Facebook, un'app riconosce in tempo reale le persone inquadrate con la fotocamera. Ma è solo ad uso interno

Facebook, un'app riconosce in tempo reale le persone inquadrate con la fotocamera. Ma è solo ad uso interno

E' stata realizzata tra il 2015 e il 2016, ed usata solo internamente: poteva riconoscere persone in tempo reale mostrando sullo schermo il loro nome e la foto del profilo Facebook

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Web
Facebook
 

Facebook ha realizzato un'app che permette di riconoscere le persone semplicemente inquadrandole con la fotocamera del telefono. Come riporta Business Insider, l'app è stata sviluppata tra il 2015 e il 2016 e utilizzata solo internamente. Il suo funzionamento si basava proprio sull'enorme archivio delle foto caricate dagli utenti e dalle informazioni di riconoscimento dei volti per identificare persone in tempo reale in una manciata di secondi.

Nel corso del 2016 l'app è stata resa disponibili ai dipendenti della società che la potevano usare per identificare chiunque per cui il social network disponesse di sufficienti informazioni, a prescindere che si trattasse o meno di un impiegato di Facebook. Solo in un secondo momento è stata modificata e limitata a riconoscere solamente le persone presenti nell'elenco dei contatti Facebook dell'utente.

Un portavoce di Facebook ha negato che l'app sia stata mai usata per identificare estranei che non lavoravano in Facebook, e che è stata in grado di riconoscere solamente i volti degli impiegati Facebook e dei loro amici che avevano abilitato il sistema di riconoscimento facciale di Facebook sul proprio account.

Facebook usa da diverso tempo le tecnologie di riconoscimento facciale per identificare i soggetti di fotografie che vengono caricate sul social network per suggerire la possibilità di apporre tag, ma la versione di queste tecnologie rese disponibili anche al pubblico è stata usata solamente per le fotografie e non per compiere attività di riconoscimento e identificazione in tempo reale e con persone in carne ed ossa.

"Come modo per apprendere il funzionamento di nuove tecnologie, il nostro tream realizza periodicamente app da usare internamente. L'app descritta qui è stata disponibile solamente agli impiegati di Facebook, e potrebbe solo riconoscere gli impiegati stessi e i loro amici che hanno il riconoscimento facciale abilitato" ha dichiarato un portavoce della società.

Che cosa avrà in mente Facebook per mettere a rischio ulteriormente la nostra privacy?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nx-9925 Novembre 2019, 09:30 #1
Spero arrivi presto alla rai, così oscurano quel tipo con la matita che vuol fare i record.
p.s.
Lo mandano in onda anche se registrato, è forse amico del regista ?
Axios200625 Novembre 2019, 12:53 #2
Be'... Se Facebook dichiara che è per uso interno, perché non credergli? Non hanno mai violato la privacy di nessuno...

Altrettanto vero è che non c'è nessun obbligo di iscriversi a Facebook. Non voglio che FB usi i miei dati? Non mi iscrivo. Non c'è nessuna mia foto su Facebook. E vivo lo stesso.
andrew0425 Novembre 2019, 13:53 #3
Originariamente inviato da: Axios2006
Be'... Se Facebook dichiara che è per uso interno, perché non credergli? Non hanno mai violato la privacy di nessuno...

Altrettanto vero è che non c'è nessun obbligo di iscriversi a Facebook. Non voglio che FB usi i miei dati? Non mi iscrivo. Non c'è nessuna mia foto su Facebook. E vivo lo stesso.


In realtà tramite i pulsanti "mi piace" piazzati sui siti, hanno una buona fetta di dati dell'utenza, anche quella non registrata a facebook
Axios200625 Novembre 2019, 15:18 #4
Originariamente inviato da: andrew04
In realtà tramite i pulsanti "mi piace" piazzati sui siti, hanno una buona fetta di dati dell'utenza, anche quella non registrata a facebook


Purtroppo e' vero. Finche' sara' consentito, sara' un problema per chi non usa adblock e do not track e altri....
GiGBiG25 Novembre 2019, 18:46 #5
Il riconoscimento facciale è un procedimento relativamente semplice, lo faceva anche la mia vecchia fotocamera salvando una foto delle persone interessate. Con FB è un attimo dare in pasto al software le foto degli utenti, che caspita di notizia è?! Magari lo testavano internamente per perfezionare il software, non vorremo mica fare finta che questi software non saranno di uso comune tra pochissimo tempo?
Notturnia25 Novembre 2019, 19:05 #6
tutta questa ipocrisia sulla privacy ...
la gente fa di tutto per dire agli altri quello che e poi si lamenta di aver dato le proprie informazioni a tutti ?
Axios200625 Novembre 2019, 19:20 #7
Originariamente inviato da: Notturnia
tutta questa ipocrisia sulla privacy ...
la gente fa di tutto per dire agli altri quello che e poi si lamenta di aver dato le proprie informazioni a tutti ?


Appunto! Mettono la foto con le brache calate e poi si lamentano che la gente guarda...

Ma anche senza FB, gente che fa sesso all'aria aperta, in un parcheggio di un centro commerciale affollato e poi invoca la privacy...
Notturnia25 Novembre 2019, 20:37 #8
io ci vedo solo vantaggi in queste tecnologie visto che potrebbero aiutare in tanti settori e magari far finire in gattabuia una marea di ladruncoli
ComputArte30 Novembre 2019, 02:28 #9

Progetto militare ....

ogni giorno si leggono caratteristiche di classe militare....e pensare che i cinesi lo fanno solo da ...poco dopo :-)

Controllo senza limiti...e tutto nelle mani di pochi grazie al "cloud"...e naturalmente per la profilazione incrociata.... la Privacy E' MORTA....

W LA PRIVACY!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^