Facebook, si lavora su reti mesh millimeter-wave per connettere aree rurali

Facebook, si lavora su reti mesh millimeter-wave per connettere aree rurali

Il social network deposita due brevetti per lo sviluppo di reti ideali per le aree rurali e non urbanizzate. Rientra nel contesto di Internet.org per diffondere la connettività a chi ancora ne è sprovvisto

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:35 nel canale Web
Facebook
 

Facebook sta lavorando attivamente ad attività di ricerca e sviluppo sulle trasmissioni millimeter-wave nel contesto del progetto Internet.org, con lo scopo di estendere l'accesso alla rete alle aree rurali e alle zone distanti dai centri urbanizzati.

E' un portavoce del social network a confermare la ricerca, dopo che sono venuti a galla alcuni brevetti depositati da Facebook negli scorsi mesi e che descrivono una "Next Generation Data Network" basata su trasmissioni millimeter-wave e organizzata come rete di tipo mesh, ovvero una rete dove ogni nodo funge da trasmettitore, ricevitore e ripetitore, così da consentire la sopravvivenza della rete stessa qualora qualche nodo dovesse accusare qualche problema.

"Si tratta di un lavoro del Connectivty Lab che supporta la missione di Internet.org - connettere i quattro miliardi di persone che non anno un accesso al web" ha dichiarato un portavoce di Facebook. All'interno del Connectivity Lab vi sono altri progetti di ricerca e sperimentazione, tra i quali il più noto è probabilmente Project Aquila, il velivolo elettrico automatico che può trasmettere connettività a terra tramite tecnologia al laser.

Come accade nel caso di tutti i brevetti depositati, non vi è ovviamente alcuna certezza che il sistema millimeter-wave mesh network di Facebook venga effettivamente realizzato in futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alex29410 Febbraio 2016, 20:26 #1
<<connettere i quattro miliardi di persone che non Hanno un accesso al web>>
Una rilettura dopo la stesura del testo non guasterebbe.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^