Facebook, WhatsApp e Instagram ''down'': ecco quanto è costato a Mark Zuckerberg

Facebook, WhatsApp e Instagram ''down'': ecco quanto è costato a Mark Zuckerberg

Qualche giorno fa le tre principali piattaforme di Zuckerberg hanno smesso di funzionare per oltre 15 ore. Le cause da ricondurre ad un cambio di configurazione dei server. Ma quanto ha perso il CEO in denaro dall'accaduto?

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Web
FacebookInstagramWhatsApp
 

Qualche giorno fa abbiamo raccontatocome le tre più importanti piattaforme di messaggistica al mondo, Facebook, Instagram e WhatsApp, siano state "down" per oltre 15 ore. Un tempo che per alcuni aveva significato un attacco hacker di dimensioni colossali mentre per altri un inizio di "conversione" delle tre piattaforme in una unica come preannunciato proprio da Zuckerberg. Effettivamente, a qualche giorno di distanza dall'accaduto, la verità è stata riferita come un cambiamento di configurazione dei server. Un cambiamento forse programmato ma che ha comunque avuto alcune conseguenze importanti a livello economico per l'azienda blu.

Facebook: quanto ha perso in sole 15 ore di "down"

Facebook, Instagram e WhatsApp non sono infatti delle semplici applicazioni aggregative di social. Sono per Zuckerberg delle vere e proprie macchine da soldi e perdere il traffico anche per sole 15 ore non risulta per nulla uno scherzo. Facendo un calcolo approssimativo, vista la difficoltà di quantificare con precisione il tutto, si può considerare le stime di vendita del 2019 di Facebook Inc. In questo caso ecco che gli incassi per ogni giorno da parte del portale sono pari a circa 189 milioni di dollari ossia quasi 8 milioni ogni ora.

Il calcolo è presto fatto: parliamo di una perdita per 15 ore di blackout di circa 40 milioni di dollari. Un incidente dunque per nulla gratuito per Zuckerberg che oltretutto ha dovuto vedersela anche con gli investitori che proprio nelle 15 ore di "pausa" forzata del social hanno perso denaro dalle pubblicità.

Non solo perché nel periodo di stasi delle tre piattaforme il titolo in borsa di Facebook Inc. ha avuto una diminuzione con un impatto più che negativo andando ad abbassarsi dai 173,37 dollari ad azione ai 169,40 dollari nel momento più basso. Insomma 15 ore davvero "costose" per il CEO di Facebook che di certo avrà messo in conto tutto questo se il blackout è stato effettivamente preventivato e non appartenuto un errore o un problema alla piattaforma.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StIwY18 Marzo 2019, 18:23 #1
Ma perchè non se ne va a fare........un giro, lui e la sua piattaforma di sto BIIP.

Odio ed invidia viscerale per questo personaggio, che con una idea del piffero s'è creato un IMPERO multimilionario. Quando ci penso mi sale la carogna.
StylezZz`18 Marzo 2019, 18:25 #2
Spero che in queste 15 ore qualcuno abbia aperto gli occhi e alzato lo sguardo verso cose più interessanti.
palarran18 Marzo 2019, 18:38 #3
Comunque se il guadagno è di 189 milioni al giorno (24 ore), ovvero i corretti 8 milioni all'ora, mi dovete spiegare come fa ad aver perso 40 milioni in 15 ore.
Anche "a naso" si capisce che c'è qualcosa che non va..
Per la cronaca, 8*15= 120 milioni.

PS: magari poi il conto è giusto perché il blackout non c'è stato ovunque o cose così, ma in assenza di segnalazioni ritengo il conto sbagliato (tra l'altro 40 è il risultato di 8*5.. Vi siete persi un "1"?)
Opteranium18 Marzo 2019, 18:57 #4
15 ore sono poche ma spero che qualcuno si sia reso conto della sostanziale inutilità dei social, in senso lato
jepessen18 Marzo 2019, 22:34 #5
Originariamente inviato da: StIwY
Ma perchè non se ne va a fare........un giro, lui e la sua piattaforma di sto BIIP.

Odio ed invidia viscerale per questo personaggio, che con una idea del piffero s'è creato un IMPERO multimilionario. Quando ci penso mi sale la carogna.


Brutta cosa l'invidia...
deepol18 Marzo 2019, 23:38 #6
Originariamente inviato da: Opteranium
15 ore sono poche ma spero che qualcuno si sia reso conto della sostanziale inutilità dei social, in senso lato


si erano rifugiati su twitter, il mio vicino mi messaggia invece di venire direttamente a casa..

OT
anche Chiara Ferragni ha perso dei soldi…...
biometallo19 Marzo 2019, 07:50 #7
Originariamente inviato da: deepol
OT
anche Chiara Ferragni ha perso dei soldi…...

Porella ho sentito che è andata a fare la cassiera al Coand mentre suo marito è fuori che chiede l'elemosina "per ogni monetina che ricevo, smetto di cantare per un minuto"
GoFoxes19 Marzo 2019, 09:45 #8
Originariamente inviato da: StIwY
Ma perchè non se ne va a fare........un giro, lui e la sua piattaforma di sto BIIP.

Odio ed invidia viscerale per questo personaggio, che con una idea del piffero s'è creato un IMPERO multimilionario. Quando ci penso mi sale la carogna.


Il "personaggio", come lo chiami tu, da ragazzino ha sviluppato un sistema di messaggistica per comunicare tra casa e lo studio dentistico dei suoi, prima che la massa iniziasse a chattare, al liceo ha sviluppato Synapse Media Player, che utiizzava machine learning per imparare le preferenze musicali, prima di Spotify o Pandora, rilasciandolo poi gratuitamente su Slashdot, e in un weekend al college, ha creato un sito Facesmash, dal nulla, che fece talmente tanti accessi da piantare la rete di Harward il lunedì successivo.

Poi i social per me sono dannosi, e basta ascoltare Chamath Palihapitiya per capirlo, ma questo è un altro discorso.
SpyroTSK19 Marzo 2019, 09:52 #9
Originariamente inviato da: GoFoxes
Il "personaggio", come lo chiami tu, da ragazzino ha sviluppato un sistema di messaggistica per comunicare tra casa e lo studio dentistico dei suoi, prima che la massa iniziasse a chattare, al liceo ha sviluppato Synapse Media Player, che utiizzava machine learning per imparare le preferenze musicali, prima di Spotify o Pandora, rilasciandolo poi gratuitamente su Slashdot, e in un weekend al college, ha creato un sito Facesmash, dal nulla, che fece talmente tanti accessi da piantare la rete di Harward il lunedì successivo.

Poi i social per me sono dannosi, e basta ascoltare Chamath Palihapitiya per capirlo, ma questo è un altro discorso.


ma per piacere, le BBS e le chat esistevano ben prima di lui.
Telnet è un banalissimo esempio.
GoFoxes19 Marzo 2019, 09:54 #10
Originariamente inviato da: SpyroTSK
ma per piacere, le BBS e le chat esistevano ben prima di lui.
Telnet è un banalissimo esempio.


Certo, ho scritto la massa infatti, non 4 nerd.
Se sei più bravo, fai meglio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^