare nuove modalità di impiego dei dati, allora chiediamo nuovamente il permesso dell'utente per le nuove finalità d'utilizzo. I dati hanno un valore in quanto tali, ma noi possiamo mostrare quale sia il nuovo valore dei dati generati mentre si guida" ha affermato Don Butler.

Infine uno scambio di battute sulle indiscrezioni delle passate settimane legate ad Apple e ad un suo ingresso nel mondo automobilistico. "Credo che Apple in qualche modo sarà protagonista, non so dire se come produttore di auto o in altra veste, ma sarà sicuramente una realtà di rilievo. Per noi è un fatto positivo che una compagnia tecnologica come Apple o come Google decida di partecipare a questo mondo e credo che si verranno a creare dei rapporti di cosiddetta coopetition un po' come accade con Apple e Samsung" ha commentato Butler.

Sull'argomento si è espresso anche Washington: "Non possiamo che accogliere con piacere l'eventuale ingresso nel mercato di una realtà come Apple perché rappresenta in qualche modo una conferma del nostro lavoro e di ciò che stiamo facendo in Silicon Valley (il riferimento è al Research and Innovation Center di Palo Alto, inaugurato nel 2012) e rappresenterà uno stimolo per il mercato. In ogni caso restiamo ben saldi sulla nostra strategia di Smart Mobility Plan per far sì che la nostra visione possa diventare realtà. A tal proposito avvieremo prestissimo le sperimentazioni con le e-bike MoDe e con Info Cycle in maniera tale da avere il maggior numero possibile di dati e informazioni real-world sui quali lavorare per capire come portare al meglio il progetto sul mercato".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^